Home Calcio Audace San Marco, intervista ai co-presidenti Verta e Zicca

Audace San Marco, intervista ai co-presidenti Verta e Zicca

13 min. di lettura
0
0

Intervista esclusiva a Marco Williams Verta ed Enzo Zicca, co-presidenti dell’Audace San Marco, realtà molto ambiziosa che milita nel girone A del campionato di Seconda Categoria.

I co-presidenti dell’Audace San Marco

Innanzitutto a chi è venuta l’idea?
Zicca: Rispondo io. Purtroppo l’idea è venuta a me, ho stressato per diverse settimane Williams e alla prima riunione gli ho anche chiesto di fare da solo il presidente. Il mio socio e Co-Presidente mi ha risposto o la facciamo insieme oppure non se ne fa nulla. Così è nata questa realtà calcistica.

Perché avete voluto costituire questa società e perché questo nome?
Verta: Il calcio a San Marco Argentano non poteva cessare di esistere, abbiamo messo insieme un gruppo di dirigenti e non abbiamo fatto morire questa importante tradizione calcistica. Audace San Marco è lo storico nome della squadra di calcio del nostro paese, abbiamo sentito l’obbligo morale di aggrapparci a un mix di tradizione e innovazione. Infatti, il logo realizzato con il leone e la Torre Normanna è stato ricreato da zero.

Bellissima la presentazione di questa estate con vecchie glorie e alcuni dei Presidenti delle Società del passato. Avete voluto fare le cose in grande?
Zicca: Una cosa o la si fa bene o nulla. Alla presentazione non solo abbiamo premiato vecchie glorie, ma anche grandi allenatori che hanno fatto la storia del San Marco Calcio, tipo Antonio Piraino e Benito Chiarella. In quella occasione un premio lo abbiamo voluto rivolgere anche a chi è stato intestato il nostro Stadio, al compianto Alfonso Spadafora. Se Dio vorrà, questa estate replicheremo con nuovi premi.

In settimana arriva il derby con il Roggiano, siete una squadra di giovani, come arrivate a questa partita?
Verta: E’ vero, siamo una squadra di giovanissimi e quasi tutti sammarchesi, abbiamo anche un ragazzo di origini straniere, che oramai è stato adottato dalla comunità sammarchese Tamba Hassan. Prima di esprimermi sul derby voglio fare un in bocca al lupo di pronta guarigione al loro allenatore Vincenzo Borsarelli. Il derby con il Roggiano è sempre stata una partita sentita non lo nego, quindi grande rispetto per questa squadra, ma i nostri calciatori hanno già dimostrato all’andata che la voglia e il carattere possono battere l’esperienza, quindi domenica arriveremo alla partita con un grande carico di umiltà. Mister Giancarlo Lucera saprà preparare al meglio questa sfida.

Avete riportato il pubblico allo stadio, complimenti, il vostro segreto qual è?
Zicca: Nessun segreto. Abbiamo coinvolto più ragazzi possibili del nostro territorio e gli abbiamo dato fiducia. Semplice. Naturalmente per poter continuare questo trend negli anni, bisognerà avere una rosa ampia in modo da riuscire a portare a compimento ogni campionato. Se non riusciremo con soli ragazzi del posto, negli anni avvenire, in base alle esigenze della rosa, aggregheremo ragazzi dell’hinterland sempre a costo zero. I ragazzi dovranno venire a giocare nell’Audace solo per rappresentare questi colori il rosso e il blu e una cosa è certa, il nostro prossimo obiettivo sarà quello di costituire le squadre giovanili.

Ad ogni decisione societaria c’è unità di intenti? Che dirigenza è la vostra?
Verta: La nostra dirigenza è un mix di esperienza e di giovani con una grande voglia di fare qualcosa di buono anche a livello prettamente sociale. Ogni scelta, anche se ci prendiamo ad ogni riunione, è frutto di decisioni articolate e discusse più e più volte. Abbiamo diverse persone che sono nel mondo del calcio da tanti anni, tipo il Vice Presidente Andrea Lo Bianco che è stato un grande dirigente di Calcio a 5, il nostro tesoriere Stefano Rocco, il team manager Giuseppe Belmonte e una menzione particolare va fatta al DG Ferdinando Quintieri, che oltre ad essere un grande intenditore di calcio è stato anche dirigente del Cosenza Calcio. In più ci sono persone che anche se non hanno una grande esperienza, stanno aiutando molto questo progetto a crescere, tipo Massimiliano Monita, Angelo Cozza, Carmine Zicca, Patrizia Cipolla, Franco Petrassi e Francesco Federico. Cosa fondamentale che non va trascurata, abbiamo un grande staff tecnico composto da Mister Giancarlo Lucera e dal preparatore dei portieri Salvatore Maritato.

I ragazzi vi fanno tribolare essendo giovanissimi?
Zicca: Assolutamente no, tutto nella media. Come in ogni famiglia i problemi escono giorno dopo giorno, la nostra bravura ci siamo prefissati fin dall’inizio, deve essere quella del dialogo sempre, in più il nostro motto è testa bassa e pedalare. Questi ragazzi, nessuno escluso, sono eccezionali, dei diamanti grezzi per questa società. Vogliamo che crescano sotto tutti i punti di vista, educazionali e sportivi. La nostra speranza, è di vederne un giorno qualcuno in categorie molto più importanti di questa. Il nostro Direttore Generale Quintieri sta lavorando per questo. Voglio solo evidenziare un passaggio, abbiamo un grande capitano, Domenico Sollazzo.

Al Presidente Verta, hai ripreso a giocare? Inoltre, progetti futuri?
Verta: Quando serve il mio aiuto sono uno dei primi a rimboccarmi le maniche è sempre stata la mia filosofia di vita. Siamo in emergenza e fino a fine campionato darò un mano alla squadra se necessiterà, tra l’altro con mister Lucera ho già vinto un campionato di Prima Categoria. Progetti futuri in cantiere tanti, e se noi oggi possiamo programamre, dobbiamo dire grazie ai cittadini che ci supportano quotidianamente e agli sponsor in particolare alla Pesar di Vincenzo Piraino, che fin dall’inizio hanno voluto contribuire credendo fermamente in questa piccola rivoluzione. Abbiamo appena fatto partire un contest, regalando alla popolazione per colorare la tribuna di rosso e di blu, ben 80 sciarpe con il logo della squadra. La nostra pagina Facebook sta letteralmente volando, ci contattano da ogni parte dell’Italia e del mondo, visto che i tifosi sono sparsi un po’ dappertutto e hanno un forte legame con questa squadra. Ci scusiamo fin da ora con chi non ha avuto la sciarpa per esaurimento del prodotto di merchandising, stiamo pensando seriamente di ristamparle. Il merito di questo grande risultato è di Francesco Scarniglia, un nostro tesserato, che gratuitamente e con grande dispendio di energie sta curando tutto il nostro marketing. Come ha già detto Enzo stiamo ragionando sulla costituzione delle squadre giovanili, e al contempo stesso stiamo cercando a piccoli passi di ammodernare lo Stadio, di recente grazie all’associazione gli Amici del Cuore, abbiamo montato negli spogliatoi un defibrillatore di ultima generazione per la sicurezza dei nostri ragazzi, e nei prossimi giorni grazie all’Azienda Sinergy Berardi, verranno installati gratuitamente dieci nuovi fari che ci sono stati donati da Don Angelo Longo.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

PANCHINE 2022/2023, la situazione (in aggiornamento)

La situazione delle panchine nei campionati dilettantistici calabresi in costante aggiorna…