Home Calcio AMARCORD, pillole sulla stagione calcistica 2009/2010

AMARCORD, pillole sulla stagione calcistica 2009/2010

28 min. di lettura
0
0

Nella raccolta qui di seguito, un pò di tabellini e commenti sulla stagione 2009/2010.

SUPERCOPPA DELLA REGIONE
Real Sersale-Guardavalle 4-5 dcr (0-0 dopo 45 minuti)
Real Sersale-Omega Bagaladi San Lorenzo 6-7 dcr (2-2 dopo 45 minuti)
Marcatori: 2 Di Maggio (OB) 2 Palermo (RS)
Guardavalle-Omega Bagaladi San Lorenzo 1-3 dcr (0-0 dopo 45 minuti)

Selfie vittoria Bagaladi

CLASSIFICA FINALE
Omega Bagaladi San Lorenzo 4 (Laface)
Guardavalle 3 (Riitano)
Real Sersale 2 (Trapasso)
Sono serviti i calci di rigore all’Omega Bagaladi San Lorenzo per battere Real Sersale e Guardavalle nel triangolare disputato a Melito di Porto Salvo, valido per la Supercoppa della Regione tra le vincitrici dei campionati di eccellenza e dei due gironi di promozione. Decisivo è stato il portiere rossoverde Petranca, che ha neutralizzato due rigori nella sequenza decisiva, regalando a Di Maggio e compagni anche questo ambito trofeo. Tre gare tiratissime, nel segno dell’equilibrio, dove la squadra di “casa” (che per l’occasione non ha giocato allo stadio “Abenavoli”) l’ha sputata. Onestamente non si è notata la differenza di categoria tra i reggini e le due compagini catanzaresi, ma il trofeo è andato alla formazione bagaliota, certamente più esperta rispetto alle contendenti.

Il Bagaladi in Supercoppa
Il Guardavalle in Supercoppa
Il Real Sersale in Supercoppa

Coppa Italia dilettanti
RENDE-OMEGA BAGALADI 3-1
Rende: Occhiuzzi, Cesario, Scarlato, Deffo, Piemontese, Riolo, Silvestri (7’ st Tripodi), Scarnato (41’ st Cataldi), Tommasi, Porzio (30’ st Guido), Prete. In panchina: Randazzo, Via, Mollo, Provenzano. All. Giugno
Bagaladi: Marengo, Laganà, Taverniti (37’ pt Di Lorenzo), Cassaro, Scappatura, Crucitti, Pipitò, Correnti (22’ st Candito), Libri, Fiorino (1’ st Bertevello), Di Maggio. All. Laface
Arbitro: Rapuano di Rimini (Spasari di Soverato – Carlizzi di Vibo Valentia). Quarto uomo: Garoffalo di Vibo
Marcatori: 25′ Di Maggio (B) 34′ Prete (R) 40′ Riolo (R) 74′ Tripodi (R)
Note: Espulso al 15’ st Laganà (B) per doppia ammonizione
Il Rende si aggiudica la diciannovesima edizione della Coppa Italia  Dilettanti battendo, al “Luigi Razza” di Vibo Valentia, l’Omega Bagaladi detentrice del trofeo. Il Rende si fa vedere in attacci all’8’ con Porzio, ma il tiro si spegne sul fondo. Al 15’ Di Maggio mette al centro per Fiorino, che di testa chiama Occhiuzzi alla grande risposta. Al 25’ minuto il Bagaladi la sblocca: punizione dal limite di Di Maggio e palla in rete. Al 34’ il Rende pareggia con Prete, di testa, su assist dalla destra di Riolo. Passano sei minuti e Riolo raddoppia con un tiro di sinistro dal limite che si insacca alle spalle di Petranca, tradito dal rimbalzo del terreno. Nella ripresa si vede in campo il neo acquisto Bertevello tra le fila rossoverdi. Al quarto d’ora Laganà si becca il secondo giallo lasciando la sua squadra in dieci uomini. Al 22’ la squadra di mister Laface avrebbe l’occasione per pareggiare, Di Maggio trova Di Lorenzo, che mette al centro per Bertevello, che cade in area, la palla arriva a Crucitti che la mette al centro dove Di Lorenzo svirgola malamente. Alla mezz’ora il tris del Rende: Porzio serve Scarnato che mette al centro dove Tripodi approfitta di una leggerezza di Crucitti e segna. A tre minuto dal fischio finale, calcio di rigore per l’Omega Bagaladi per fallo di Cesario su Bertevello, ma Di Maggio manda incredibilmente alto. E’ l’ultima azione degna di nota prima del triplice fischio finale, che consegna la Coppa nelle mani del Rende, scalzando il Bagaladi dalla poltrona d’onore.

