Home Calcio a 5 TDR C5 2023, quarti di finale: U19 e Femminile da impazzire (ai rigori), U17 eliminata

TDR C5 2023, quarti di finale: U19 e Femminile da impazzire (ai rigori), U17 eliminata

20 min. di lettura
0
0

Calci di rigore che sorridono alla Calabria! La selezione Femminile di Mister Mardente compie un autentico miracolo battendo il Lazio in una gara in cui hanno fatto vedere ottime trame di gioco e dove non hanno sostanzialmente corso pericoli eccessivi, controllando la gara ed ottenendo una più che meritata qualificazione “Questo non è un miracolo – così il tecnico Mardente – ma qualcosa di più. Sono grato alle ragazze per le emozioni che mi hanno regalato ma devo dire che questa gioia se la meritano tutta. Un gruppo fantastico in cui ognuno ha avuto un ruolo fondamentale per il raggiungimento di questo storico risultato per il futsal femminile calabrese. Non finirò mai di ringraziarle. Ora contro il Veneto non metto limiti alla provvidenza ma sappiamo bene che sarebbe una ulteriore impresa”. La squadra di Mister Mendicino deve sudare le classiche sette camicie per avere la meglio su una forte Liguria. Anche qui i calci di rigore sorridono a capitan Iaria e compagni e la Calabria raggiunge le semifinali che mancavano dal 2018. “Sono felice, è una gioia pazzesca – così il tecnico Mendicino – . Questo gruppo sta facendo qualcosa di incredibile ed il frutto del lavoro svolto in questi pochi mesi in cui abbiamo avuto modo di ritrovarci è solo ed esclusivamente merito loro. Ragazzi fantastici, un gruppo meraviglioso che ha voglia di farsi valere ed onorare la maglia che indossano. Ora contro la Toscana sarà un’altra battaglia ma ce la giocheremo come abbiamo fatto contro tutte le avversarie che abbiamo incontrato nel nostro percorso. Non finirò mai di ringraziarli per le emozioni che mi stanno regalando”. La giornata dei quarti di finale inizia con la gara dell’Under 17 di Mister Alfarano che affronta il Piemonte Vda. In campo senza Sposato squalificato e capitan Verardi infortunato, non riesce l’impresa a Spagnolo e compagni: il Piemonte VdA si dimostra avversario difficile con individualità importanti. Termina qui la corsa ma i complimenti sono comunque d’obbligo. Al termine della gara Mister Alfarano commenta così: “Dispiace non aver avuto la squadra al completo, ce la saremmo giocata sicuramente alla pari. Devo fare comunque un grande applauso ai miei ragazzi perché hanno dimostrato di essere un grande gruppo con dei valori importanti”.

UNDER 17
CALABRIA-PIEMONTE VDA 0-5
CALABRIA: Lumicisi, Dentini, Reda, Nardini, Letizia, Spagnolo, Squillaci, Esposito, Verardi, Spanò, Saraceno. All. Alfarano
PIEMONTE VDA: Alves Rodrigues, Amante, Angelino, Butnaru, Cavallo, Dias, El Kohili, Ferraris, Longo, Mendes de Gois, Merlo, Selimi. All. Colella
ARBITRI: Benetti di Vicenza e Bozzolon di Verona CRONO: Mileto di Castelfranco Veneto
MARCATORI: pt 3’34” Merlo (P), 11’18” Merlo (P), 13’16” Longo (P); st 8’10” Dias (P), 11’52” Cavallo (P)
AMMONITI: Letizia (C), Squillaci (C), Esposito (C), Dentini (C), Amante (P)

