Home Archivio Serie C2 gir. B: risultati, marcatori e commenti della quindicesima giornata

Serie C2 gir. B: risultati, marcatori e commenti della quindicesima giornata

24 min. di lettura
0
0

Si è disputata la quindicesima giornata di campionato in serie C2 girone B, di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

AURORA GALLICO-DJANGO BH LOCRI FUTSAL 6-1
Marcatori: 2 A. Modafferi, 2 G. Modafferi, 2 Minniti (AG) E. Puro (L)

Aurora Gallico oggi
Aurora Gallico oggi

Pareggio di Falerna dimenticato, la Pgs Aurora Gallico doma il Locri e torna a festeggiare i tre punti grazie ad un perentorio 6-1 che non ammette repliche. Belli e quadrati oggi i gialloneri, trascinati da un Fiumanò in giornata di grazia e da un Modafferi che, dopo il digiuno di una settimana fa, torna a firmare il tabellino con una importante doppietta. Pronti via e l’Aurora prova subito a fare la partita, nonostante il Locri si disimpegni in fase offensiva. Intorno al dodicesimo minuto, è Antonino Modafferi a sbloccare il risultato con un destro secco che si infila all’angolino. Gli ospiti barcollano e Minniti li punisce su un perfetto schema da calcio d’angolo. Si va al riposo sul doppio vantaggio per l’Aurora che, nella ripresa, cala il tris grazie al proprio capitano Modafferi, abile a sfruttare una devizione di Gnisci. Il Locri a questo punto tenta la carta del portiere di movimento trovando subito l’1-3. Gli amaranto provano ad alzare i giri del motore, ma Arrigo è in giornata di grazia e chiude ogni varco, sfiorando anche la gioia del gol. Nel finale, il Locri si scopre e i gialloneri vanno a nozza, fissando con Ant. Modafferi, G. Modafferi e Minniti il punteggio sul definitivo 6-1. (A.S. Aurora Gallico)

Lo Schiavo
Lo Schiavo

CITTA’ DI LAZZARO-ROMBIOLO C5 1-4
Marcatori: 8′ Russo (R) 22′ Lo Schiavo (R) 32′ Modafferi (CL) 41′ e 61′ Lo Schiavo (R)
Continua la striscia negativa dei padroni di casa che ancora una volta evidenziano l’incapacità di realizzare sotto porta. Gli ospiti sfruttano al meglio le poche occasioni da rete e fanno propria una gara importantissima nella corsa salvezza. Partono bene gli  uomini di mister Maccarone che già dopo otto minuti trovano la via del vantaggio grazie alla rete dell’esperto Russo. Nonostante l’importanza della post in palio, il Rombiolo sembra più deciso e prima del riposo, con Lo Schiavo arriva il raddoppio che pare mettere in ghiaccio la contesa. La ripresa, però, si apre con la rete di Modafferi per il Città di Lazzaro che torna immediatamente in partita spostando l’inerzia a proprio favore. E’ solo un fuoco di paglia, però, perché ancora Lo Schiavo un minuto dopo il quarantesimo, mette dentro la preziosa rete dell’1-3. Nei circa venti minuti seguenti i vibonesi chiudono gli spazi non concedendo azioni pericolose ai padroni di casa ed anzi, in pieno recupero, è ancora Lo Schiavo a chiudere i conti siglando la sua terza rete personale che vale il definitivo 1-4. 

Paviglianiti
Paviglianiti

FILADELFIA CUP-REGGIO FC 4-9
Marcatori: Basile (R) Polimeni (R) Serratore (FC) Mazzei (R) Martini (R) Santoro (R) Mancari (FC) Laurendi (R) Mazzei (R) Santoro (R) Laurendi (R) Mancari (FC) Diaco (FC)
Un Filadelfia Cup rimaneggiato, senza otto dei suoi titolari ko per influenza dopo la partita di Rosarno, scende in campo con gli under 18 più il capitano Mancari. Primo tempo 2-6 con i padroni di casa che segnano con Serratore Pasquale e lo stesso Mancari, nella ripresa meglio il Cup che comunque chiude con le reti di Diaco e  ancora Mancari. Cup che spera di recuperare pezzi importanti per la trasferta di Falerna. (A.S. Filadelfia Cup)

LUDOS-FUTSAL CLUB FILADELFIA
Marcatori: 14′ Panzarella (FC) 15′ Dastoli (FC) 21′ Bilotta (FC) 22′ Minniti (L) 30′ Malavenda (L) 34′ Maio (L) 42′ Minniti (L) 60′ Ubaldini (L) 61′ Maio (L)

