Home Calcio a 5 Pari nel derby tra Lamezia Soccer e Casali del Manco, vittoria fondamentale per la Soccer Montalto

Pari nel derby tra Lamezia Soccer e Casali del Manco, vittoria fondamentale per la Soccer Montalto

15 min. di lettura
0
0

Disputata la diciassettsima giornata nel girone G di serie B, la quattordicesima nel girone H. Mirto sconfitto dalla quotata Canosa nella trasferta pugliese, situazione inviariata in classifica grazie alla sconfitta dei molisani dello Chaminade, ultimi della classe. Pari nel derby tra Lamezia e Casali del Manco, Canicattì e Palermo ne approfittano per accorciare sugli orange, comunque primi. Vittoria importantissima per la Soccer Montalto contro l’Acireale, adesso la salvezza diretta dista un solo punto.

Girone G
CANOSA-MIRTO 3-1
Marcatori: Milito (M)
Trasferta in casa di una delle prime della classe che si conclude con una sconfitta per i nostri ragazzi che con una buona prova d’orgoglio vendono carissima la pelle contro una squadra attrezzata per puntare a vincere il campionato. Riusciamo a chiudere il primo tempo in vantaggio creando tante occasioni, poi nella ripresa, complici anche 5 assenze importanti, caliamo visibilmente e subiamo la rimonta ed il sorpasso dei padroni di casa. Torniamo a casa con sensazioni migliori rispetto alle ultime trasferte ma il cammino è ancora il salita. Continuiamo a crederci.

Girone H
LAMEZIA SOCCER-CASALI DEL MANCO 2-2

Marcatori: pt 01’37” Aut. Barbosa (C) st 08’28” Rovito (C) 10’50” D’Amato (L) 16’42” Deodato rig. (L)
Ecosistem Lameziasoccer: Pardal, Barbosa, Regner, Patamia, D’Amato, Zerbo, Mantuano, De Masi, Deodato, Caffarelli, Montesanti, Gagliardi. Allenatore: Bebo Carrozza
Casali del Manco: Cuconato, Rovito, Gerbasi, Fortino, Perri, Rota, Leonetti, Gervasi, Occhiuto, Potestio, De Rose. Allenatore: De Marchi
Arbitri: Salvatore Pagano di Catania e Cristoforo Corsini di Taranto
Cronometro: Giovanna Zubba
Ancora un pareggio nei derby, per l’Ecosistem Lameziasoccer, che non riesce ad esprimersi come nella prima parte della stagione e dilapida un consistente vantaggio nei confronti delle dirette avversarie.
I lametini sono ora incalzati ad un solo punto dal Canicattì ed a tre dal Palermo; certo ancora il campionato e lungo ma c’è da fare un bagno di umiltà perché da diverse partite la squadra di Carrozza non riesce più ad esprimersi al meglio e sbaglia l’impossibile. Un’inversione di rotta che deve essere repentina visto che gli orange nelle prossime quattro gare affronteranno le tre squadre che seguono in classifica. Certo dall’altra parte ci sono gli avversari e quelli di oggi sono stati all’altezza della situazione andando avanti anche sul doppio vantaggio. Si è ripetuto quanto successo all’andata; ospiti avanti sul 2-0 e padroni di casa che recuperano per impattare la gara. Una gara maschia con tantissime occasioni e troppo nervosismo sul parquet con una direzione di gara che ha lasciato “perplessi”, per non usare altri termini.
Sicuramente ci si aspettava una gara difficile e proprio per questo ci voleva una gara maiuscola, invece fin dall’inizio gli orange hanno sbaglia le misure facendosi imbrigliare da Rovito e compagni. Sicuramente meglio la parte finale della gara, dopo il 2-0 ospite quando la squadra ha cominciato mettere sul parquet più grinta e voglia di recuperare.
Il Casali del Manco dopo aver fermato il Città di Palermo stava per fare il colpaccio anche contro i lametini grazie ad una difesa molto stretta ed ermetica con un Cuconato in gran serata. Una gara in salita con il vantaggio ospite arrivato prestissimo grazie ad un’autorete di Barbosa che si è trovato praticamente un pallone addosso davanti alla porta, messo da Fortino, e non è riuscito ad evitare l’impatto con la palla che beffava Pardal.
A metà del secondo il raddoppio di Rovito sembrava aver chiuso la pratica ma la reazione degli orange non è tardata e D’Amato riportava sotto i suoi nel giro di due minuti e mezzo. Pardal veniva espulso e gli orange dovevano stringere i denti per non subire la terza reta; alla fine dei due minuti con l’uomo in meno arrivava la rete del pareggio.
Era la scossa per andare all’arrembaggio in cerca del pareggio che arrivava con un tiro di rigore per un’entrata con i piedi di Cuconato su Mantuano davanti alla porta. Capitan Deodato trasformava impattando il punteggio a 3’ 3 18” dal termine. A questo punto ci tentava pure l’Ecosistem di vincere la gara, e sarebbe stato clamoroso, ma non c’era nulla da fare.

