Home Calcio San Luca, sognare non costa nulla: una vittoria che apre scenari importanti

San Luca, sognare non costa nulla: una vittoria che apre scenari importanti

10 min. di lettura
0
0

Al Corrado Alvaro al cospetto del San Luca si presenta il Città Di Sant’Agata del neo tecnico Mimmo Giampà in cerca di un cambio di rotta obbligato, soprattutto in virtù dei precedenti risultati dove i messinesi sono stati in grado di raccogliere solo tre punti con tre pareggi nelle ultime cinque partite. Se da un lato gli ospiti sono alla ricerca disperata di punti per risollevarsi dai bassifondi della classifica, dall’altra il tecnico del San Luca Ciccio Cozza in cerca della prima vittoria del 2021 deve far fronte alle pesanti assenze (ben sei) che lo hanno costretto a ridisegnare lo scacchiere giallorosso, inventandosi una difesa composta da un solo calciatore di ruolo, complici le assenze di Pitto, Greco e Pezzati.
Passa al 3-5-2, quindi, il San Luca con Scuffia in porta, Spinaci adattato al centro della difesa supportato a destra da Nagore che di professione fa il centrocampista centrale e sulla sinistra da Murdaca sempre più titolare. Sulle fasce Mammoliti e Cotroneo fanno da tornante al terzetto di centrocampo composto dal giovanissimo sanluchese Domenico Giampaolo, all’esordio assoluto in Serie D, supportato da Pelle e Leveque. In attacco Bruzzaniti e Marchionna, con quest’ultimo che sostituisce Selpa non al massimo della condizione. Gli ospiti rispondono con 3-5-1-1 che si trasforma in 3-4-3 in fase di possesso.

La gara inizia a ritmi blandi e il primo squillo del San Luca arriva al 7’pt: Leveque batte una punizione dal vertice dell’area, sulla ribattuta della retroguardia ospite è proprio l’esordiente Giampaolo che ci prova con una rasoiata che, però, non trova la porta. Al 12’pt il Città di Sant’Agata si fa vivo dalle parti di Scuffia: Giampaolo si dimentica del pallone sulla mediana, ma Cicirello non riesce a sfruttare al meglio l’occasione conclusa con un tiro debole facilmente raccolto dal gigante giallorosso. L’azione più pericolosa di tutta la partita per gli ospiti arriva minuto 25 con Cicirello, il quale al volo serve Favo, ma il tiro finisce ampiamente sul fondo da posizione ghiotta.
Al 30’pt Spinaci per un fallo sulla mediana si becca la prima ammonizione del match che condizionerà la partita del San Luca. Qualche minuto più tardi il tecnico Ciccio Cozza nota le difficolta dei suoi in fase d’impostazione e corre subito ai ripari inserendo Giaimo e Selpa al posto di Giampaolo e Marchionna. II tecnico di Cariati raccoglie subito i frutti grazie ad un corner di Leveque che, sul primo palo, trova la spizzicata vincente di Bruzzaniti per il vantaggio del San Luca al 33’pt. La partita però si fa in salita al 35’pt quando il Sig. Robilotta di Sala Consilina sventola il cartellino rosso a Spinaci, già ammonito, per un fallo assolutamente discutibile che costringe il San Luca a dover affrontare, ancora una volta, la gara in inferiorità numerica.
Nella seconda frazione di gara il Città Di Sant’Agata mischia le carte sostituendo Biondo per Miruku e un nervoso Dama per Manno cercando di sfruttare la superiorità numerica. Al 51′ gli ospiti non riescono ad incidere con Cicirello, il quale, da fuori area si coordina e di sinistro conclude centralmente. Qualche minuto più tardi trema la porta ospite difesa da Bruno con Pelle che su calcio di punizione, dai pressi della bandierina di destra, lascia partire un mancino a giro che si stampa sulla traversa. Il San Luca dimostra un calo fisico, complice anche la scelta forzata degli uomini, ma si difende con tutti i mezzi a disposizione, agevolato anche dalla manovra avversaria poco incisiva. A cinque minuti dalla fine dei minuti regolamentari Bruzzaniti sale sugli scudi. Arcuri esce benissimo in un disimpegno difensivo e imbuca Bruzzaniti che s’invola in una cavalcata inarrestabile di 50 metri verso la porta avversaria, ma viene steso giù in area da Brugaletta il quale riceve il rosso diretto dal direttore di gara che assegna il tiro dagli undici metri per il San Luca. Dal dischetto si presenta Pelle che apre il piattone sinistro e spiazza Bruno al 43’st. Per Antonio Pelle arriva così il primo goal in Serie D con la maglia del San Luca, il terzo in assoluto in questa competizione, 1709 giorni dopo l’ultima volta (Roccella – Gladiator 5-2, doppietta di Pelle). Per il San Luca rimangono sei minuti da giocare in parità numerica con gli avversari e la gara non finisce di regalare emozioni. Al 45’st Scuffia cerca di far salire i suoi e con un rilancio di 60 metri pesca Leveque che addomestica con eleganza, si fa beffe degli avversari, entra in area ma Gallo in scivolata lo stende giù causando il secondo calcio di rigore della giornata ai danni del Città di Sant’Agata. Dagli undici metri, però, Leveque calcia fuori. Nel terzo minuto di recupero c’è spazio per il goal della bandiera degli ospiti che trovano la rete con Cicirello su calcio di rigore per uno sfortunato fallo di mano di Arcuri.
Il San Luca, nonostante le difficoltà, vince e convince centrando la prima vittoria del 2021.

© A.S.D. San Luca

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Sporting Catanzaro Lido, rinnovo per le due frecce giallorosse

Davide Fulciniti e Matteo Mancuso saranno ancora due calciatori dello Sporting Catanzaro L…