Home Calcio Il Gebbione risponde: “Avremmo avuto solo da perderci, ricostruzioni da smentire”

Il Gebbione risponde: “Avremmo avuto solo da perderci, ricostruzioni da smentire”

6 min. di lettura
0
0

In merito a quanto accaduto ieri durante il match tra l’ASD Gebbione 2020 e l’ASD Sangiorgese e alla nota apparsa sui profili social della Società ASD Sangiorgese, l’ASD Gebbione 2020 delusa e amareggiata per l’accaduto tiene a precisare che le vicende esposte dalla sopra citata società non sono del tutto veritiere.
Durante il match, purtroppo, si è verificato un momento di tensione quando un Giocatore dell’ASD Sangiorgese è stato ammonito dal giudice di gara per aver commesso un violento fallo a discapito di un giocatore dell’ASD Gebbione 2020. Il giocatore della squadra ospite (ASD Sangiorgese) preso dalla rabbia per l’ammonizione appena presa, rompe la bandierina del calcio d’angolo. Visto il gesto antisportivo il giudice di gara decide di espellerlo. Il giocatore della squadra di casa (ASD Gebbione 2020) si appresta a recuperare la sfera per poter battere la punizione assegnata dal giudice di gara, quando viene violentemente aggredito da un giocatore della squadra avversaria, che si scaraventa contro il giocatore di casa afferrandolo dal collo. Gesto che mostra tutt’altro che “la fratellanza e il rispetto verso l’avversario”, valori che la Società ASD Sangiorgese decanta di insegnare ai propri giocatori. Visto il bruttissimo e violento gesto, il giudice di gara espelle il giocatore (dell’ASD Sangiorgese), gesto che non viene preso bene e genera caos e scompiglio tra i presenti in campo. A tal punto, per calmare gli animi, il giudice di gara decide di sospendere momentaneamente la partita. Trascorsi 10 minuti circa, il giudice di gara decide di riprendere il match, ma la squadra avversaria decide di non scendere in campo, nonostante la squadra di casa inviti gli avversari a scendere in campo e terminare il match senza scontri e sportivamente. A seguito del categorico rifiuto ricevuto dalla ASD Sangiorgese, e trascorsi alcuni minuti in campo, senza la presenza della squadra ospite, il giudice di gara si vede costretto a sancire la fine della gara. Ci teniamo a ribadire che nel comunicato pubblicato dalla Società Sangiorgese si decanta un “FAIR PLAY” non vantato da quest’ ultimi nel campo da gioco.
Inoltre avremmo avuto solo da perderci essendo in superiorità numeri (11vs9) e sul risultato di 2-0 al 32′ del 2° tempo e 1° in classifica.
L’ASD Gebbione 2020 con amarezza, dispiacere e incredulità prende atto delle dichiarazioni rilasciate pubblicamente e ribadisce che questo comportamento antisportivo e violento caratterizzato da “minacce” ed “aggressioni” verbali e fisiche non hanno mai fatto parte del modus operandi della società. Chi ha giocato per la Società o contro può testimoniare che l’ASD Gebbione 2020 ha sempre ospitato le squadre avversarie cercando di farle sentire a casa mettendo rispetto, lealtà ed educazione sempre al primo posto, pertanto ci teniamo a smentire tutte le dichiarazioni e ricostruzioni descritte dalla società ASD Sangiorgese, sperando che tali scene ed accaduti non si verifichino più in altre gare.

Uff. stampa

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Le ultime di calciomercato, giorno 2

Riassumiamo brevemente le ultime trattative e le firme andate in porto nella giornata odie…