Home Archivio Serie C1: risultati, marcatori e commenti della quindicesima giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della quindicesima giornata

29 min. di lettura
0
0

Si è disputata la quindicesima giornata nel campionato regionale di serie C1, di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

AMANTEA C5-LAMEZIA SOCCER 4-5
Marcatori: 4′ Donato, 15′ Deodato, 17′ Motolese (A), 19′ De Luca (A), 22′ Mammola (A), 25′ Donato, 33′ Pellegrino (A), 49′ Donato, 59′ Marullo

Lamezia Soccer oggi
Lamezia Soccer oggi

Decimo punto in quattro gare per la Lamezia Soccer di mister Carrozza che batte l’Amantea, inguaiandola sempre di più. Partono forte gli ospiti che già al quarto minuto vanno in vantaggio con capitan Donato che con un tiro dalla distanza trova impreparato il portiere di casa Petralia. L’Amantea, consapevole di giocarsi una delle ultime chance per agganciare il treno salvezza, prova a gettarsi in avanti andando vicina al pari con Mammola che impegna il portiere orange Scerbo con una botta dal limite. I tirrenici provano a scardinare la difesa ospite ma si espongono alle ripartenze e, in una di queste, Deodato si presenta solo davanti al portiere non fallendo l’appuntamento con il raddoppio. Da qui in poi nasce una partita nella partita, l’Amantea tita fuori tutto l’orgoglio dei suoi veterani, la Lamezia Soccer, forse già convinta di aver portato a casa la posta in palio, allenta la presa concedendo qualche spazio di troppo agli avanti locali. Nemmeno il tempo di festeggiare che, al diciassettesimo minuto, è il rientrante Motolese ad accorciare le distanze con una finezza. Passano appena due minuti e De Luca scarica un bolide sotto l’incrocio, al termine di una penetrazione centrale. Al ventiduesimo, l’Amantea completa la rimonta andando in rete con Mammola, al termine di un’azione fotocopia della precedente, imbucata centrale e tiro forte nel sette. I padroni di casa potrebbero addirittura andare ancora in rete ma Motolese, presentatosi solo davanti a Scerbo, si vede respingere in angolo la conclusione a colpo sicuro. Mister Carrozza, saggiamente, decide di chiamare un timeout ed i suoi ragazzi tornano in campo nuovamente concentrati trovando immediatamente la rete del 3-3 di capitan Donato. Prima del riposo la palla del vantaggio capita sui piedi di De Luca che spara forte dal limite, ma Scerbo è attento e respinge ancora tenendo i suoi in partita. La seconda frazione, giocata a ritmi inferiori rispetto alla prima, vede l’Amantea trovare nuovamente il vantaggio con Pellegrino che, si districa in mezzo a tre difensori e mette dentro la rete del 4-3. La Lamezia Soccer, però, dimostra di avere un grande orgoglio e riesce a trovare ancora il pari con Donato che sigla la sua terza rete personale con un diagonale da posizione defilata che beffa ancora Petralia. Nel finale, mister Prati inserisce il portiere di movimento per provare a vincere l’incontro senza però riuscire a trovare il varco giusto. Proprio allo scadere, invece, gli ospiti usufruiscono di un calcio di punizione per un fallo subito da Montesanti. Morelli scarica intelligentemente su Marullo che calcia in porta trovando, grazie ad una deviazione decisiva in mischia, la rete che vale altri tre punti importanti. 

FIVE SOCCER CATANZARO-BOVALINO C5 4-2
Marcatori: 6’ Stuppino (B) 22’ M. Capicotto (FS) 40’ Pratticò (B) 50’ e 54’ Giampà (FS), 61’ Zurlo (FS)

