Home Calcio Cittanovese, altro ko che fa male: Infantino chiede scusa a società e tifosi

Cittanovese, altro ko che fa male: Infantino chiede scusa a società e tifosi

4 min. di lettura
0
0

PIETRO INFANTINO
«Credo che oggi si debba solo chiedere scusa alla Società e ai tifosi. Non cerco alibi, anche perchè non ci sono. Sapevamo di dover affrontare un avversario difficile in un momento delicato, ma perdere così è pesante. L’emblema del match non è il gol del loro 2-1, quanto il nostro rigore sbagliato e lo scioglimento successivo. È successo anche nelle scorse partite. Qualcuno di noi non è pronto psicologicamente a certi palcoscenici».

«La Gelbison ci ha sempre creato difficoltà. Oggi siamo scesi in campo con il 3-5-2, ma purtroppo c’è una fragilità di fondo che viene fuori nei momenti topici. La responsabilità è dell’allenatore, non ci sono dubbi. E io mi prendo la responsabilità di tutto. Chiediamo scusa e basta. La Società sta investendo tanto, per costruire e creare qualcosa di importante, e noi li stiamo ripagando con una moneta che non ha valore. Mi sento in difficoltà, di fronte a dirigenza e tifosi, c’è bisogno di una presa di coscienza».

«Se mi sento in discussione? Tutti i giorni. È chiaro che qualcosa non va. Noi possiamo uscire dal pantano con il lavoro e togliendo fuori l’orgoglio. Tutti dobbiamo metterci qualcosa di personale, intimo. La disgregazione non serve a niente. L’orticello non porta ai risultati. Questa è una squadra che ha valori e che può fare bene. Io non mollo e vado avanti. Ho sempre fatto il mio lavoro al cento per cento. Ho fatto il mio lavoro e voglio continuare ad allenare questa squadra anche in futuro. Poi la Società farà le sue scelte».

Uff. stampa
Cittanovese

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Sporting Catanzaro Lido, rinnovo per le due frecce giallorosse

Davide Fulciniti e Matteo Mancuso saranno ancora due calciatori dello Sporting Catanzaro L…