Home Archivio Serie C2 gir. B: risultati, marcatori e commenti della diciannovesima giornata

Serie C2 gir. B: risultati, marcatori e commenti della diciannovesima giornata

30 min. di lettura
0
0

Si è disputata la diciannovesima giornata di campionato in serie C2 girone B, di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

Città di Lazzaro 18/2/2017

CITTA’ DI LAZZARO-REGGIO FC 4-2
Marcatori: Nelo (CL) Mazzei (R) Basile (R) Zumbo (CL) Modafferi (CL) Saraceno (CL)
Vince e convince la formazione di mister D’Arrigo. Una gara accesa, viva ed in costante equilibrio. Pochissimi secondi ed i padroni di casa vanno in vantaggio con Nelo. Gli ospiti reagiscono con un micidiale 1-2 che ribalta il risultato. Nella ripresa arriva il pareggio di Zumbo e Modafferi ad otto minuti dalla fine regala il vantaggio per i padroni di casa, nel finale Saraceno consolida il punteggio sul definitivo 4 a 2. Tre punti importantissimi nella corsa verso la salvezza. (A.S. Città di Lazzaro)

Bartolo G.

FILADELFIA CUP-DJANGO BH LOCRI FUTSAL 4-11
Marcatori: 3 E. Puro, 3 Palamara, 3 G. Bartolo, G. Femia, G. Longo (L) 2 Mancari, Valia, Bonelli (FC)
Filadelfia Cup che non riesce a trovare i tre punti contro un buon Locri. Primo tempo dove si segnalano protagonisti i due portieri, ma alla fine sarà di marca ospite che per l’appunto sbatte contro un grande Bonelli che tiene a galla i suoi, a cui però non sono bastati i gol del solito Mancari e del giovane Valia terminando il primo tempo sotto di un gol. Nel secondo tempo il Cup parte alla grande con Mancari che pareggia subito i conti e rischia più volte di andare in vantaggio, ma al sorpasso ospite la squadra non reagisce più e si scioglie come neve al sole. Il Locri ha vita facile e travolge le api. Cup che resiste solo un tempo, lontano parente di quello visto nell’ultima partita casalinga. (A.S. Filadelfia Cup)

