Home Calcio Il Boca Melito non sfonda, regge il fortino dell’Isola C.R.

Il Boca Melito non sfonda, regge il fortino dell’Isola C.R.

13 min. di lettura
0
0

Debutto agrodolce nel nuovo campionato di Eccellenza per il Boca Nuova Melito ADMO, che come già evidenziato nel doppio impegno di coppa, continua a litigare con la porta avversaria. Fino alla trequarti, la squadra di mister Saviano, alla prima panchina in Eccellenza, si dimostra lucida e propositiva, in grado di tessere ottime trame di gioco e mostrare un calcio spigliato e dinamico; nelle retrovie prova quasi perfetta del pacchetto difensivo che soffre solamente su alcune incursioni dagli esterni. Le note negative sono in fase di finalizzazione, con qualche incertezza di troppo a pesare sul risultato finale.

Biancorossi in campo con Parisi tra i pali, difesa a quattro con Benedetto, Carubini, Wojcik e Megale, quest’ultimo all’esordio stagionale; a centrocampo si parte con Campolo e Ambrogio sugli esterni, Bianchini e Arigò in mezzo, anche se il reparto nel corso del match verrà ridisegnato più volte da mister Saviano. Coppia d’attacco composta da Gatto e Zampaglione, con quest’ultimo che già dopo 50″ spara una bordata che picchia contro la parte bassa della traversa e finisce in rete. A stoppare sul nascere l’esultanza del “Pellicanò” c’è però la bandierina dell’assistenza alzata per segnalare l’offside. Avvio di gara a buon ritmo e con la giusta intensità per i ragazzi di Saviano, che al 13′ partono in contropiede: la corsa di Arigò da un’area di rigore all’altra è Boca Melito-Isola 0-0 infortunio Megaleinarrestabile, l’appoggio per Campolo a sinistra è preciso, l’attaccante si aggiusta il pallone sul destro e spara, il portiere ospite Campagna risponde in tuffo. Al 21′ ancora Campagna è costretto nuovamente ad intervenire sull’insidioso tiro di Ambrogio. Al 25′ cala il gelo sullo stadio: Megale cade in maniera scomposta dopo un duello aereo con un avversario; le sue urla di dolore fanno subito temere qualcosa di grave, per lunghi istanti il silenzio del “Pellicanò” viene rotto solo dal suo incontrollabile lamento. Entra in campo l’ambulanza, costretta a portare via il ragazzo: per lui una lussazione alla spalla destra con interessamento dei legamenti. Al posto dello sfortunato Megale entra Coppola, classe 2004 all’esordio in Eccellenza. Dopo la lunga interruzione si riprende a giocare e Bianchini, servito da un lancio profondo di Carubini, prova a suonare la carica con un destro al volo da posizione defilata, palla sul fondo. L’argentino ci riprova al 41′, stavolta il tiro è nello specchio ma c’è Campagna a fermarlo. Ancora attimi di paura subito dopo, quando su corner per il Boca N. Melito avviene uno scontro aereo in area di rigore e Zicchinello resta a terra privo di sensi. La paura di una tragedia incombe sull’impianto di Bocale, data anche l’assenza dell’ambulanza, partita per portare Megale in ospedale. Parisi in primis interviene in soccorso del calciatore dell’Isola, assistito subito dopo dai sanitari delle due panchine. Un grande sospiro di sollievo per tutti arriva nel momento in cui il ragazzo è di nuovo in piedi e addirittura in grado di riprendere a giocare. Ben otto i minuti di recupero decretati dal signor Falvo di Catanzaro, sufficienti per le ultime due palle-gol del primo tempo, entrambe di marca biancorossa: al 48′, su corner di Gatto, Arigò stacca in mezzo all’area, Campagna si supera con un grande intervento; al 53′ ancora Arigò ci prova, stavolta dalla lunga distanza, sfera che sibila appena oltre la traversa.