Ludos oggi
Ludos oggi

La seconda giornata di ritorno del campionato di serie C2 vede di fronte la Ludos Vecchia Miniera e Filadelfia Futsal Club, una partita per gli uomini del duo Cutrupi/Quattrone che, per quello che hanno fatto vedere in campo, possiamo giudicare di mediocre livello, caratterizzata principalmente dalle brutte prestazioni personali di molti singoli giocatori. Eppure l’inizio dell’incontro non lasciava presagire grande difficoltà nel portare a casa l’intera posta in palio viste le occasionissime a pochi minuti dal via, sprecate malamente da Maio e Malavenda. Dall’altra parte è il portiere Tiziano a metterci una pezza su un paio di tiri scagliati da fuori dai giocatori ospiti. All’8’ ci prova Polimeni ma il portiere avversario si esibisce in una gran parata. Due minuti più tardi spreca Minniti a fil di palo. Dopo appena 10’ di gioco la Ludos cala di intensità e di concentrazione, gli avversari ne approfittano e guadagnano agevolmente metri di campo acquisendo maggiore coraggio e mettendo seriamente e continuamente in difficoltà la fase difensiva dei neroarancio, letteralmente non in palla quest’oggi. Il risultato è lo 0-2 maturato al 14’ e 15’ ad opera di Panzarella prima e Dastoli dopo. La Ludos non riesce proprio a reagire, anzi, sprofonda sempre più lentamente nei suoi stessi errori come quello fatale al 21’, con il portiere di movimento chiamato da Mister Quattrone, che causa la terza rete siglata questa volta da Bilotta. La situazione sembra irrecuperabile, ma Minniti riesce un minuto più tardi ad accorciare le distanze, nonostante la rete sembra sia viziata da un fallo precedente dello stesso giocatore. Al 25’ Maio non riesce a ribadire sotto porta la parata del portiere ospite sulla punizione di D’amico. La prima frazione scorre via con la Ludos che alza di netto il baricentro alla ricerca del gol che arriva solamente al 30’ grazie alla bella rete di Malavenda che scaglia un bolide che colpisce la traversa e si insacca alle spalle del portiere. Nel secondo tempo si vede sin da subito una Ludos più determinata ma sempre sprecona. Al 34’ finalmente il gol del pari, Tiziano dalla sua porta rilancia per Ubaldini che stoppa e mette in mezzo per Maio che facilmente insacca. Grande correttezza tra i 10 giocatori in campo ma con un pizzico di nervosismo dei neroarancio che non riescono ad esprimersi ai loro abituali livelli. Al 42’ Tiziano si ripete, lancio lungo questa volta per D’amico che mette al centro per l’accorrente Minniti per la rete del 4-3. Tiziano che al 55’ diventa il protagonista assoluto del match con il rigore parato a Carchedi. L’errore dal dischetto degli ospiti sprigiona nei neroarancio un po’ di verve agonistica che si trasforma nei goal di Ubaldini e Maio che chiudono definitivamente i giochi. Nonostante la sofferta vittoria però il clima a termine della gara non è affatto dei più sereni, la coscienza di una prestazione sottotono mette in risalto i musi lunghi ed il nervosismo. Chi più chi meno torna a casa scontento. La settimana prossima la Ludos fa visita al Rosarno quest’oggi a sorpresa sconfitto a Molochio, campo difficile ma da dove bisogna tornare con punti in tasca anche perché lassù nessuno si concede pause. Ma per vincere ci vorrà decisamente una Ludos diversa nel gioco e nello spirito. (A.S. Mario Albino)

POLISPORTIVA MOLOCHIESE-FUTSAL ROSARNO 10-8
Marcatori: 3 Pillari, 3 Tedesco, 2 Artieri, Taverna, Condrò (PM) 5 F. Fazzari, 2 Raso, Cusato (FR)

Pol. Molochiese
Pol. Molochiese

Vittoria fondamentale per gli uomini di mister Cucinotta nella prima delle 7 finali che affronteremo sul nostro terreno di gioco. Vittoria spettacolare ricca di gol ed emozioni contro un Rosarno che, anche se con qualche assenza pesante, ha giocato una partita gagliarda tenendo il risultato vivo fino alla fine. C’è da dire che la Molochiese ci ha messo anche del suo a tenere il risultato in equilibrio quando ad inizio ripresa sul risultato di 6a3 ha sbagliato tantissime ripartenze che potevano rendere il proseguo della partita più tranquillo. Descrivere le azioni salienti diventa quasi impossibile, partita con continui capovolgimenti di fronte, e anche se si sono visti 18 gol, entrambi i portieri sono stati eccezionali in diverse occasioni evitando di rendere ancora più rotondo il risultato. Il buon Monterosso ha sventato sul finale anche un tiro libero calciato dal bomber rosarnesese Fazzari. Primo tempo che si è concluso sul 6a3 per la Molochiese, che passata subito in svantaggio riesce a ribaltare il match grazie ad Artieri e Pillari autori entrambi di una doppietta. Sul 4a1 rientra in partita il Rosarno con una doppietta del solito Fazzari. Ci pensa Tedesco con un’altra doppietta imbeccato da Ricevuto a chiudere il primo tempo sul risultato di 6a3. Secondo tempo che inizia con i padroni di casa che sciupano l’impossibile sotto porta e permettono al Rosarno di rientrare in partita accorciando il risultato sul 6a5. Ci pensano Condrò e Taverna a ristabilire le distanze portandosi sull’8a5. Partita messa in cassaforte. Sul finale registriamo il pokerissimo di Fabio Fazzari per il Rosarno e 2 gol bellissimi da parte di Pillari e Tedesco che portano il risultato sul 10a8 finale. In concomitanza con le sconfitte di Falerna e Filadelfia Cup, la Molochiese si porta a +3 sulle ultime due posizioni. In ottica playout l’obiettivo è colmare il gap che ci separa dal quartultimo posto (4punti) occupato da Lazzaro e Rombiolo. In tanti ci danno già per retrocessi, ma la tenacia di Mister Cucinotta sta tenendo viva la speranza di raggiungere la salvezza. Questi ragazzi ci credono e non molleranno fino all’ultima partita. (A.S. Pol. Molochiese)

