Home Calcio a 5 Il Città di Rende annuncia Carnuccio in panchina

Il Città di Rende annuncia Carnuccio in panchina

10 min. di lettura
0
0

La stagione sportiva in corso si è fermata, per il futsal dilettantistico, ormai da mesi. Le società, gli allenatori, i calcettisti e tutti glia addetti ai lavori sembrano vivere un periodo di limbo caratterizzato sempre di più dall’incertezza e dalla malinconia dettata dalla lontananza da campi e palazzetti. L’unica emozione positiva, ma quella più determinante, che sta facendo tener duro a questo mondo, è sicuramente la passione, quel sentimento che sta permettendo ad ognuno di accumulare stimoli, voglia di mettersi in gioco e voglia di rivalsa – contro il mostro del covid-19- per dimostrare che quando lo sport si ferma svaniscono anche una serie di gioie, di emozioni, momenti fondamentali per la vita di molti.
Spinti da questa passione e dallo scalpitìo di rimettersi presto in gioco sono i dirigenti e gli atleti del Città di Rende C5. La dose di entusiasmo giusta, quella che veramente fa fremere tutti i protagonisti e supporters biancorossi è l’annuncio dell’accordo raggiunto con l’allenatore PAOLO CARNUCCIO.
Soffermarsi sulla biografia sportiva di mister Paolo Carnuccio risulta essere veramente superfuo, chiunque nel mondo del futsal maschile e femminile calabrese conosce questo allenatore che può vantare esperienze nelle categorie più importanti, in serie A femminile, in alcune tra le più importanti piazze del futsal maschile, anche con la rappresentativa Under 15 regionale, che dimostra anche la sua spiccata capacità di valorizzare i giovani.

Per dare il benvenuto a mister Carnuccio gli addetti stampa del Città di Rende Calcio a 5 hanno organizzato con lui una piccola intervista telefonica (in attesa di poter tornare nei luoghi in cui il calcio, il futsal e tutti gli sport si praticano, si discutono, si vivono).
DOPO UN BREVE PERIODO DI LONTANAZA DALLA PANCHINA HA DECISO DI TORNAREA METTERSI IN GIOCO E LO HA FATTO PROPRIO QUI, AL CITTA’ DI RENDE, SCENDENDO DI CATEGORIA, PER COSI’ DIRE, SPOSANDO UNA PIAZZA SI’ EMERGENTE, MA NON STORICA COME DIVERSE ALTRE CHE SI CONTEDNEDVANO LA SUA PROFESSIONALITA’, COSA HA DETERMINATO QUESTA SCELTA?
La scelta è stata dettata da tre elementi di cui avevo imprescindibile bisogno: affetto, un ambiente caloroso, stima da parte della società. La mia ultima esperienza da allenatore da allenatore si è rivelata demotivante, ragion per cui, per la prima volta da quando pratico questa professione, non ho iniziato la stagione alla guida di una squadra. Avevo bisogno innanzitutto di essere apprezzato, oltre che come tecnico, come persona, per i valori umani in cui credo. Qui al Città di Rende oltre ad una società che mi ha subito dimostrato fiducia, la realtà biancorossa è formata da grandi amici che, fin da questi primissimi momenti, mi hanno saputo dimostrare affetto, stima e vicinanza. Fattori che, come dicevo, per me vengono prima di ogni altro.
LA SITUAZIONE DI STALLO A CUI L’EMERGENZA SANITARIA STA COSTRINGENDO IL FUTSAL DILETTANTISTICO E NON SOLO NON CI PERMETTE DI AVANZARE, AD OGGI, CONCRETE IPOTESI SULLA RIPARTENZA, NONOSTANTE QUESTO HA ACCETTATO FIN DA SUBITO L’INCARICO, SENZA ASPETTARE MAGGIORI SVILUPPI. LO HA FATTO PER QUALE RAGIONE? INOLTRE, IN GENERALE, CHE OPINIONE HA RIGUARDO L’ATTUALE INATTIVITA’ CUI IL COVID HA COSTRETTO IL MONDO DEL FUTSAL?
La situazione emergenziale che ci accompagna da ormai un anno sicuramente sta gravando molto sul mondo dello sport in generale, spero che presto si sviluppino e si mettano in pratica protocolli e direttive efficaci perché, in sicurezza e con la tutela di tutti gli addetti ai lavori, si possa ricominciare a fare sport. Ho accettato fin da ora per una ragione che si ricollega molto alla prima risposta che le ho dato all’inizio. Non sono stato affatto titubante ed ho subito deciso di voler far parte di questo progetto proprio per l’ambiente e la società che ho trovato al Città di Rende. Ho accettato perché qui ci sono persone che mettono quotidianamente in gioco la propria professionalità, il proprio tempo e la loro passione, che vogliono fare futsal in Calabria e che lo vogliono fare bene. Inoltre
ULTIMA DOMANDA MISTER, QUALORA LA STAGIONE DOVESSE RIPARTIRE, ALLA FINE DI ESSA DOVE CREDE POSSA TROVARSI IL CITTA’ DI RENDE?
E’ inutile ribadire il già noto, la squadra è stata costruita per competere per le prime posizioni. Il roster credo sia stato costruito in modo adeguato e ponderato, lo dimostra il giusto mix di giocatori fisici e tecnici. Ho studiato le caratteristiche dei singoli e credo di avere fin da ora idee molto chiare su come poter sviluppare la fase offensiva e difensiva della squadra. Se il campo ci darà ragione e se tutto andrà per il verso giusto, senza esitazione, mi sento di dire che il Città di Rende potrà arrivare tra le prime posizioni del torneo. Concludo con un affettuoso saluto a tutti gli allenatori, dirigenti, atleti, addetti ai lavori che durante il mio percorso e, in particolare, in momenti non molto facili per me, mi sono stati accanto. Ho ricevuto il calore di tantissime persone che appartengono al mondo del futsal femminile e maschile. Oggi saranno contenti anche loro di rivedermi in gioco. Grande stima e gratitudine per tutti loro.

Uff. stampa

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La sorpresa è solo per chi non lo vede giocare, Sersale meritatamente in finale play off

Abbiamo voluto dare un titolo forte di proposito, perchè questa squadra merita un elogio s…