Ingresso in campo Ludos-Aurora Gallico

LUDOS-AURORA GALLICO 4-5
Marcatori: 2′ Palma (L) 7′ Dascola (L) 8′ A. Modafferi (AG) 18′ Minniti (AG) 28′ Minniti (AG) 45′ Dascola (L) 46′ Minniti (AG) 62′ Minniti (AG) 63′ Polimeni (L)
Seconda sconfitta casalinga per la Ludos Vecchia Miniera che non riesce quest’oggi a superare in casa la squadra reggina dell’Aurora Gallico che si impone al Centro Sportivo “Momenti di Sport” con il risultato di 4-5. Dura solamente otto minuti la partita dei neroarancio che partono molto bene grazie ad una ordinata fase difensiva ed ad una concreta e cinica fase offensiva. Quattrone che deve fare a meno del suo capitano e miglior realizzatore della squadra Minniti(fuori per squalifica) e di Luca Maio per infortunio, si affida sin dalle prime battute all’esperienza di Palma. Proprio il pivot, oggi con la fascia di capitano, ringrazia della fiducia accordatagli e dopo appena due minuti sblocca il risultato con un diagonale su cui nulla può il giovane portiere avversario. Gioca bene in questa prima fase la Ludos e Dascola al 7’ raddoppia con un tiro da fuori su schema da calcio d’angolo. Un minuto più tardi Polimeni nel tentativo di anticipare l’avversario in area di rigore, prende prima la palla ma tocca anche la gamba del giocatore che rovina per terra ed induce il D. di G. a concedere il penalty. Sulla palla si piazza Modafferi, capocannoniere del girone, che, fredda Tiziano e accorcia le distanze. Da questo momento la Ludos va in confusione. Errori continui nei passaggi e poca lucidità si contrappongono adesso ad una migliore organizzazione e gioco di squadra dei gialloblu che portano al 18’ al pareggio degli ospiti ad opera di Minniti. Solo per la cronaca, prima del pareggio ospite, da segnalare un occasione per D’amico, solo in area avversaria, pescato da Vilardi, non riesce a girarsi facendosi anticipare dal portiere, e un tiro da fuori di Tiziano che si perde di poco a lato alla destra dell’estremo difensore Gallicese. Al 20’ ci prova Polimeni ma il portiere respinge, stessa sorte al 25’ per Minniti con Tiziano che devia in angolo. Minniti che però si rifà tre minuti più tardi allorquando Malavenda da ultimo perde palla al centro del campo favorendo la ripartenza ed il conseguente vantaggio degli ospiti. In pieno recupero di primo tempo ci prova ancora Dascola ma il tiro viene salvato sulla linea. Negli spogliatoi il mister avrà tacciato i suoi di scarsa verve agonistica e di gioco, perché l’inizio della seconda frazione fa ben sperare. In effetti il primo tiro in porta è degli ospiti, ancora con Minniti che sfiora il palo con Tiziano in uscita. Passato questo spauracchio, il primo quarto d’ora, seppur condizionato da molteplici falli(mai cattiveria) da ambo le parti, è di marca neroarancio. Polimeni e compagni riprendono in mano il pallino del gioco pressando alti, ma stentano ad andare a conclusione grazie anche ad un’ottima fase difensiva dei gialloblu che si arroccano nella loro area concedendo poco ai padroni di casa. Al 15’ la Ludos perviene al pareggio con Dascola ma la squadra di casa non ha nemmeno il tempo di gioire che ancora una volta Minniti la inchioda. I tanti falli fanno giungere presto le due squadre al tiro libero, ma prima Dascola da una parte poi Modafferi dall’altra si fanno parare i rispettivi tiri dai due portieri. Al 25’ l’Aurora rimane in 4 a seguito dell’espulsione di Fiumanò, ma nonostante la superiorità numerica ed il portiere di movimento messo in atto da mister Cutrupi, la Ludos non riesce a pareggiare i conti ed anzi subisce la quinta rete in pieno recupero, che chiude di fatto il match. Solo per gli almanacchi, la rete di Polimeni a venti secondi dal termine. Una Ludos senza verve agonistica, non può nascondersi dietro le assenze come quella di Minniti e Maio, o agli acciacchi di Malavenda, l’“anarchia” di alcuni giocatori non giova alla squadra ed all’ambiente neroarancio. Bisogna voltare pagina e farlo anche presto. Oggi pomeriggio, seppure le prime due non si fermano difronte a nessuno, in chiave playoff tutte le contendenti hanno ceduto il passo, ma ora c’è anche l’Aurora Gallico. Sabato prossimo altro delicato incontro a Vibo, con i locali che vorranno uscire dalla zona playout, ma la Ludos non si può permettere di concedere il bis. A fine partita da segnalare l’ottima prestazione del Sig. Turiano, della Sezione di Reggio Calabria, che ha saputo condurre un’ottima direzione di gara. Spesso siamo per primi noi Dirigenti a criticare il loro operato ma bisogna anche darne il giusto riconoscimento quando lo meritano. (A.S. Mario Albino)

Pol. Molochiese

POLISPORTIVA MOLOCHIESE-VIBO C5 7-0
Marcatori: 4 Ricevuto, 2 Nucifora, Sisinni (PM)
Molochiese forza 7 bella e “cazzuta” come mai in questa stagione. Partita perfetta! Ragazzi devastanti dal primo all’ultimo minuto. Porta inviolata per la prima volta nella storia della Molochiese calcio a 5. Solo note positive oggi per gli uomini di Mister Cucinotta che hanno giocato una partita gagliarda e a tratti anche spettacolare sotto il profilo tecnico. Grande dimostrazione di forza al cospetto di una squadra in salute come il Vibo che vanta in rosa giocatori di categoria superiore oggi completamente annullati dalla voglia di vincere della Molochiese. Eroico Condrò che nonostante un risentimento muscolare durante il riscaldamento, ha stretto i denti, giocando 55 minuti senza mai essere sostituito. Letale oggi Ricevuto, a tratti incontenibile autore di un poker. Per quanto riguarda il match. Partita mai in discussione. Monologo dei padroni di casa che costruiscono azioni pericolose a raffica fin quando ha inizio il Ricevuto Show. Tripletta che mette in discesa il resto della partita. La Molochiese si diverte ma in alcuni frangenti stacca la spina e a quel punto sale in cattedra un grande Monterosso autore di due interventi decisivi che impediscono al Vibo di rientrare in partita. Primo tempo che si chiude sul parziale di 3a0.
Secondo tempo che continua sul percorso imposto oggi dagli uomini di Cucinotta. Difesa perfetta e attacco spettacolare. Al decimo minuto del secondo tempo timbra il cartellino Nocifora dopo una prestazione sontuosa. Passano solo due minuti e Ricevuto firma il poker personale che porta il risultato sul 5a0. Vibo ormai alle corde che cerca di limitare i danni. Ma oggi la Molochiese non vuole lasciare nulla al caso. Arriva il 6a0 frutto di una schema provato giovedì in allenamento su calcio piazzato finalizzato ancora da Nocifora. Nei minuti finali gioia anche per Sisinni che trova il suo primo gol stagionale saltando il portiere e depositando in rete l’assist di Pillari. Risultato finale 7a0. Bella vittoria in chiave salvezza per la Molochiese che stacca Filadelfia Cup e Falerna oggi entrambe sconfitte. Ora testa alla prossima trasferta in casa proprio del Filadelfia Cup. Scontro salvezza delicatissimo per una Molochiese che pur giocando delle belle partite in trasferta non ha raccolto nemmeno un punto in questa stagione. È arrivato il momento di cambiare rotta. (A.S. Pol. Molochiese)