Giampà
Giampà

Partita molto equilibrata quella odierna specialmente nei primi minuti di gioco in cui le due squadre pensano più a studiarsi che ad attaccare. Al sesto minuto una palla recuperata a centrocampo permette al Bovalino di portarsi in vantaggio, a quel punto la Five si riprende dal torpore e comincia a macinare gioco ma la disattenzione sotto porta e un ottimo portiere, migliore in campo, dicono di no al forcing della squadra di casa. Al ventesimo un tiro a botta sicura di Capicotto Mario si infrange sul palo ma un paio di minuti dopo Zurlo da una palla con il contagiri sempre a Capicotto Mario che con un pallonetto millimetrico mette a sedere difensore e portiere avversari. La partita continua con ripetuti capovolgimenti di fronte che però non portano ad alcuna segnatura. Il secondo tempo il Bovalino aspetta nella propria metà campo la Five che viene fermata almeno un’altro paio di volte da un attentissimo portiere avversario quando al decimo e di nuovo il Bovalino a portarsi in vantaggio. A questo punto il forcing della Five diventa incessante e raggiunge il pareggio su un tiro di Giampà deviato che spiazza il portiere. Al 22′ Capicotto A. dopo una splendida discesa colpisce in pieno l’incrocio dei pali, questo e’ il preludio al gol che arriva puntuale dopo un paio di minuti quando dopo una splendida azione partita dalla propria metà campo, viene smarcato sul secondo palo Giampà che insacca la palla del 3-2. Le squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto ma al primo minuto di recupero Zurlo e Capicotto M. partono dalla propria metà campo passandosi ripetutamente la palla finquando Capicotto M. Restituisce l’assist del primo tempo a Zurlo che da un metro deve solo insaccare la palla e correre ad abbracciare tutti i compagni di squadra che non aspettavano altro. (A.S. Five Soccer)

fpolistena
Franzè e Paternò timbrano il tabellino

FUTSAL POLISTENA-ZEFHIR 6-0
Marcatori: 3 Franzè, Aziz, Rappocciolo, Paternò (FP)
Partita a senso unico quest’oggi al Palazzetto “Caduti sul Lavoro” per gli uomini di mister Alfarano che sia nel primo tempo, che successivamente nella seconda frazione hanno dominato l’incontro in lungo e largo. Nella prima frazione, terminata 3-0 per i padroni di casa, gli ospiti si sono visti sporadicamente su errori in disimpegno del Futsal Polistena. Il secondo tempo, sviluppatosi sulla falsa riga del primo, vede i reggini di mister Vazzana schierarsi da subito con il portiere di movimento subendo immediatamente la quarta marcatura. Il tecnico biancorosso, capita la giornata no, rinuncia alla mossa tornando a giocare con il portiere tra i pali ma i polistenesi, con Franzè sugli scudi, arrotondano fino al 6-0 finale. Vittoria meritata e mai in discussione, la squadra ha risposto bene anche dopo la sconfitta immeritata patita sul campo del Traforo nello scorso turno. (A.S. Futsal Polistena) 

FUTURA ENERGIA SOVERATO-LA SPORTIVA TRAFORO 5-3
Marcatori: 3′ Ranieri (S) 5′ Ferraro (T) 10′ Castanò (S) 14′ Ferraro aut. (S) 19′ Sindoni (T) 27′ Ranieri (S) 54′ Gregoraci (S) 60′ Marlon (T)

