Home Calcio Gallico Catona, l’analisi del campionato di eccellenza dell’ex patron Violante

Gallico Catona, l’analisi del campionato di eccellenza dell’ex patron Violante

7 min. di lettura
0
0

Di Giuseppe Calabrò – Dieci anni da massimo responsabile fra il Catona e il Gallico Catona. Due promozioni con il Catona e sette autentiche imprese salvezza con il Gallico Catona. Nello Violante quest’ anno è ai “box”. Uno dei dirigenti più carismatici nel panorama dilettantistico calabrese, in passato è stato anche un ottimo mediano, 10 anni con tanti anedotti, tante scelte strategiche, anche qualche delusione. Con il Gallico  Catona anno 2013/ 2014, ha partecipato alla fase play off con il tecnico Ivan Franceschini, perdendo con  tanta sfortuna a Castrovillari. I suoi giocatori preferiti, Leo Gatto e Daniele Zappia. Il miglior tecnico Ivan Franceschini, il gruppo di bagnara con Enzo Catalano fra i principali protagonisti della promozione in  Eccellenza con il Catona. I tanti dirigenti da Peppe Misiti, a Natale Gatto, Riccardo Marra, Fabrizio Vitali, Peppe Cartisano, Nino Falcone, Peppe Mangano, Marcello Chirico, Michele Cotroneo, Mimmo Richichi, Antonio Lo Presti.
Nello Violante, come stai senza calcio le domeniche?
Bene, dopo tantissimi anni in prima linea era arrivato il momento di fermarmi, stanchezza fisica e mentale, il sabato e la domenica continuo a vedere le partite di Eccellenza e promozione e sto seguendo con attenzione le gesta della Reggina Calcio.
Un giudizio di queste prime giornate nel campionato di Eccellenza?
Le due “ battistrada” Reggiomed e San Luca confermano i pronostici della vigilia, in ritardo la Vigor Lamezia, ma sono certo che riuscirà a risalire la china. Il Locri sta facendo bene oltre misura, però essendo una piazza importante potrebbe rientrare nella griglia play off. Al momento per la leadership è lotta a due fra Reggiomed e San Luca.
Ti ha sorpreso il Sersale?
No, società esperta della categoria, ha vinto già un campionato di Eccellenza, quindi, la dirigenza dopo aver sofferto lo scarso anno ha invertito la tendenza con un ottimo allenatore come Morelli.
In griglia play off chi saranno le contendenti?
Locri, Isola Capo Rizzuto, Vigor Lamezia, Sambiase, Sersale e si potrebbe inserire anche il Bocale di Pippetto La Face.
A livello tecnico tattico che giudizio dai, non c’è la squadra “ tritatutto” come la Palmese e il Corigliano dello scorso anno, classifica “ corta” e alternanza di posizioni domenica dopo domenica?
Campionato equlibrato, l’anno scorso già il Corigliano era dato per vincente, quest’anno le squadre già menzionate lotteranno sino all’ultima giornata per la vittoria finale e la salvezza.
Bene le reggine, Reggiomed su tutti, la “matricola” San Luca una realtà. Seconde te il progetto di Bruno  Leo sarà ad ampio respiro?
La Reggiomed è una realtà che migliora anno dopo anno, il “traino” è la società che è seria e solida, non sono i giocatori o gli allenatori a fare la differenza. Differenza vuol dire organizzazione societaria, rispetto degli impegni economici, capacità nelle scelte tecniche.
Sono ancora i veterani alla ribalta come il bomber Russo, Piemontese, Gallo, Marco Foderaro, Angotti e i  giovani?
Non c’è ricambio generazionale, non funzionano le scuole calcio, quello che si verifica in alto con le difficoltà della stessa Nazionale, si protrae alla base, mi auguro che si uscirà da questo stallo.
Lo stato di salute in generale del calcio dilettantistico?
Disastroso in Calabria, le cinque squadre della Serie D lottano per non retrocedere.
Arbitraggi in Eccellenza. Qualcuno critica gli “scambi”?
Sia gli scambi, che gli arbitri regionali non sono all’altezza del compito, da rivedere tutto, designatori, classe arbitrale.
Zona salvezza. Chi secondo te rischia al momento?
Dal Sambiase in giù sono tutte squadre a rischio, Paolana, Cotronei, Soriano, Bovalinese, Gallico Catona. Secondo me la compagine più attrezzata in questo attuale momento è il Gallico Catona.
Hai avuto più di un’offerta anche importante, ma hai rifiutato, quando ti rivedremo di nuovo al proscenio?
Anno sabatico, mi piacerebbe l’anno prossimo fare un’esperienza importante in categoria superiore non facendo il presidente, ma un ruolo tecnico in qualche nostra società.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Si separano la Segato Women e mister Morabito

La Società Segato Women Melicucco annuncia che per motivi personali mister Santo Morabito …