Home Archivio Serie B: Derby alla Futura, impresa della F.C. Paola. Sconfitte le altre calabresi

Serie B: Derby alla Futura, impresa della F.C. Paola. Sconfitte le altre calabresi

23 min. di lettura
0
0

Si è disputata la quarta giornata del campionato nazionale di serie B girone G: Il derby calabrese sorride alla Futura di mister Romeo che batte l’Odissea Rossano, grande prestazione della Farmacia Centrale Paola del presidente Sganga che impone il pari alla corazzata Maritime mentre vengono sconfitte Corigliano, Cataforio e Cittanova e rimangono nella zona bassa della classifica.

ASSOPORTO MELILLI-CORIGLIANO FUTSAL 6-1
Marcatori: Bonventre (M) Bonventre (M) Rizzo (M) Monaco (M) Tarantola (M) Bocci (M) Gianino (C)

Praticò
Praticò

BERNALDA-CATAFORIO 9-6
Marcatori: 5’05” pt Gallitelli (B), 7’58”pt, 15’03”pt Praticò (C), 13’02”pt Gregorace (C), 16’15”pt, 16’42”pt, 15’05”st Carlos Alberto (B), 18’03”pt, 12’39”st Fusco (B), 18’35”pt, 19’41”pt Jener (C), 1’31”st Scopelliti (C), 12’00”st, 19’43” st Montes (B), 16’03”st Margarita (B)
Spettacolo ed emozioni infinite al PalaCampagna per la quarta giornata del campionato di Serie B: il Rasulo Edilizia Bernalda si aggiudica il match interno contro i reggini del Cataforio al termine di una rimonta quasi impossibile e si aggiudica i primi tre punti pesantissimi in ottica salvezza. La compagine di Masiello gioca un match dai due volti: nel primo tempo i rossoblù riescono a ribaltare lo svantaggio, ma subiscono lo scatenato ritorno degli ospiti; negli otto minuti finali Margarita e soci si scrollano di dosso i timori di un avvio di stagione nero e riescono ad agguantare un match fino a quel momento stregato. Mister Masiello recupera per il match casalingo il duo Fusco-Gallitelli e l’inizio di gara sembra promettere bene viste le insistenti azioni offensive sventate ottimamente da Parisi. I lucani passano in vantaggio al 5’05” con il tiro in diagonale del rientrante Gallitelli che sigla la sua terza rete stagionale. I bianconeri dello Stretto ci mettono appena due minuti per pareggiare, grazie alla splendida giocata personale del capitano Praticò. Al 9′ De Brasi rischia il pasticcio su un rilancio, il pallone sbatte sul corpo di Durante e centra la traversa. Il Cataforio alza prepotentemente il baricentro e i padroni di casa faticano a costruire azioni pericolose: i calabresi colpiscono in contropiede al 13’02” grazie a Gregorace, mentre il tris arriva due minuti dopo con Praticò. Il Bernalda Futsal reagisce e in quaranta secondi pareggia: è il carioca Carlos Alberto a riequilibrare le sorti dell’incontro, prima lesto a rubare palla e battere Parisi e poi chirurgico nel ribattere in rete la corta respinta del portiere su tiro di Fusco. Il mancino rossoblù si trasforma in bomber e sigla la sua prima rete in Serie B, riportando i suoi in vantaggio. L’accelerazione improvvisa dei rossoblù viene domata dall’esperto Cataforio che, seppur squadra di giovani, mette in campo la sua esperienza pluriennale in cadetteria e nel finale di tempo effettua il controsorpasso grazie alla doppietta del brasiliano Jener, gelando il PalaCampagna. La ripresa si apre nel peggiore dei modi per i bernaldesi che cadono ancora, stavolta sotto i colpi di Scopelliti, lesto a sfruttare un rimpallo per battere De Brasi. Prova a suonare la carica Fusco, ma il suo tiro viene deviato da Parisi all’incrocio dei pali e l’azione sfuma senza che i rossoblù riescano a riaprire il match. Il portiere di Reggio Calabria ci mette del suo nel chiudere ogni varco ai rossoblù, fino al minuto dodici, momento fatale per gli ospiti: Chavi accorcia le distanze su assist al bacio di Carlos Alberto, mentre trentanove secondi dopo Fusco pareggia sugli sviluppi di un corner . Gli ospiti vanno completamente in bambola e subiscono il gol del definitivo controsorpasso griffato Carlos Alberto: sull’azione è impeccabile Margarita che ruba palla nella sua metà campo, si invola tra le maglie avversarie e calcia in porta, Parisi si oppone, ma sulla respinta il pivot carioca non sbaglia. Il Cataforio cede progressivamente terreno e al 16′ perde anche il portiere per fallo da ultimo uomo su Fusco: dal calcio da fermo Margarita fa esplodere con un tiro imparabile il PalaCampagna, gremito e festoso per una rimonta incredibile. I reggini tentano il tutto per tutto con il portiere di movimento, ma vengono puniti ancora dallo spagnolo Chavi Montes. Finisce così 9-6: il Rasulo Edilizia Bernalda conquista la sua prima storica vittoria in Serie B, primo passo di un percorso ad ostacoli verso l’obiettivo della permanenza in cadetteria. (Tratto da Www. bernaldafutsal.it)