Ranieri
Ranieri

21 Gennaio 2017 e conseguente prima in casa nell’anno nuovo che sorride alla Futura Energia Soverato che si sbarazza con lo stesso punteggio della finale della Final Four (5-3) sempre contro la seconda classificata in quel di Polistena il 6-7 Gennaio, La Sportiva Traforo. Giro di campo iniziale con la Coppa Italia vinta 14 giorni prima, per gli eroi di Soverato, gli uomini del Presidente Vito Loprieno, del Mister Giovanni Venanzi e del Capitano “Il Messia” Rodolfo Ranieri che con la Coppa in Mano fa un giro completo del Palasport “Franco Scoppa” tra i tifosi festanti che applaudono l’impresa e la conseguente passerella trionfale. Futura Energia Soverato che non vinceva da 4 partite, ultima vittoria in casa il 26/11/2016, il successivo rullino narrava 3 sconfitte tutte fuori casa a Siderno, Lamezia e Cetraro, intervallate da un pareggio Casalingo contro il Bovalino. La Sportiva Traforo del Mister Giuseppe Madeo dal canto suo era reduce da una vittoria Casalinga per 1-0 contro il Futsal Polistena. Match subito caldo nei primi minuti e Futura Energia che si porta avanti con il suo Capitano “Il Messia” Rodolfo Ranieri che sugli sviluppi di un contropiede a tutto campo arriva di fronte il portiere avversario e lo trafigge con un sinistro chirurgico di rara bellezza. La Sportiva Traforo non ci sta e alza il ritmo trovando il pareggio al 5′ con un invenzione del suo Capitano Fabio Buffone che imbecca sul secondo palo lasciato solo Alessandro Ferraro che pareggia i conti siglando il gol N* 17 in campionato al secondo posto della classifica cannonieri della C1 a pari merito con lo straordinario Juninho (Cetraro) e dietro il grande Bomber Emanuele Zurlo della Five Soccer primo con 24 reti all’attivo. La Sportiva ci prova dopo il pareggio, ma e’ la Futura Energia a venirne fuori con il suo Vice Capitano, “Re Leone” , Christian Castanó, che al minuto numero 10′ fa tutto da solo, prova un tiro dall’out di destra, dopo una respinta di un difensore si sistema il pallone sul sinistro gonfiando la rete. Futura Energia Soverato avanti 2-1. Futura Energia che ora spinge per creare situazioni goal importanti riuscendoci un altra volta al 14′ con “L’Hispanico” Christian Santise e non con l’autorete di Ferraro come riportato da alcune testate giornalistiche on line, poiche’ il pallone calciato in porta da Santise sarebbe finito nello specchio della porta ugualmente e la conseguente deviazione impercettibile di Ferraro e’ ininfluente. Si Sveglia dallo schock La Sportiva Traforo e colpice ben 2 legni in pochi minuti ( saranno 6 i legni totali colpiti dagli ospiti in totale) con Buffone e Cosentino prima del goal di Sindoni (classe 97′) che sfrutta al meglio una disattenzione di Santise che perde palla in un contrasto con Ferraro che serve Sindoni che a tu per tu con Loprieno sigla il -1 per gli ospiti. Risultato al 20′ di 3-2 per i Padroni di Casa. Colpo che fa bene alla Futura Energia Soverato che mattatrice del campo riesce a portarsi sul 4-2 al 28′ con un assist straordinario, un lancio millimetrico di “David Coulthard” Antonio Loprieno, che serve “Il Messia” Rodolfo Ranieri che con un colpo da Biliardo impressionante toccando con la punta il pallone a mezza altezza prima che scendesse ne fa 4 per la Futura Energia e sigla il suo secondo personale della partita, il 10 complessivo in stagione. Finisce qui il primo tempo, e la ripresa si apre con La Sportiva Traforo agguerrita che cerca di impensierire la retroguardia della squadra Soveratese, colpendo ben 3 legni, il piu’ clamoroso col giovanissimo classe 99′ Graziano Pietro che da pochissimi metri a botta sicura colpisce la traversa piena. Partita che si avvia verso la fine e mantenendo i suoi standard con un livello alto di giocate e ripartenze ha da annoverare il 5-2 da parte di “Abbracci&Baci” Giovannino Gregoraci, che con un sinistro angolatissimo fa esplodere il Palasport “Franco Scoppa” e festeggia la prima rete in campionato dopo le decisive 3 reti in 2 partite nella Final Four in Coppa Italia. Terzo goal della Sportiva Traforo che sancisce il punteggio sul definitivo 5-3 segnato da Leal Zara Marlon nei 6 minuti (4 regolamentari +2 di recupero) in cui la squadra di Rossano aveva provato la carta del Portiere di Movimento. La Sportiva Traforo che alla luce della sconfitta rimane tranquilla con 22 punti, vicinissima a soli 3 punti dalla zona playoff, Futura Energia che aldila’ della Coppa Italia, riesce ad interrompere la striscia negativa che l’aveva vista portare 1 punto solo nelle ultime 4 match di campionato, e chissa’ che questo non possa essere un buon auspicio per l’imminente sfida di Martedi 24 Gennaio 2017 alle ore 15:00 contro la squadra siciliana del Mascalucia nell’Andata degli Ottavi Di Finale di Coppa Italia Fasi Nazionali. (A.S. Paolo Moniaci)

KROTON C5-ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO 5-1
Marcatori: 2′ L. Martino, 12′ Monterosso (E) 28′ Federico, 36′ Cimino, 56′ L. Martino, 60′ Gerace

L. Martino
L. Martino

Prosegue la scalata del Kroton in classifica, decimo punto in quattro partite per i ragazzi di mister Orto che oggi rimandano battuta la ex capolista Enotria reduce, invece, da un periodo difficile con due soli punti ottenuti nelle ultime quattro gare disputate. Kroton in vantaggio dopo appena due minuti con Luigi Martino che, su calcio di punizione, scarica un bolide che buca Rotella. L’Enotria non si scompone e, dopo aver fallito il pari con Carnuccio, si rimette in carreggiata con il tiro non irresistibile di Monterosso che segna il gol dell’1-1. A due minuti dal termine, il Kroton trova nuovamente il vantaggio con il giovane Federico che ribadisce in rete un tiro di Gerace deviato da Rotella. Nella ripresa non cambia il copione, al sesto padroni di casa che vanno in rete con Cimino dopo una bella azione personale di L. Martino. Mister Cundò prova a scuotere i suoi giocando la carta del portiere di movimento, però, sono ancora i pitagorici a trovare la via della rete con L. Martino che recupera palla e mette dentro a porta vuota. L’Enotria prova a tornare in gara ma Russo dice di no ed al sessantesimo è Gerace, ancora dalla distanza, a mettere a referto la rete del definitivo 5-1. 