Festa Rende in Coppa Italia

COPPA DELLA REGIONE PRIMA CATEGORIA
Sp. Club Davoli-Rizziconese 4-3 dcr (0-0)
Silana-Corigliano 0-1
Rizziconese-Silana (0-0)
Sp. Club Davoli-Corigliano 4-3 dcr (0-0)
Sul terreno di gioco del “Mazzola” di San Giovanni in Fiore si sono sfidate le quattro squadre vincitrici dei gironi di Prima Categoria. Non sono mancate le emozioni nel consueto quadrangolare previsto. I catanzaresi di mister Pilato hanno battuto, nella finalissima, il Corigliano, vincitore del girone A. La vittoria è arrivata grazie ai tiri dagli undici metri, che alla fine hanno premiato la squadra del bomber Caporale per 4-3. La prima semifinale ha visto di fronte i ragazzi di mister Pilato contro la Nuova Rizziconese di Massimiliano Cambrea. I quarantacinque minuti di gioco regolamentari si sono conclusi sullo 0-0, i tiri dal dischetto hanno premiato, però, la formazione catanzarese con il risultato di 4-3. L’altra semifinale, quella tra i padroni di casa della Silana e il Corigliano, ha visto prevalere questi ultimi con il risultato 1-0. La finale di consolazione, infine, tra la Rizziconese e la Silana si è conclusa sullo 0-0. Terzo posto assegnato, poi, ai reggini.

Sporting Club Davoli al trofeo Coppa della Regione

Coppa Calabria Prima Categoria
ROGGIANO-GIOIOSA J. 5-1 (coppa calabria 2009/2010)
Roggiano: Scarpelli, Rumbolo (Docimo), Lecce, Palmieri, Cosentino, Spadafora, Cirigliano, Ambrogio (Giapparrone), Presta (Calvano), Parise. All. Carnevale
Gioiosa Jonica: Cotroma, Cortale, Lucà, Figliomeni, Andriamò, Logozzo, Mazzone, Satta, Galluzzo, Loccisano, Agostino. All. Quattrone
Arbitro: Lo Prete di Catanzaro (Gaglianese Carcea di Catanzaro)
Marcatori: 25′ Presta (R), 35′ Parise (R), 36′ Galluzzo (G), 45′ Cirigliano (R), 50′ Presta (R), 55′ Dotro (R)
Finale di Coppa Calabria senza storia quella disputata al Comunale di Filadelfia tra il Roggiano ed il Gioiosa Jonica. Cinque le reti segnate dagli uomini di Carnevale (con timida reazione biancorossa), che riportano il trofeo a Roggiano dopo 23 anni.

Festa Roggiano

SPAREGGIO PROMOZIONE gironi A-B (a Vibo Valentia)
SERSALE-BRANCALEONE 5-4 dcr (1-1 dts)
Marcatori: 16′ Caturano (S) 25′ Genova (B)
Sequenza dei rigori: Torchia (S) fuori, Galletta (B) gol, A. Anellino (S) gol, Nicita (B) gol, Caturano (S) gol, Maviglia (B) parato, Corea (S) gol, Romeo (B) palo, Percopo (S) traversa, Cotroneo (B) gol, Parrottino (S) gol, Genova (B) palo.
Non sono bastati i tempi regolamentari, tantomeno i supplementari, per decretare la vincente dello spareggio play off del campionato di Promozione tra Sersale e Brancaleone disputato al “Luigi Razza” di Vibo Valentia. Una gara emozionante, che rimarrà impressa negli occhi di chi ha avuto la fortuna di essere presente, con diverse occasioni per andare in rete. Apre le danze al 16′ Caturano, per un Sersale che nel primo tempo ha giocato veramente bene. Il pari, sempre durante la prima frazione di gioco, è arrivato grazie al gol di Genova. Un Brancaleone arrembante, tanto cuore e tanta grinta per i ragazzi di Brando. Servono i calci di rigore per decretare la vincente, ma nel Brancaleone, forse, la maggiore stachezza sui ragazzi di Rosati ha fatto la differenza. Festa Sersale, mentre per il Brancaleone resta tanta amarezza per l’ennesima occasione sfuggita.

