Home Calcio a 5 A2 femminile: domenica amara per Vigor e Sangiovannese, il CUS serve il poker

A2 femminile: domenica amara per Vigor e Sangiovannese, il CUS serve il poker

8 min. di lettura
0
0

Si sono giocate le gare della diciannovesima giornata del campionato nazionale di serie A2 femminile.

VIGOR LAMEZIA WOMEN-IRPINIA 2-5
Vigor Lamezia Women: Jammoul, Ferreira, Linza, Praticò, Sevilla, Fakaros, Aliotta, Masaro, Perri, Arzente, Ierardi, De Sarro. All: Monti
Futsal Irpinia: Russo L, Cetrulo, Braccia, Russo M, Albanese, D’ Urso, Del Gaizo, Orlando, Pugliese, Pisani, Roamno, Macchia. All: Battistone
MARCATORI: Praticò (V) Breccia (I) Pisani (I) Ferreira (V) Romano (I) Albanese (I) Aut. Linza (I)
Non erano stati fatti pronostici su questa sfida in quanta risultava essere una partita aperta a qualsiasi risultato, sicuramente alla portata della squadra biancoverde. Sin dal fischio d’inizio il match è molto equilibrato e dopo svariate occasioni di vantaggio è Praticò a sbloccare la partita. La risposta dell’Irpinia non si fa attendere e con una rete di Breccia riesce a trovare il pareggio. Un’azione confusa in area lametina permette a Pisani di ribaltare il risultato portando in vantaggio la squadra ospite. Le biancoverdi non demordono e con un atteggiamento propositivo in avanti cercano il pareggio che purtroppo non arriva a causa di un po’ di sfortuna e di un arbitraggio non completamente favorevole. Il primo tempo termina con il risultato di 2-1 a favore dell’Irpinia.
Il secondo parziale si apre con una Vigor Lamezia all’arrembaggio alla ricerca del pareggio, che arriva dopo pochi minuti grazie a Ferreira. Sul risultato di 2-2 i ritmi di gioco si intensificano ma, nonostante svariate possibilità di vantaggio, la compagine biancoverde non riesce a trovare la rete decisiva. Sono state troppo le occasioni mancate dalle ragazze lametine, talvolta a porta vuota e in situazioni molto favorevoli. In due occasioni Praticò, contrariamente al suo score personale, e De Sarro con davanti tutta la porta per appoggiare in rete, sono state poco lucide, e come da consuetudine nello sport, chi sbaglia paga. Inoltre Jammoul non riesce a replicare la buona prestazione avuta nella sfida con il Cus Cosenza e l’atteggiamento poco convincente soprattutto nei primi 3 goal ha influito sulla prestazione dell’intera squadra, che ne ha molto risentito al pari dei goal non realizzati. Prestazioni sottotono anche per Sevilla e capitan Linza, che non riescono a giocare da  protagoniste come accade solitamente. La squadra campana approfitta di questa difficoltà prima con Romano che mette a segno la rete del 3-2 e in seguito con Albanese che porta il risultato di gioco sul 4-2. Nulla da fare dunque per la rosa lametina che tenta anche di giocare con il quinto in movimento, sono numerose le traverse, le palle sulla linea e i pali, ma non basta. Sul finale Linza nel tentativo di difendere la propria porta manda la palla in rete con il più classico degli autogol. La partita termina con il punteggio di 5-2 per l’Irpinia. Amara sconfitta per le biancoverdi, dopo una scia di ottime prestazioni e vittorie. Unica nota positiva la conferma del terzo posto in classifica nonostante la sconfitta. La Vigor Lamezia Women avrà l’occasione di riscattarsi domenica prossima nella sfida fuori casa con il New Cap 74, diretta concorrente. (A.S. VLW)

Vigor Lamezia Women

CUS COSENZA-TEAM SCALETTA 4-1
MARCATORI: Trimarchi, Merante, Fragola, Macrì (CS)
Le cosentine rifilano un bel poker alla squadra messinese e salgono a diciotto punti in classifica, in una posizione di assoluta tranquillità. Trimarchi, Merante, Fragola e Macrì mettono a segno i gol gialloverdi, che servono per la propria classifica, ma anche per quella delle cugine della Sangiovannese, che inseguono il Team Scaletta alla ricerca di una salvezza difficile.

CUS Cosenza

BITONTO-SANGIOVANNESE 11-0
Altra brutta battuta d’arresto per la compagine silana, che cede al fortissimo Bitonto, che infila undici volte la porta delle aquile. Al di là della battuta di arresto in Puglia, che poteva essere preventivabile, bisogna dare una svolta alla classifica, con la Sangiovannese che è penultima con soli tre punti, ma che è anche l’unica squadra a dover recuperare ben tre incontri. Attualmente, il Team Scaletta precede le calabresi di cinque lunghezze, questo è il focus su cui la squadra di San Giovanni in Fiore deve concentrarsi.

Sangiovannese
Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Molluso torna sulla brusca interruzione del rapporto con il FP5: “Ho sbagliato e lo so, ma…”

Ho sbagliato, lo so. Ho sbagliato nei confronti di chi mi rispetta e nei confronti dei mie…