Marando
Marando

MAESTRELLI C5-FANTASTIC FIVE SIDERNO 4-1
Marcatori: 10’ Marando, 28’ Nigero, 47’ Gimondo (FF), 57’ rig. e 60’ Lorenti
Vittoria di importanza siderale per la Maestrelli che batte la Fantastic Five Siderno avvicinandola in classifica. Partono forte i padroni di casa che al decimo minuto passano grazie a Marando che, appostato sul secondo palo, chiude l’assist di Suraci. Gli ospiti, a questo punto, si scoprono offrendosi alle ripartenze dei padroni di casa che vanno più volte vicino alla rete del raddoppio, specialmente in un’occasione con Gattuso. Si deve aspettare il ventottesimo minuto per assistere alla seconda marcatura della Maestrelli con Nigero che mette dentro un forte diagonale sul secondo palo di Arcudi. La seconda frazione vede le due squadre giocare più a viso aperto, sono gli ionici ad accorciare le distanze con Gimondo che, al quarantasettesimo, mette dentro una punizione velenosa dal limite con la retroguardia casa non esente da colpe. La Maestrelli non si scompone e continua a fare la gara trovando a tre minuti dal termine il gol del 3-1 con Lorenti che, con freddezza, segna il calcio di rigore assegnato per fallo su Marando. Mister Iannopollo, senza più nulla da perdere, gioca la carta del portiere di movimento senza trovare il varco giusto, al contrario, è lesto Lorenti direttamente dalla propria area a mettere dentro la rete del definitivo 4-1 a porta sguarnita. 

ROGLIANESE-ATLETICO CETRARO 1-4
Marcatori: 8′ Milano (R) 21′ Juninho (AC) 32′ Losada (AC) 46′ Juninho (AC) 51′ Ribeiro (AC)

Juninho
Juninho

Primo tempo di marca roglianese che tiene testa ai piu quotati avversari mantenendo un ottimo possesso palla ed una supremazia territoriale che appassiona i tifosi che riempiono anche oggi il palazzetto. Al minuto 8 Milano chiude sul secondo palo una bellissima azione personale di Gerbasi. Gli ospiti cercano di reagire ma i rossoneri chiudono bene tutti i varchi,sfiorando il raddoppio con Stumpo, che angola troppo sfiorando il palo. Al 21 sale in cattedra Juninho, manco a dirlo il migliore in campo in assoluto e,complice una carambola sfortunata di un giocatore rossonero,segna il gol del pareggio. Il tempo si chiude con i padroni di casa che controllano il match senza particolari affanni. La seconda frazione di gioco inizia con la rete ospite dopo 2 minuti, con Losada,su schema d’angolo. La Roglianese accusa il colpo ma tenta ugualmente di reagire. Juninho orchestra il gioco in maniera eccellente e al 16 va in rete al termine di una percussione centrale, con un tiro che non lascia scampo a Cuconato. Mister Sicilia alza il pressing dei suoi, nella speranza di recuperare una gara che sembra ormai segnata. Al 21 si ci mette anche la sfortuna ed un rimpallo fortuito su Ribeiro si trasforma in un pallonetto beffardo che finisce alle spalle del portiere, posizionato al limite della propria area di rigore. Seconda sconfitta consecutiva e situazione che comincia a diventare preoccupante per la Roglianese, che sabato andrá a Rossano contro il Traforo con gli uomini contati. Positivo anche oggi l’impatto dei 3 Juniores impiegati, in ottica futura l’ investimento di una societá a “kilometro zero” impegnata nella lotta ad una salvezza che varrebbe molto più di 100 vittorie. (A.S. Roglianese)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Vigor Lamezia, nuovo ingresso in società

La Vigor Lamezia ufficializza l’ingresso in società di Massimo Amendola, imprenditore nel …