Assenze pesanti nelle file della Calabria: Sposato squalificato e capitan Verardi non recuperato dal brutto infortunio alla caviglia patito contro la Toscana, non permettono a Mister Alfarano di schierare la migliore formazione. Parte forte la Calabria che con Squillaci al 2’ va vicinissima al vantaggio ma il portiere El Kohili riesce a recuperare la sfera in extremis. Ci riprova un minuto dopo Reda ma ancora il Piemonte VdA si salva sulla linea di porta. Gli avversari cercano di abbassare i ritmi girando palla per l’imbucata ma la Calabria si difende bene. Al 4’ discesa sulla fascia di Merlo che mette in mezzo trovando la sfortunata deviazione di Squillaci nella propria porta per il vantaggio piemontese. Al 6’ capitan Cavallo coglie il palo con uno splendido colpo di tacco. I ragazzi di Alfarano sembrano aver subito il colpo e lasciano campo al Piemonte VdA. Saraceno si supera in un paio di occasioni con gli avversari che spingono alla ricerca del raddoppio, sfiorandolo in più di una occasione. Al 12’ altra discesa sulla destra di Merlo che mette in mezzo e questa volta Saraceno interviene male spingendo la sfera nella propria porta. Al 18’ Longo salta il diretto avversario e di punta riesce a trovare l’angolino per il 3-0 del Piemonte VdA. A pochi secondi dal termine Ferraris lascia partire un bolide che Saraceno è abile a respingere in angolo. Si chiude così la prima frazione di gioco con il Piemonte VdA avanti di tre. Nella ripresa il motivo della gara non cambia: il Piemonte VdA attacca con la Calabria che si difende stringendo i denti. Al 3’ Saraceno interviene bene su Ferraris sventando una pericolosa occasione per il Piemonte VdA. La Calabria cerca la via del gol non trovando però gli spazi necessari grazie all’ottima fase difensiva del Piemonte VdA. Al 9’ punizione dal limite per il Piemonte VdA con Dias che trova la rete battendo di punta Saraceno. All’11’ Esposito va vicino al gol della bandiera con un colpo di tacco, ma è ancora il Piemonte Vda a passare con capitan Cavallo che si inserisce centralmente e batte Saraceno con un preciso tocco. Reda al 13’ cerca la rete al termine di una bella triangolazione ma la palla va fuori. La Calabria continua attaccare con orgoglio andando vicina al gol con un tiro dalla distanza di Letizia. Il tempo scorre inevitabilmente e per i ragazzi calabresi si fa dura. La gara termina con un tiro libero per la Calabria proprio allo scadere con Squillaci che spara alto. Niente da fare, i ragazzi di Mister Alfarano devono abbandonare il Torneo delle Regioni.

FEMMINILE
LAZIO-CALABRIA 5-6 dcr (2-2)
LAZIO: Guzzino, De Luca, Moretti, Marrone, Carattoli, Conticelli, Natoli, Colia, Monforte, Sgaggiaro, Cusella, Conte. All. Biondi
CALABRIA: Dragan, De Cesare, Fiorentino, Dardano, Bianco, Andreacchio, Folino, Gigliotti, Porpiglia, Talarico, Noto, De Buono. All. Mardente
ARBITRI: Piccirillo di Mestre e Cortelazzo di Este CRONO: Mazzeo di Mestre
MARCATRICI: pt 00’07’’ Porpiglia (C), 12’34’’ Folino (C), 13’02’’ e 13’58” Carattoli (C)
RIGORI: Carattoli gol (L), Dragan gol (C), De Luca fuori (L), Folino gol (C), Cusella fuori (L), Porpiglia gol (C), Marroni gol (L), Bianco parato (C), Conticelli gol (L), Dardano gol (C)

Pronti, via e la Calabria va in rete con Porpiglia che di testa insacca su tiro di Dragan. Il Lazio reagisce ad al 3’ con Natoli va vicina al gol ma Dragan devia in angolo. Al 4’ è capitan De Luca a calciare in porta ma la sfera termina alto di poco. Al 5’ capitan Bianco dalla distanza trova la porta ma Conte si fa trovare pronta. Al 6’ ancora Calabria con Bianco che chiude una triangolazione con Talarico ma calcia debole. La Calabria fa la partita: ci provano in sequenza Porpiglia prima e Bianco dopo ma senza successo. Il Lazio si fa vedere dalle parti di Dragan con Monforte il cui tiro esce al lato. Gara spigolosa e vibrante con il Lazio che non ci sta ed attacca a testa bassa. Al 13’ grande azione della Calabria che con Folino realizza la seconda marcatura ben assistita da Bianco. Subito il Lazio dimezza con Carattoli abile a sfruttare una incertezza difensiva calabrese. Al 14’ bella azione del Lazio che realizza il pari ancora con Carattoli. Il Lazio cambia strategia ed inizia ad aspettare per ripartire in contropiede. Proprio su una di queste azioni Carattoli si guadagna una punizione dal limite che però non viene sfruttata adeguatamente. A 30’’ dalla fine della prima frazione di gioco Porpiglia dalla distanza impegna Conte in una parata salva risultato. La ripresa inizia con il Lazio in attacco e la Calabria che tiene bene. Al 4’ grande azione del Lazio che va al tiro con De Luca ma Dragan tiene bene. All’8’ Porpiglia va al tiro ma non inquadra lo specchio della porta. Al 12’ Dragan coglie Talarico che di testa colpisce la parte superiore della traversa. Al 14’ Dragan vola a levare dall’incrocio una bella conclusione della solita Carattoli negandole la gioia della tripletta. E’ una gara bellissima con le ragazze che non si risparmiano da ambo i lati e la gara termina in parità. Si va ai rigori, insperati prima della gara: è Dardano a realizzare il rigore che dà il via alla festa calabrese!

