Home Archivio Serie C1: risultati, marcatori e commenti della ventesima giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della ventesima giornata

20 min. di lettura
0
0

Si è disputata la ventesima giornata nel campionato regionale di serie C1, di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

Juninho

ATLETICO CETRARO-BOVALINO C5 2-0
Marcatori: 2 Juninho (AC)
Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la vice-capolista che dopo il brutto scivolone di Siderno non aveva altro risultato per continuare e riprendere la rincorsa alla capolista Five Soccer. I padroni di casa si presentano alla gara odierna privi dello squalificato Losada mentre il Bovalino ha gli uomini contanti ed arriva a Cetraro privi di ben sei titolari e con Avarello rimesso in piedi dopo un violento attacco influenzale. La gara è sempre in mano ai padroni di casa che in diverse circostanze provano a scardinare l’attenta difesa ospite orchestrata da mister Franco e da un superlativo Manti che nega la gioia del goal in diverse occasioni, aiutato anche dalla traversa, agli attacanti cetraresi. Il primo tempo si chiude sul nulla di fatto e nella ripresa, spinti dal pubblico presente e dai risultati (favorevoli) provenienti dagli altri campi, Juninho suona la carica e nell’arco di 7 minuti segna la sua doppietta personale ed incalana la gara sui binari della vittoria. Il Bovalino ci prova con orgoglio e determinazione ma trova una difesa attenta e grazie alla strepitosa prestazione di Manti, anche nel secondo tempo salvato da due legni, riesce a a limitare il passivo. (A.S. Atl. Cetraro)

Monterosso

ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO-LAMEZIA SOCCER 3-2
Marcatori: 1′ Morelli (LS) 32′ Mirante t.l.(E) 46′ Montesanti (LS) 56′ Tallarigo (E) 62′ Monterosso (E)
L’Enotria vince all’ultimo respiro una gara al cardiopalma, magari non bella tecnicamente ma molto avvincente dal punto di vista agonistico. La posta in gioco ovviamente era alta, com’è giusto e logico che sia a questo punto del campionato; se da una parte l’Enotria doveva assolutamente vincere, per mantenersi a stretto contatto con la capolista Five Soccer, dall’altra parte il Lamezia aveva anch’essa bisogno di punti per allontanarsi il più possibile dalla zona play-out e per continuare a coltivare il sogno play-off. Pronti via e la squadra ospite si porta subito in vantaggio con Morelli, abile a sfruttare un grande pasticcio difensivo dei padroni di casa. I successivi tentativi di pervenire al pareggio da parte dei catanzaresi sbattono sempre puntualmente contro il muro difensivo eretto dagli ospiti, fino a quando proprio in chiusura di prima frazione succede un episodio che surriscalda eccessivamente gli animi in campo, ovvero gli arbitri fischiano il sesto fallo al Lamezia, con conseguente tiro libero a favore dell’Enotria e i giocatori chiedono, come da regolamento, di battere dalla posizione più avanzata in cui è stato subito il fallo, ma incredibilmente i direttori di gara sono indecisi nel consentire ciò ai padroni di casa, per cui nascono le giuste e reiterate proteste da parte dei locali nel tentativo di far valere le proprie ragioni e finalmente, dopo alcuni minuti di indecisione, gli arbitri consentono giustamente la battuta del tiro libero e bomber Mirante ne approfitta immediatamente portando i suoi sull’1-1 con una bordata sotto la traversa imprendibile per il portiere avversario. Nella ripresa l’Enotria cerca di schiacciare gli avversari per portarsi in vantaggio, ma la mira è imprecisa e il tiro a botta sicura di Monterosso si infrange sulla traversa, addirittura su una ripartenza ben orchestrata è la squadra ospite a riportarsi in vantaggio con Montesanti, il quale finalizza una bella azione gelando la compagine di Mister Cundò, il quale a quel punto nei minuti finali si affida alla tattica del portiere di movimento per cercare di scardinare l’attenta retroguardia avversaria e la scelta ripaga a pochi minuti dalla fine, allorquando Tallarigo insacca da posizione defilata con una conclusione di potenza. Nei minuti di recupero l’Enotria completa la rimonta grazie ad una grande azione personale di Monterosso, che recupera palla e si invola verso la porta avversaria, infilando inesorabilmente il gol del definitivo 3-2 e regalando ai suoi una insperata quanto importantissima vittoria che consente alla squadra catanzarese di riportarsi a meno uno dalla vetta. (A.S. Enotria Città di CZ)