Il Sersale nello spareggio di Vibo V.

Spareggio Seconda Categoria girone D (a Isola Capo Rizzuto)
PAGLIARELLE-COTRONEI 2-0
Pagliarelle: Scaccianoce, Garofalo R., Mirabelli G. II (Gualtieri), Venneri, Garofalo P., Garofalo Gius., Garofalo Carmine, Garofalo Genn., Garofalo Carmelo (Calaminici), Garofalo F. (Miletta), Ierardi. In panchina: Garofalo Dom., Garofalo Dan., Mirabelli Gennaro I, Angotti. All. Londino
Cotronei: Turrà, Lopez, Macrì R., Giancotti, Sammarco, Bagnato, Loiacono (Cavallo), Cusato, Iuele (Sgrizzi), Sangervasio, Scozzafava. In panchina: Colao, Scavelli, Macrì C., Guzzo, La Bernarda. All. Lavecchia
Arbitro: Fiorenza di Locri
Marcatori: 26’ st Garofalo F., 47’ st Garofalo Carmelo
Note: Espulso al 15’ st Venneri (P) per doppia ammonizione. Ammoniti Scaccianoce, Garofalo R., Garofalo P. (P), Sammarco, Scozzafava (C).
2 maggio 2010: una data che gli abitanti di Pagliarelle non dimenticheranno mai. È il giorno della prima, storica, promozione in Prima categoria, arrivata al termine di un campionato eccezionale e di uno spareggio giocato con grande determinazione dalla squadra. Al Sant’Antonio di Isola Capo Rizzuto c’è il pubblico delle grandi occasioni, circa 1500 spettatori sugli spalti, almeno 700 i tifosi del Pagliarelle, circa 250 quelli del Cotronei, il resto tutti addetti ai lavori o semplici curiosi. Tra gli sguardi interessati riconosciamo il tecnico del Fondo Gesù, Angelo Orto, l’allenatore del Torre Melissa, Porcelli,assieme ad alcuni dirigenti della società, la dirigenza al completo del Sant’Anna, il bomber del Belvedere, Lorenzo Curcio, Carmine Ruberto del Real Filos Ippos. Il Pagliarelle scende in campo con la maglia bianca con bordi laterali rossi e blu, il Cotronei ha invece la divisa rossoblu. La partita nel primo tempo è abbastanza noiosa, le due squadre si fronteggiano a centrocampo senza rischiare di scoprirsi. Il Cotronei sembra potersi rendere pericoloso palla a terra ma dopo i primi venti minuti il Pagliarelle inizia ad attaccare di più conquistando qualche punizione insidiosa dal limite. L’occasione più ghiotta ce l’ha però il Cotronei al 38’: preciso cross da sinistra e colpo di testa a botta sicura di Sangervasio, ma Scaccianoce si distende in tuffo sulla sua destra e toglie la palla dall’angolino. Prima frazione che si chiude giustamente a reti bianche.
Nella ripresa il Pagliarelle sembra più convinto e cerca di spingere: al 56’ Garofalo F. esplode un bel destro dai 20 metri e Turrà si distende ed è costretto a respingere in angolo. Al 58’ il Cotronei avrebbe la grande occasione per passare in vantaggio: Scaccianoce sbaglia il rinvio, Sangervasio ha la porta spalancata ma il suo pallonetto termina alto per la disperazione dei supporters cotronellari.
Al 60’ doccia fredda per il Pagliarelle: Venneri interviene duro a centrocampo e l’arbitro Fiorenza lo ammonisce per la seconda volta. Il Pagliarelle resta quindi in dieci e cerca di compattarsi . Al 70’ Loiacono entra in area da destra e da buona posizione manda alto sulla traversa.
Passa solo un minuto e il Pagliarelle passa: punizione dal limite in zona defilata sulla sinistra, sul pallone va Garofalo che piazza il suo destro all’angolino basso alla destra di un esterrefatto Turrà. Esplode la gioia dei petilini e del numeroso pubblico. Il Cotronei prova a reagire e crea diverse mischie in area che non sortiscono effetto. È anzi il Pagliarelle a sfiorare il raddoppio al 78’ con una bella azione di Garofalo F. che cede palla a Garofalo Carmine che spara di poco alto. Pressing finale del Cotronei, ma nei quattro minuti di recupero la squadra di Londino mette la vittoria in ghiacciaia: contropiede pungente di Lello Garofalo che si presenta davanti al portiere, lo supera in dribbling e deposita in rete. Vince così il Pagliarelle del presidente Costanzo che festeggia una vittoria meritata. (Il Crotonese)