Insana

POLISTENA C5-FUTSAL CLUB FILADELFIA 4-2
Marcatori: 2 Insana, Politanò, Radu (P) D. Carchedi, Dastoli (FC)
Il Polistena vince ancora, stavolta contro un F. Filadelfia molto organizzato e ben messo in campo. La squadra di casa sà di non poter sbagliare in questo momento così delicato, merito soprattutto di una Sensation Profumerie che sta disputando un campionato di altissimo livello dimostrando di voler tenere sulle spine gli uomini di Mister Spanò che nonostante siano primi in classifica dalla prima giornata, si trovano a solo 3 lunghezze; Il F.Filadelfia invece, dopo una settimana travagliata dovuta ad alcune polemiche, torna al “futsal giocato” dimostrando di saper giocare appunto un ottimo calcio a 5 ma che purtroppo deve piegarsi alla corazzata rossoverde. Apre le marcature il Capitano del Polistena C5 Insana bravo a servire Cosoleto e inserendosi in area sigla la rete del vantaggio; dopo 10 minuti è Politanò a segnare il raddoppio; poco prima dello scadere del tempo ancora Insana, con una azione fotocopia che ha portato la prima marcatura, sigla la terza rete mandando le due squadre negli spogliatoi. Ad apertura della seconda fazione di gioco è ancora il Polistena a passare in vantaggio grazie ad Alyn ben servito da Politanò; il F.Filadelfia non si scompone e nei minuti finali trova 2 reti che gli permettono di diminuire le distanze. Un copione già scritto, si potrebbe dire, con il Polistena C5 intento a vincere questo campionato e ben conscio dell’ importanza delle vittorie casalinghe ; per il F. Filadelfia certamente, non sono queste le partite da vincere per continuare nella lotta play-off. Da sottolineare un ottima organizzazione di gioco da parte degli ospiti che nonostante siano andati sotto di 4 reti sono sempre rimasti compatti e alla fine vengono premiati con due reti; per la squadra di casa non vanno sottovalutati dei cali di concentrazione che ultimamente si stanno ripetendo spesso. (A.S. Polistena C5)