Festa F. Polistena

FUTSAL POLISTENA-AMANTEA C5 9-1
Marcatori: 3 Briga, 2 Pettè, 2 Rappocciolo, Paternò, V. Varamo (FP) Canonaco (A)
Partita a senso unico dominata dall’inizio alla fine dal Futsal Polistena con gli ospiti che hanno creato pochissimo. Tre punti preziosissimi in chiave playoff per gli uomini di Alfarano che tornano a vincere in casa dopo la sconfitta di qualche settimana fa contro il Soverato. Oggi partita facile sulla carta, in campo il risultato lo ha confermato. Nove reti a uno, tripletta di Briga, doppiette di Pettè (tornato in auge) e Rappocciolo e un gol a testa per Paternò e una rete anche per il capitano della juniores V.Varamo. Da segnalare per i padroni di casa l’esordio negli ultimi dieci minuti del govanissimo portiere della juniores alla prima presenza in C1. Uno score che non lascia dubbi sulla differenza in classifica delle compagini. I padroni di casarestano in scia del Kroton per la lotta al quarto posto e sono già proiettati alla sfida di sabato prossimo sul campo della capolista Five Soccer CZ. Gli ospiti con più di un piede nella fossa possono sorridere per il gol della bandiera realizzato dal sedicenne Canonaco (classe 2001), forse un record per la serie C1. (A.S. Futsal Polistena)

Politi

FUTURA ENERGIA SOVERATO-ROGLIANESE 3-2
Marcatori: 17′ Gregoraci (S) 21′ Politi (S) 33′ Franzè (R) 40′ Sinopoli rig. (S) 56′ Aragona (R)
Gran bella partita, un’incertezza di Cuconato spiana la strada ai padroni di casa al minuto 17. La Roglianese, fino a quel momento impeccabile,accusa il colpo e quattro minuti dopo subisce il raddoppio con una rete che steappa applausi anche ai rossoneri. Nell’intervallo, l’infortunato Marsico, oggi in panchina come sostituto dello squalificato (Sapia docet) mister Sicilia, catechizza i compagni organizzando un pressing ultraoffensivo che porta i suoi frutti dopo tre minuti di gioco, con la rete di Franzè che rida entusiasmo alla Roglianese. A questo punto,come un orologio svizzero entra in scena il fenomeno di giornata, Fiumara di Crotone, che estrae dal cilindro un rigore inventato. 3-1 e tutto da rifare. Loprieno alza una barriera insormontabile tra i pali e solo a quattro minuti dal termine Aragona riesce a segnare su tiro libero. Capitan Stumpo entra da quinto uomo, ma fino al triplice fischio non cambia nulla. Tifo caldo ma correttissimo, ospitalità perfetta, ma non c’erano dubbi su questo. Grande rammarico in casa roglianese per come si è materializzata la sconfitta ma c’è anche da dire che nel computo finale vanno segnalati cinque pali colpiti dai biancorossi. Ancora una volta in distinta con un gruppo giovanissimo, (4 del ’98, un ’97 e un ’96) che deve necessariamente crescere in fretta per centrare l’obiettivo salvezza. Testa a sabato prossimo, quando al Pala De Siena sarà ospite l’Enotria, e, dopo le aspre polemiche dell’andata, con il comportamento molto poco sportivo messo in atto dai catanzaresi, siamo sicuri che i rossoneri vorranno dimostrare il loro valore con una vittoria fondamentale in chiave salvezza, spinti, come al solito,dal pubblico delle grandi occasioni. (A.S. Roglianese)