Spareggio Seconda Categoria gironi G-H (a Gioia Tauro)
AZZURRA-SAN ROBERTO 0-2
AZZURRA: Santaguida, Mazza, Buscaglione, Gargea, Patania, Nesci, Galeano, Prella, Priamo, Augurusa, Pondaco. All. Barbieri
SAN ROBERTO: Crupi, Barillà, Macrì, Surace, Palamara, Badalì, Tortora, Foti, Spina, Di Nallo, Monorchio. All. Polito
ARBITRO: Molinaro di CZ
MARCATORI: 11′ Monorchio (SR) 80′ Palamara (SR)
NOTE: Al 43′ espulso Patania per proteste (A)
Lo spareggio di Gioia Tauro tra l’Azzurra Sant’Onofrio, vincitrice dei play off del girone C, ed il San Roberto, vincitore dei play off del girone H, va ai reggini, che si impongono con il più classico dei risultati grazie ai gol, uno per tempo, del solito Monorchio e di Palamara. All’undicesimo minuto è uno stacco di testa imperioso del bomber reggino a portare avanti i rossoblu. L’Azzurra prova a reagire, ma il pari per poco non arriva grazie ad un’autorete: Badalì centra in pieno la traversa della porta difesa da Crupi con uno sventurato retropassaggio di testa. A due minuti dall’intervallo arriva una mazzata per i vibonesi: il signor Molinaro non fischia un probabile calcio di rigore e Patania protesta in modo vibrante, il cartellino è rosso. Gara che segue il filone della tattica attendista anche nella ripresa, poche le emozioni. Monorchio sfiora il raddoppio in due occasioni al 71′ ed al 75′. Gol che, però, è nell’aria ed arriva puntuale all’ottantesimo minuto, quando una gran botta di Palamara s’insacca dritta all’incrocio. Nel recupero, i santonofresi lamentano un secondo rigore non fischiato, ma l’incontro termina con il tripudio della squadra del presidente Oliveri che festeggia la prima categoria assieme ai tifosi al seguito.

Il San Roberto nello spareggio di Gioia T.

Terza Categoria girone M (Gara promozione Real Siderno)
Potamia San Luca-REAL SIDERNO 2-4
REAL SIDERNO: Roberto Fragomeni, Vincenzo D’agostino, Vincenzo Fuda, Domenico Commisso, Giuseppe Alì, Gianluca Leonardo, Giuseppe Figliomeni, Santo Rumbo, Giampietro Costa, Bruno Panetta, Domenico Serra. Allenatore: Gianni Fiorenza
Marcatori: Serra, Serra, Rumbo, Panetta.
Il Real Siderno raggiunge la Seconda Categoria. Con largo anticipo rispetto alla fine del campionato, i leoni vincono facile (anche se sono gli stessi biancoazzurri a renderla tale) la partita contro il Potamia San Luca e volano nel campionato di Seconda Categoria. Questa giovanissima Società, con poco più di 6 mesi di attività, conquista subito la promozione, quindi il salto di categoria. (ufficio stampa)