UNDER 19
LIGURIA-CALABRIA 6-7 dcr
LIGURIA: Moramarco, Alessi, De Angelis, Fazio, Longo, Maccioni, Merciari, Morello, Nabbar, E. F. Ricci, F. Ricci, Trabona. All. Pinto
CALABRIA: Fanile, Piro, Celi, Panetta, Scigliano, Iaria, Anello, Savio, Pratico’, Costantino, Pellegrino, Valia. All. Mendicino
ARBITRI: Di Filippo e Ouertani di Treviso CRONO: De Marchi di Schio
MARCATORI: pt 0’38” Fazio (L), 1’06” Costantino (C), 3’57” Iaria (C), 11’02” De Angelis (L), 12’50” Iaria (C); st 17’12” E. F. Ricci (L)
SEQUENZA RIGORI: Moramarco gol (L), Iaria parato (C), F. Ricci gol (L), Fanile gol (L), Alessi parato (L), Anello parato (C), E.F. Ricci traversa (L), Savio gol (C), Nabbar gol (L), Pellegrino gol (C), Longo parato (L), Praticò gol (C)
AMMONITI: Fazio (L), Costantino (C), Iaria (C)
ESPULSI: Fazio (L) per somma di ammonizioni

La Liguria passa in vantaggio con De Angelis che batte Fanile con un tiro incrociato che termina la sua corsa all’angolino basso della porta difesa da Fanile. La Calabria non ci sta e reagisce subito pervenendo immediatamente al pareggio con Costantino che ruba palla ad un avversario, salta un uomo e lascia impietrito il possente Moramarco. E’ il pari che scuote la Calabria che inizia a macinare gioco e con capitan Iaria trova il gol del vantaggio. La Liguria si dimostra una squadra ostica con delle individualità importanti e reagisce bene allo svantaggio. De Angelis realizza la rete del pareggio grazie ad un tiro potente dalla sinistra che passa tra le gambe di Fanile. E’ ancora capitan Iaria, però, a dare la carica ai suoi realizzando da pochi passi su assistenza di Costantino a seguito di un’azione con il quinto uomo e palla sul secondo palo. Si va negli spogliatoi con la Calabria avanti di uno. Nella ripresa la Liguria attacca alla ricerca del pari ma le azioni più importanti le ha la Calabria con Praticò che colpisce la traversa di testa in anticipo sul portierone Moramarco in uscita e soprattutto con un’azione di Iaria che serve Savio il quale non chiude la triangolazione tirando fuori di poco. Occasione sprecata per la Calabria per chiudere la gara e Liguria che prende coraggio. Azioni insistenti dei liguri con capitan Maccioni che detta i tempi di gioco ed a due minuti dal termine è Ricci F.E. a trovare il pari al termine di un’azione confusa in area anticipando l’estremo tentativo dei difensori calabresi. A pochi secondi dal termine l’occasione ghiotta è per la Calabria su tiro libero ma Costantino prima colpisce il portiere avversario e poi non trova il tempo per il tap-in. Si chiude così sul pari una gara bellissima e si va ai calci di rigore dove è Praticò a realizzare il rigore decisivo che fa partire la festa dei ragazzi di Mendicino!

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Coppa Italia C5 Femminile, per la Palmese scocca l’ora della Final Four in Liguria

La Calabria torna protagonista nella fase nazionale della Coppa Italia regionale grazie al…