L. Martino

KROTON C5-FIVE SOCCER CATANZARO 5-2
Marcatori: 8′ Cimino (K) 15′ A.Capicotto (FS) 28′ L. Martino (K) 40′ L. Martino (K) 44′ Gerace (K) 48′ Zurlo rig. (FS) 58′ Gerace (K)
Il Kroton di mister Orto ferma la corsa della capolista vincendo meritatamente per 5-2. Catanzaresi che giungono all’appuntamento rimaneggiati portando in distinta solamente sette uomini, padroni di casa al completo. Kroton avanti all’ottavo minuto con Cimino bravo a ribattere in rete dopo varie respinte dell’estremo difensore ospite Scerbo. Al quindicesimo la capolista trova il pari con l’eurogol di capitan Andrea Capicotto che mette la sfera all’incrocio dove Russo non può arrivare. Prima della mezzora sono ancora i padroni di casa a tornare avanti con il bolide dal limite di Luigi Martino. Sul risultato di 2-1 si conclude, così, la prima frazione. Partita che si accende nella ripresa con qualche parapiglia di troppo, il più concentrato è ancora Luigi Martino che di sinistro infila ancora in rete al termine di una bella azione personale. Passano appena quattro minuti e questa volta è Gerace a far esplodere la gioia dei suoi. A dodici dalla fine la Five Soccer prova a rientrare in partita, giocando anche con il portiere di movimento, e ci riesce grazie al calcio di rigore trasformato dal bomber Zurlo. Gli ospiti spingono e colpiscono anche un palo, che fa il paio con la traversa del Kroton del primo tempo, poi a due minuti dal termine è Gerace che chiude la contesa siglando la rete del definitivo 5-2 a porta sguarnita. 

Ingresso LS Traforo-FF Siderno

LA SPORTIVA TRAFORO-FANTASTIC FIVE SIDERNO 4-4
Marcatori: 2’ Cajal (FFS) 3’ Cosentino (TR) 14’ Buffone (TR) 25’ Fiorenza (FFS) 40’ Cajal (FFS) 43’ Dentini (TR) 55’ Maykon (TR) 59’ Cajal (FFS)
Una prestazione sotto tono che complica il cammino dei rossanesi sia in prospettiva play off che in quella play out. Una gara equilibrata, complice la grande voglia di lottare del Siderno che ha risposto colpo su colpo ai padroni di casa. Uniche note positive per i bizantini le prestazioni dei giovani Dentini, Graziano e Cirullo completamente integrati nel contesto di gioco. (A.S. LS Traforo)

Minuto di raccoglimento Zefhir-Maestrelli

ZEFHIR-MAESTRELLI C5 3-3
Marcatori: 7” Gattuso (M) 14′ Presini (Z) 18′ Santisi (Z) 22′ Dieni (Z) 43′ e 50′ Lorenti (M)
Derby Reggino regna la sportività e l’equilibrio in campo, primo tempo di marca Zefhiriano nonostante lo svantaggio iniziale al 7″con un gol su punizione dell’ex Gattuso che passa sotto le gambe del portiere juniores Imbalzano, il giocatore dei Dragons non esulta per rispetto della società che l’ha cresciuto. Poi lo Zefhir prende campo e partita in mano colpendo tre traverse nel giro di cinque minuti, due con Presini e una con Zoccali. La superiorità in campo si concretizza con Presini che pareggia i conti, 2 minuti dopo su schema di calcio d’angolo Santisi porta avanti i biancorossi che tre minuti dopo portano il parziale sul 3-1 con Dieni. Nella ripresa la Maestrelli entra grintosa nonostante diversi tentativi non riesce a riaprire la gara, ma ne’aprofitta al 12 quando Presini cerca di uscire palla a piede perdendola, in agguato Lorenti che con un diagonale firma il 3-2 riaprendo i giochi. Lo Zefhir subisce il colpo è al 20 un’altro pallone perso da Catanese consente a Lorenti di realizzare il pari. Nel finale diversi ribaltamenti da entrambe le parti senza riuscire a concretizzare le occasioni. Un pari che non accontenta nessuno. (A.S. Zefhir)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Futura Energia Soverato pronta a tornare sul parquet

Solamente quattro anni fa, nel 2017, la Futura Energia Soverato alzava la Coppa Italia dop…