L’impresa che non ti aspetti, in realtà, si che stava riuscendo e che era assolutamente meritata. La formazione di mister Marco De Marchi ormai è una realtà del campionato nazionale di serie B, dopo aver battuto meritatamente il Palermo seconda in classifica, per 5-3, anche in casa della capolista Ecosistem Lamezia Soccer è andata a fare la voce grossa rimanendo in vantaggio, sul loro campo, per l’intera gara, solo nel finale, a 2 minuti dal gong, con un rigore alquanto e diciamo alquanto dubbio, usciamo dal campo con un pareggio per 2-2.
La gara ci ha visto passare in vantaggio nel primo tempo, la capolista Ecosistem le ha provate tutte ma i nostri ragazzi sono stati insuperabili in difesa e nelle ripartenze abbiamo sempre fatto paura, un Antonio Gerbasi, ex della gara, scatenato ed incontenibile è stato contenuto sempre a fatica dai difensori avversari, anche Luca Potestio rientrato a tempo pieno in squadra dopo una lunga assenza è stata una spina nel fianco dei nostri avversari. In difesa, con i soliti Simone Rovito, il capitano, e l’immancabile Cristian Fortino abbiamo contenuto tutti gli attacchi avversari rischiando sempre pochissimo e quando lo abbiamo fatto il nostro portiere Cuconato è stato insuperabile. Anche Pierluigi De Rose e Michael Perri hanno dato come sempre il loro contributo con alto rendimento. Nel secondo tempo la ciliegina sulla torta, dopo una azione ben orchestrata siamo riusciti a raddoppiare con Simone Rovito, apoteosi per i nostri ragazzi e sigillo che sembra esser stato messo sulla gara, i nostri avversari imbrigliati non riuscivano a trovare soluzioni in nessun modo, un capolavoro tattico di mister De Marchi che ormai sembrava dare i migliori frutti possibili. Tenendo conto anche dell’assenza di pedine importanti, vedi Walter Riconosciuto, la squadra è rimasta sempre molto compatta e nel momento migliore i nostri avversari perdono il portiere, espulso per proteste, giochiamo per 2 minuti con il vantaggio di un uomo, sarebbe stata la svolta definitiva per chiudere la partita ma purtroppo i lametini di Bebo Carrozza riescono a tenere il risultato finchè non arriva il gol del 2-1 a 9 min dalla fine. Non demordiamo assolutamente, anzi cerchiamo sempre di provare a riportarci sul doppio vantaggio, il tema tattico non cambia, il Lamezia deve provare a trovare per forza il pareggio per non perdere la testa della classifica ma rischia tanto nelle ripartenze, a pochi minuti dalla fine l’episodio chiave, dopo uno scambio dei giocatori Orange il portiere Cuconato in uscita va sulla palla e il giocatore avversario fa un volo d’angelo, l’arbitro sembra voler compensare l’espulsione del portiere di casa concedendo un rigore molto generoso che viene realizzato per il 2-2 raggiunto in extremis dai nostri avversari. Mister Carrozza prova addirittura a vincerla schierando il portiere di movimento, anche noi proviamo a ripassare in vantaggio ma il tempo ormai è finito, si chiude sul 2-2, come all’andata, il derby calabrese ancora una volta è stato avvincente come nelle previsioni, usciamo con l’amaro in bocca ma consapevoli di aver superato due importanti test, portando a casa 4 punti, che potevano essere 6, contro le prime 2 della classe. Usciamo dal campo consapevoli di aver disputato una grande gara, il campo della capolista, della squadra che sicuramente sta dominando meritatamente questo campionato ma che oggi certo ha avuto grandi difficoltà contro di noi. Appuntamento il prossimo sabato con l’altro derby calabrese contro la Soccer Montalto. Un grande plauso a tutti i ragazzi, al mister De Marchi e al presidente Daniele Cuconato che fra mille difficoltà stanno conducendo una eccezionale stagione.

SOCCER MONTALTO-AGRIPLUS ACIREALE 6-2
Marcatori: 2 Ferrari, 2 Salerno, Rueda, Bracci (SM)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

PANCHINE 2022/2023, la situazione (in aggiornamento)

La situazione delle panchine nei campionati dilettantistici calabresi in costante aggiorna…