Inngresso in campo Rombiolo C5-F. Rosarno

ROMBIOLO C5-FUTSAL ROSARNO 9-6
Marcatori: 7′ Zangari (Ros), 15′ Russo, 17′ Lo Schiavo, 19′ Russo, 27′ Porretta G., 30′ Mazza, 38′ Lo Schiavo, 40′ Lo Schiavo, 42′ Porretta, 44′ Porretta G, 47′ Fazzari D. (Ros) 49′ Porretta B. (Ros), 56′ Fazzari D (Ros), 58′ Fazzari F (Ros), 61′ Fazzari D. (Ros)
Ritorna al successo il Rombiolo, che vince la partita nettamente al cospetto del Rosarno che resta in gara solo nei primi dieci minuti. Assorbita la cocente sconfitta, con annesse polemiche post-gara, di Filadelfia, i ragazzi di mister Maccarrone si ricompattano e giocando un bel calcetto in velocità si sbarazzano di uno sterile Rosarno, capace comunque di aver impensierito i locali fino al 10° minuto.La cronaca si apre come detto con il Rosarno che fa la partita con un gioco abbastanza statico però di notevole pericolosità. È bravo Petrolo a disinnescare la prima occasione capitata sui piedi di Fazzari D. al 5’, poi al 7’ passano gli ospiti con Zangari che approfitta di uno svarione difensivo del Rombiolo e insacca in rete da pochi passi dopo un bel controllo in velocità. Sembrano disorientati di ragazzi di mister Maccarrone che non riescono a tenere bene le posizioni e soffrono gli affondi rosarnesi. Cambia la partita però al 13’ con l’ingresso di Michele Falduto che da ordine ai suoi e cambia l’inerzia della partita. Infatti al 15’ Russo pareggia i conti con un gran tiro dopo una triangolazione volante con Lo Schiavo. Al 16’ lo stesso Russo sfiora il bis, ma il suo tiro si stampa sul palo. Al 17’ il Rombiolo mette la freccia con Lo Schiavo che con un missile dalle trequarti fulmina il portiere ospite. Non si ferma più il Rombiolo e al 19’ triplica le segnature con ancora Russo che ruba il pallone a Fazzari D. e si presenta solo davanti al portiere ospite che non può nulla davanti al tiro che si insacca in rete. È show Rombiolo ora. Rosarno praticamente scomparso che rimane a galla solo grazie alle parate del proprio portiere. Al 27’ arriva il quarto goal con Porretta G. che con un missile dei suoi buca la porta, su un perfetto assist di Mazza. Poi al 30’ lo stesso Mazza torna alla rete dopo tanto tempo con una bella azione in solitaria e dopo aver scartato il portiere. Da segnalare poco prima il palo di Bagnato per il Rombiolo. Finale di primo tempo 5 a 1 per il Rombiolo. Ripresa che si apre allo stesso modo del primo tempo. Primi minuti in mano al Rosarno che sfiora ripetutamente la rete  con Petrolo che diventa protagonista di belli interventi. Tutto questo fino al 38’ quando Lo Schiavo rimette le cose a posto, trasformando in una perla un ottimo assist di Falduto. Al 40’ arriva il settimo goal con ancora Lo Schiavo che segna la sua personale tripletta. Al 42’ Porretta G. firma la sua seconda rete, per poi triplicare al 44’. Rombiolo che conduce per 9 a 1. Mister Maccarrone rimescola le carte e fa giocare chi ha avuto meno minutaggio in campo e le squadre si allungano con continui capovolgimenti di fronte. Sfiorano entrambe le squadre la rete. Il Rombiolo sembra accontentarsi e lascia l’iniziativa al Rosarno che dal minuto 47’ in poi trova ben 5 reti. Al 47’ è Fazzari D. ad accorciare, per poi ripetersi al 56’. Nel mezzo c’era stata la rete di Porretta B. Che aveva siglato la terza segnatura al 49’. Ancora Fazzari F. Al 28’ trasforma un calcio di rigore ed infine chiude Fazzari D. al 61’. Finale 9 a 6 per il Rombiolo. A parte ii primi minuti, dove ha accusato troppo il Rosarno, il Rombiolo ha fatto sempre la partita e l’ha vinta meritatamente. Un po di disattenzione finale che sono costati ben 5 reti, ma ormai la partita era praticamente chiusa. Belli infine gli abbracci a fine gara tra i giocatori e dirigenti di entrambe le squadre a testimoniare il bel rapporto di amicizia sportiva. Ora il prossimo impegno del Rombiolo sarà sul difficilissimo campo della Reggio FC, ma la strada verso la salvezza continua. (A.S. Rombiolo C5)

Sensation 18/2/2017

SENSATION C5-FIVE FALERNA 9-1
Marcatori: 23′ Jervasi, 24′ G. Minnella, 32′ Origlia, 33′ G. Minnella, 35′ e 39′ Origlia, 52′ Morabito, 56′ Parrinello, 58′ F. Alì, 61′ Fazio (FF)
La Sensation Profumerie vince 9-1 in casa cotro il Five Falerna Stella Maris, proseguendo la striscia positiva. Nella prima frazione di gioco, servono 23 minuti per sbloccare il match: ci pensa Jervasi con un tiro all’incrocio dei pali da fuori. Subito dopo, raddoppio firmato da G. Minnella. Si chiude il primo tempo sullo 2-0 per i padroni di casa. Nella ripresa, è tutta un’altra storia: al 32′ arriva il goal di Origlia, poco dopo G. Minnella firma il 4-0 con un tiro da fuori. Due minuti dopo, Origlia realizza altre due reti, al 35′ e al 39′. Gli ospiti ci provano su calcio piazzato ma al 52′ Morabito a porta vuota realizza il goal del 7-0. Sul finale, mister Ierinò fa esordire due giovani, il partire Mittica, classe 2000, ed il pivot Angiò. Al 56′ va a segno Parrinello e due minuti dopo F. Alì. Nel recupero, la Five Falerna realizza il goal della bandiera con Fazio per il definitivo 9-1. (A.S. Sensation C5)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

B: Il Catanzaro Futsal corona il sogno e centra la promozione in A2

Giocato questo pomeriggio il recupero del ventiseiesimo ed ultimo turno del girone H di se…