F.C. Paola
F.C. Paola

F.C. PAOLA C5-MARITIME AUGUSTA 4-4
Marcatori: Chianello, G. Chiappetta, R. Chiappetta, Città (P) Everton, Zanchetta, Ortega, Spampinato (M)
Partita epica quella disputata oggi dalla Farmacia Centrale Paola Calcio a 5. In un palazzetto dove non riuscirebbe ad entrare neanche uno spillo, con un tifo infernale ma sempre rispettoso, si è assistito alla partita più bella della storia della compagine di patron Livio Sganga. Di fronte c’era una corazzata come il Maritime Futsal Augusta, da tutti indicata come assoluta dominatrice del campionato di serie B, con un roster che potrebbe ben figurare in categorie superiori. Eppure Mister Giovanni Chiappetta ha preparato al meglio l’evento dal punto di vista fisico, dal punto di vista tattico ma soprattutto dal punto di vista caratteriale. Ogni elemento sceso in campo oggi ha dimostrato di “avere rispetto per tutti ma paura di nessuno”. Solo così si possono costruire imprese come quelle odierne. La partita non inizia nel migliore dei modi per la Farmacia Centrale Paola che passa in svantaggio dopo pochi minuti. Quando tutti si aspettavano la goleada sicilana esce invece fuori il cuore paolano. Salerno e compagni iniziano a macinare il proprio gioco, iniziano a pressare a tutto campo, iniziano a far vacillare le certezze di mister Chillemi, e così con un uno-due micidiale firmato Chianello e Chiappetta G. ribaltano il risultato chiudendo cosi la prima frazione.
Ad inizio secondo tempo la partita sembra avere un piglio diverso, sembra essere più tattica, con il Maritime che avvolge i calciatori paolani con un prolungato palleggio che però non porta nessun risultato. Anzi la Farmacia Centrale Paola si trova in superiorità numerica ma non riesce a trovare la via del gol. Passata la paura, il Maritime riordina le idee e in un amen segna tre gol con Zanchetta, Ortega e Spampinato. Tutto sembra andare come ci si aspettava e invece il cuore, il sudore e l’orgoglio paolano escono fuori tutti insieme, sovrastando e dominando in ogni angolo del campo. Raffaele Chiappetta con un tocco di fino e capitan Città su rigore riportano il punteggio in parità facendo letteralmente esplodere i circa 700 spettatori presenti. Il clima si fa infuocato, soprattutto quando i direttori di gara decidono di arbitrare a senso unico espellendo prima Alessandro Chiappetta e poi Alessio Chianello. Ma la saracinesca di Simon Pietro Cameriere è chiusa, per ben due volte in inferiorità numerica il portierone para l’impossibile. Addirittura è la Farmacia Centrale ad avere le migliori occasioni ma la stanchezza e la poca lucidità nelle conclusioni non permette quella che sarebbe stata una vittoria storica ma MERITATA. Il punto conquistato oggi risulterà fondamentale per la classifica perché riuscire a fare risultato contro questo Maritime sarà dura per tutte le squadre. Un plauso va alle due tifoserie che fianco a fianco hanno incitato i propri beniamini per oltre due ore dando vita ad uno spettacolo coreografico e sonoro di primo livello. (A.S. Salvatore Panaro)

POLISPORTIVA FUTURA-ODISSEA 2000 5-3
POLISPORTIVA FUTURA: Aquilino, Ecelestini, Pannuti, Caminero, Crisalli, Votano, Martino, Campolo, Gil, Labate, Martino A., Martino F. All. Romeo.
ODISSEA 2000 ROSSANO: Zé Gato, Cirullo, Cristian, Sapinho, Russo, Pizetta, Scervino, Labonia, Kevin, Richichi, Sommario, Sicilia. All. Sapinho.
ARBITRI: Sfilio (Acireale) e Cilia (Caltanissetta).
CRONOMETRISTA: Mancuso (Vibo Valentia).
MARCATORI: 3’46 p.t. Caminero, 13’06’’ p.t. Gil, 16’29’’ p.t. Richichi, 18’46’’ p.t. Gil, 7’00’’ s.t. Votano, 7’36’’ s.t. Scervino, 17’19’’ s.t. Scervino, 19’55’’ Ecelestini.
ESPULSO: 9’00’’ s.t. Pizetta, 19’00 s.t. Russo.

