Home Calcio Il presidente Parrottino tende la mano: “Il Taverna è di tutti, fatevi avanti con un progetto serio”

Il presidente Parrottino tende la mano: “Il Taverna è di tutti, fatevi avanti con un progetto serio”

9 min. di lettura
0
0

Passata quasi una settimana dall’ultima partita, nella quale ho preferito restare in silenzio e lasciar festeggiare meritatamente chi ha ottenuto questa salvezza sul campo, mi sembrava lecito dire la mia opinione. Innanzitutto sono veramente orgoglioso della nostra storia, di questi ragazzi, della maglia che indossano, e della carica di Presidente che mi onoro di rappresentare. L’ASD TAVERNA è nata circa 10 anni fa da un gruppo di amici con l’intento di promuovere il calcio nella Presila, divertirsi e attuare un processo di crescita sui giovani. Ci siamo accuratamente posti degli obiettivi, e nonostante il nostro budget limitatissimo, non solo li abbiamo raggiunti, ma nel nostro anno peggiore, viste le innumerevoli difficoltà (economiche, logistiche e numeriche) abbiamo salvato la categoria in Promozione. Un doveroso ringraziamento va ai ragazzi che l’hanno conquistata, i calciatori (sottolineando che da Dicembre hanno giocato senza rimborso spesa), agli under che si sono messi sempre a servizio dei più grandi, alla Juniores, al mister dei miracoli Tommaso Folino e al suo staff-tecnico Prof. Piero Trentacoste e Mister Montesani Mariano, al Presidente del Nord Antonio Amelio e al Rag. Veraldi. Inoltre. ci tengo a ringraziare personalmente due figure sempre presenti su ogni campo vale a dire Massimo Albano e Antonio Giglio grazie per il lavoro svolto. Un grazie va a chi c’è sempre stato, ma ultimamente è stato impegnato come Don Giuseppe Cosentino e l’avv. Frank Mario Santacroce. Grazie agli Sponsor, al Comune di Taverna, ai singoli Partiti, ai dirigenti attuali, ai familiari dei calciatori, a quei tifosi che ci hanno seguito nonostante si giocasse a Catanzaro lido, e a chi anche solo con un euro ha contribuito alla nostra causa. Ringrazio tutti i soci, i tesserati, Mister e dirigenti delle passate stagioni, e tutti coloro che hanno indossato e tifato la nostra maglia dentro e fuori il rettangolo di gioco. Come ben vedete i nomi e gli anni passano, ma i colori e la maglia rimane sempre, quindi c’è un po’ di tutti nella storia dell’ASD TAVERNA. Finite le belle parole e i sentiti ringraziamenti, c’è da dire che specialmente negli ultimi due anni molte promesse da alcuni sono venute meno, e mi sono trovato a fine mese da solo ad onorare gli impegni presi ad inizio campionato, mettendo da parte la scelta più ovvia e semplice, vale a dire chiudere ed abbandonare la nave a stagione in corso (risparmiando soldi, tempo e critiche). Capisco il momento difficile per tutti quanti, ma in quella riunione della scorsa estate nella Sala Consiliare di Taverna, si era deciso tutti insieme di iscrivere la squadra in Promozione. Invece, nei mesi successivi mi sono ritrovato solo ad affrontare questo campionato, ed è stato proprio in quel momento che ho capito che bisognava per forza raggiungere la salvezza. E così è stato… In 10 anni, e specialmente negli ultimi due, ho commesso anche io degli errori (e mi scuso con chi ho sbagliato), ma sbagliando si impara e soprattutto si cresce, perché solo chi fa può sbagliare e ripartendo da quegli errori mi sono rimboccato le maniche e ho cercato di continuare questo progetto con risorse limitatissime. Attualmente credo di aver raggiunto gli obiettivi prefissati e che il mio ciclo sia quasi al capolinea, ma ho la consapevolezza dopo aver scritto una pagina di storia, di lasciare a Taverna un patrimonio di giovani ragazzi capaci di giocarsela con tutti e di salvarsi in un campionato di Promozione, confrontandosi con delle realtà molto più grandi, dove Taverna non era mai stata. Perciò da qui a fine mese mi impegno ad indire una serie di riunioni pubbliche (ove siete tutti invitati), nelle quali si cercano figure, imprenditori, collaboratori e si ascolterà chiunque voglia offrire un progetto serio (seguito da impegni e fatti con o senza la mia figura attuale) per garantire il futuro calcistico a questi ragazzi. Altrimenti sono costretto a dedicarmi alla mia vita personale e alla mia famiglia, ringraziandovi per le belle emozioni e soddisfazioni. L’ASD TAVERNA E’ DI TUTTI. IL PRESIDENTE GIANCARLO PARROTTINO. FORZA TAVERNA, TUTTI UNITI, IL SOGNO PUO’ CONTINUARE.

Uff. stampa
ASD Taverna

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

TDR2024, seconda giornata: vincono U19 e U17, sconfitta l’U15

Seconda giornata al Torneo delle Regioni Calcio a 11 in Liguria con le sfide delle nostre …