SENSATION C5-POLISTENA C5 5-5
Marcatori: 9′ G.Minnella (S) 15′ Politanò (P) 16′ S. Minnella (S) 22′ Jervasi (S) 30′ Origlia (S) 31 Politanò (P), 39′ Simari (S), 44′, 60′ e 61′ Cosoleto (P)

Saluto iniziale
Saluto iniziale

Pubblico delle grandi occasioni oggi a Gioiosa Jonica: sotto un cielo nuvoloso, le prime due della classica non deludono i tifosi di entrambe le squadre, offrendo una prestazione spettacolare dall’inizio alla fine. La Sensation Profumerie C5 sfiora l’impresa di battere di fronte al proprio pubblico la capolista Polistena, che trova due gol nei minuti finali che valgono il pari. Andando con ordine, durante il primo tempo la Sensation Profumerie C5 ha una marcia in più, prova ne è che la prima frazione di gioco si chiude sul 4-1 per la formazione gioiosana: apre le marcature Giuseppe Minnella dopo 9 minuti di gioco; il Polistena reagisce e trova il pari al 15′ con Politanò; dopo poco più di un minuto, è Simone Minnella a ristabilire il vantaggio, che diventa doppio con Jervasi che, su calcio piazzato dal limite, trova le rete del 3-1. Gli ospiti provano qualche tiro in porta ma, grazie ad un attento Panuzzo, che esordisce in modo soddisfacente nella squadra di Gioiosa Jonica, la palla non entra in rete. Sul finale del primo tempo, Origlia anticipa un pallone, va verso la porta, calcia e trova la rete che chiude la prima frazione sul 4-1 per i padroni di casa. Il secondo tempo si apre con un goal del Polistena che porta la firma di Politanò. Successivamente, per la Sensation Profumerie C5, su lancio di Panuzzo, Simari si coordina in modo perfetto e trova uno splendido goal in rovesciata. Applausi per lui da tutta la tribuna. Al 44′, Cosoleto per gli ospiti, servito con un pallone in mezzo, trova la terza rete. Dopo un palo centrato da Giuseppe Minnella per i padroni di casa, sul finale di gara in poco più di un minuto e mezzo, la partita si stravolge: Cosoleto per gli ospiti trova la doppia rete, su rimpallo la prima e il gol del pari poco dopo che vale il 5-5 finale. Davvero un peccato per i ragazzi Gioiosani di mister Ierinò che sul piano del gioco hanno dimostrato di meritare la vittoria ma che restano con l’amaro in bocca di un pareggio. (A.S. Sensation)

Lo Bianco timeout
Lo Bianco timeout

VIBO C5-FIVE FALERNA 6-0
Marcatori: 2 Mandarano, 2 Briga, Policaro, Catania (V)
Torna al successo il Vibo C5 di mister Lo Bianco dopo quattro sconfitte consecutive. Risultato rotondo dei vibonesi che domano un Five Falerna che non riesce a trovare la retta via anche a causa dell’assenza ormai persistente del suo uomo migliore De Cario, ai box ormai da tempo per un grave infortunio al ginocchio. Prima frazione non semplice per i padroni di casa che si sbloccano mentalmente solo dopo la rete del vantaggio messa a segno da Policaro. Il raddoppio di Catania, prima del riposo, infonde tranquillità alla squadra che si ripresenta sul parquet più sciolta riuscendo ad aumentare il vantaggio grazie al solito Mandarano con la complicità di Briga. Tre punti che danno ossigeno al Vibo C5, di contro, pesante sconfitta per i tirrenici che non riescono, al momento, ad intravedere la luce fuori dal tunnel.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Futura Energia Soverato pronta a tornare sul parquet

Solamente quattro anni fa, nel 2017, la Futura Energia Soverato alzava la Coppa Italia dop…