Odissea
Odissea

L’Odissea 2000 torna a mani vuote dalla trasferta di Reggio Calabria. Un match stregato per la squadra allenata da Sapinho che oltre con gli avversari, ha dovuto fare i conti con la coppia arbitrale. Senza voler togliere i meriti della Futura che ha giocato una buona partita, va sottolineato come Sfilio e Cilia hanno fischiato in un’unica direzione con il risultato di caricare di falli i calcettisti gialloblù (che già a metà del primo tempo avevano esaurito il bonus) e, poi, nella ripresa espellere Pizetta e Russo. La partita – Inizia meglio la Polisportiva Futura che approfitta dell’avvio lento degli avversari per rendersi pericolosa dalle parti di Sicilia. I padroni di casa, dopo un’occasione sventata dal portiere gialloblù, nel corso del quarto minuto di gioco si portano in gol con Caminero. L’Odissea 2000 reagisce subito allo svantaggio andando alla conclusione con Richichi, Kevin, Pizetta e Scervino senza, però, riuscire a trafiggere Martino. Sugli ospiti gravano anche le decisioni arbitrali che gli fanno esaurire il bonus falli in poco tempo. E, infatti, il raddoppio dei reggini arriva su tiro libero di Gil. La squadra rossanese non si abbatte e cerca di rientrare in partita giocando con il portiere in movimento. In una delle tante azioni in area avversaria, Kevin si procura un rigore che viene trasformato da Richichi. La gioia dura poco perché, a settantaquattro secondi dal suono della sirena, gli arbitri inventano un altro fallo consentendo a Gil di allungare le distanze con un altro tiro libero. Nella ripresa l’Odissea 2000 si fa più intraprendente e sfiora il gol in più di una occasione, ma, a segnare per prima è la squadra di casa che porta a quattro il bottino grazie alla rete di Votano. Dopo pochi secondi gli ospiti trovano il gol della speranza con Scervino. La formazione di Sapinho, però, continua a subire i provvedimenti del duo Sfilio/Cilia che al nono minuto espellono Pizetta. L’Odissea 2000 incurante delle avversità tenta il tutto per tutto giocando con il quinto uomo, la tattica porta solo ad accorciare momentaneamente le distanze con Scervino. Nel concitato forcing finale c’è l’espulsione di Russo (che era in panchina) e il gol di Ecelestini che, a una manciata di secondi dalla fine, fissa il punteggio sul 5 a 3. (Ufficio Stampa Asd Odissea 2000 C5)

REAL CEFALU’-EDILFERR CITTANOVA 16-5
Marcatori: Menini (RC) Pedaleira (RC) Cividini (RC) Di Maria (RC) Monterosso (EC) Menini (RC) Nava (EC) Menini (RC) Toigo Wagner (RC) Pedaleira (RC) Pedaleira (RC) Monterosso (EC) Zamboni (RC) Napoli (EC) Pedaleira (RC) Pedaleira (RC) Zamboni (RC) Menini (RC) De Melo (EC) Toigo Wagner (RC) Vitrano (RC)
Ormai si sa, chi affronta questo Real Cefalù rischia seri problemi alle coronarie… nonostante le 16 reti rimediate, si è assistito ad una prestazione tutto cuore e carattere di una squadra che onorando una città intera, per spirito, attaccamento e per la sua capacità di soffrire tutti insieme. Una sconfitta degenerata nella ripresa, dove gli anonimi di mister Milano (ancora assente per squalifica) hanno ben tenuto il campo nella prima parte, ma dovendo poi cedere ai colpi dei siciliani specie nei minuti finali. Il team biancoblu tenta di contrastare i più quotati avversari, ma nei primi 11′ va sotto di 4 reti. La reazione arriva presto, dopo aver accorciato le distanze con Monterosso, il Cefalù sigla la quinta rete e Nava riduce lo svantaggio, chiudendo la prima frazione sul 6-2 con un l’ultimo sussulto a firma del solito Menini. La ripresa parte con lo stesso piglio e dopo pochi minuti in campo sono presenti 3 ragazzi dei vivaio Cittanovese; Atri, Fenice e Pellicanó lasciando delle buone impressioni e trovando le giuste geometrie, al cospetto di veterani del futsal. Il risultato passa in secondo piano per la dirigenza Cittanovese che prosegue l’opera di potenziamento del settore giovanile a partire dal parco giocatori, unitamente alla struttura tecnica, allo staff medico-sanitario ed a tutto l’apparato organizzativo. Il vero obbiettivo biancoblù sul proprio settore giovanile è quello di creare “valore” a partire dalle risorse interne, patrimonio da accrescere di cui la principale finalità  è quella di portare gli atleti a vestire la maglia della prima squadra. Un viaggio difficile ed ambizioso quello intrapreso… ma sempre e comunque motivo d’orgoglio per la piccola-grande Cittanova. (A.S. Girolamo Siciliano)

Le altre gare in programma:
FUTSAL REGALBUTO-SANT’ISIDORO 3-2
Riposa: REAL ROGIT

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Futura Energia Soverato pronta a tornare sul parquet

Solamente quattro anni fa, nel 2017, la Futura Energia Soverato alzava la Coppa Italia dop…