Il Real Siderno nella sfida decisiva

Finale play off ritorno Terza Categoria girone M
MOSCHETTA-PALIZZI 1-0
PALIZZI: Morello, Cara, Garoffalo, Iriti, Vacalebre, Veneziano, Marino, Zirilli, Morello, Plutino, Palermiti. A disp: Camera, Singh, Merico, Manti, Stilo, Caracciolo. All. Valastro
Il Palizzi di mister Valastro tira un sospiro di sollievo e festeggia l’approdo in seconda categoria dopo oltre 180 minuti di battaglia. Promozione certamente ipotecata nella gara di andata, vinta per 2-0, contenendo il ritorno, in cui i bianconeri hanno ceduto solamente di misura al Moschetta, che ha tentato in tutti i modi di rimontare lo svantaggio accumulato in trasferta.

Supercoppa Provinciale Seconda Categoria Catanzaro
Cessaniti-Grimaldi 0-1
Cessaniti: Punturiero, E. Piella, Derito, F. Rito, Nicolino, Sacco, Maluccio, M. Piella, Stanganelli, Santagata, Pondaco. All. M. Nicolino
Grimaldi: Cozza, Iorno, Rosi, Muto, Pasqua, Sidoti, Perri, Ferlaino, Bernardo (42′ Protestio), Bevacqua, Russo. All. Stranges
Arbitro: Bova di Locri
Marcatore: 8′ Bernardo (G)

Caulonia-Cessaniti 1-2
Caulonia: Caccamo, Garuccio (30′ Papandrea), M. Nesci, Nicolò, Dimasi (27′ Campisi), Michelizzi (34′ Dichiera), Vozzo (30′ Micheletti), N. Scuteri (20′ Lombardo), Spanò (24′ Vartolo), F. Scuteri, F. Nesci. All. Scidà
Cessaniti: Punturiero, E. Piella, Derito, F. Rito, Nicolino, Sacco, Maluccio, M. Piella, Stanganelli, Santagata, Pondaco (10′ Franzè). All. M. Nicolino
Arbitro: Pelle di Locri
Marcatori: 14′ Franzè (CE) 23′ Scuteri (CA) 30′ Santagata (CE)

Grimaldi-Caulonia 0-0
Grimaldi: Cozza, Ferlaino, Rossi, Muto, Sidoti, Perri, Corrente, Bernardo (42′ Borrelli), Lucia, Pasqua (30′ Anselmo), Russo. All. Stranges
Caulonia: Caccamo, Garuccio (22′ Zannino), M. Nesci, Nicolò, Micheletti, Spanò (10′ N. Scuteri), Papandrea (17′ Dimasi), F. Scuteri, Vozzo (22′ Dichiera), Campisi (22′ Vartolo), F. Nesci. All. Scidà
Arbitro: Rispoli di Locri

Il Grimaldi vince la Supercoppa

Il Grimaldi del tecnico Stranges conquista la Supercoppa della provincia di Catanzaro della Seconda Categoria battendo 1-0 il Cessaniti e pareggiando a reti inviolate contro il Caulonia, che ha ospitato la manifestazione sul terreno di gioco del “Dicone”. Inutile, ai fini della classifica finale, il successo per 2-1 dei vibonesi di mister Nicolino sui reggini di Scidà. Gara uno che porta la firma di Bernardo, il cui gol all’ottavo minuto vale il successo cosentino. Ottimo l’estremo difensore, prodigioso su Stanganelli, dopo che il primo tiro dello stesso aveva centrato in pieno la traversa. Gara due molto accesa, la spuntano meritatamente i vibonesi del Cessaniti, in vantaggio con Franzè al quattordicesimo. Fabio Scuteri, sempre lui, pareggia per il Caulonia, ma Santagata regala la vittoria al Cessaniti nonostante qualche buona occasione reggina fallita dallo stesso Scuteri e da Spanò. Caulonia che, invece, avrebbe meritato il successo contro il Grimaldi nella sfida finale, ma un super Cozza e un pò di sfortuna consegnano il trofeo nelle mani della compagine del Savuto.

Foto Gazzetta del Sud 15 Maggio 2010
Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Eccellenza, risultati e marcatori della 11° giornata

Si sono disputate le gare dell’undicesima giornata del massimo campionato regionale …