Ad inizio ripresa in campo c’è Muzzupappa al posto di Gatto, che sul finire della prima frazione ha accusato un fastidio muscolare. L’avvio della seconda frazione è di marca crotonese: la squadra di Zangari si affida ai calci piazzati del suo uomo migliore, Fabiano, per mettere in apprensione la retroguardia di casa. Al 7′ la punizione tagliata del regista dell’Isola trova la deviazione di Fabio Martino, il quale mette alla prova i riflessi di Parisi, chiamato in causa dopo un primo tempo non troppo impegnativo. Al 9′ Fabiano batte un piazzato da oltre quaranta metri, cercando di sorprendere Parisi, leggermente fuori dai pali per anticipare l’eventuale uscita alta: il colpo di reni del portiere biancorosso si merita gli applausi dei (purtroppo pochi) presenti sugli spalti. Sugli sviluppi del corner seguente, ancora Fabiano conquista la sfera, va via in slalom ed entra in area, calciando un rasoterra che termina di poco a lato. Al 18′ la squadra di Saviano si affaccia dalle parti di Campagna, con una belle combinazione che porta Campolo a tu per tu con il portiere; il giovane attaccante biancorosso perde però l’attimo buono per calciare e il difensore interviene alle sue spalle portandogli via il pallone. Sul ribaltamento di fronte, Paparo impegna nuovamente Parisi. Al 35′ nuovo tentativo da fuori di Bianchini, tiro teso alto sopra la traversa; un minuto più tardi ripartenza di Paparo, ancora una volta è decisivo Parisi nel mantenere inviolata la porta biancorossa. Passano altri 60″, combinazione tra Zampaglione e Ambrogio, palla in verticale per Bianchini che salta il portiere in uscita ma non riesce a mantenere il pallone in campo per battere a rete. Per il rush finale mister Saviano manda in campo Peppe Foti, tornato nuovamente a vestire il biancorosso ma ancora a corto di preparazione. Al 42′ l’ultima opportunità del match è sui piedi di Muzzupappa, il cui diagonale finisce sul fondo dopo una deviazione.
Terzo pareggio in tre partite ufficiali per il Boca N. Melito, che se da una parte continua ad avere difficoltà nel finalizzare, dall’altra ha una difesa che sta dimostrando una buona consistenza, con un solo gol subito su rigore. Domenica prossima trasferta in casa del CotroneiCaccuri che nella prima giornata ha vinto in maniera netta e inattesa ad Acri per 4-0. Ci sarà da capire con quali effettivi Saviano potrà scendere in campo, tra le squalifiche ancora da scontare per Neri (un altro turno) e Flores (altri due) e gli infortunati che continuano ad aumentare: Megale e Gatto si sommano a Roberi Vota, Buda e Fortugno.

Boca Nuova Melito-Isola Capo Rizzuto 0-0
Boca N. Melito: Parisi, Benedetto, Megale (28’pt Coppola), Ambrogio, Carubini, Wojcik, Zampaglione, Arigò, Campolo (38’st Foti), Bianchini, Gatto (1’st Muzzupappa). A disposizione: Falduto, Araniti, Letizia, Favasuli, Morabito, Roberi Vota. All. Saviano
Isola Capo Rizzuto: Campagna, Sarcone, Frijio (21’st Assisi), S. Martino, Ombrella (32’st A. Bruno), F. Martino, Mirabelli, Zicchinello (4’st Milone), Covelli (43’st Guarino), Fabiano, Paparo. A disposizione: M. Bruno, Geraldi, Greco, Filoramo, Caterina. All. Zangari
Arbitro: Falvo di Catanzaro; assistenti Galluzzo e Cardia di Locri
Ammoniti: Campolo (BNM), Ombrella (ICR), Carubini (BNM)
Note: giornata calda con temperatura estiva; spettatori circa 50; angoli 16-7; recupero 8’pt, 3’st

Uff. stampa

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 2° giornata

Si è disputata la seconda giornata del massimo campionato regionale di serie C1. Di seguit…