Home Beach Soccer Qualificazioni Mondiali, l’Italia chiude con la goleada all’Azerbaigian

Qualificazioni Mondiali, l’Italia chiude con la goleada all’Azerbaigian

7 min. di lettura
0
0

Goleada italiana contro l’Azerbaijan nell’ultimo match delle qualificazioni mondiali giocate a Nazarè. Protagonista il solito Gori che, con un poker personale, conduce gli Azzurri verso una facile vittoria. L’Italia conclude il torneo di qualificazione al 7° posto e se ne va dal Portogallo con il rammarico di non aver centrato la qualificazione mondiale. Una missione compiuta a metà: dopo aver conquistato il pass per l’Europa, gli Azzurri non ce l’hanno fatta a realizzare la doppia impresa. Fatale è stato il match dei quarti contro la Spagna: “Un quarto di finale sfortunato – si rammarica il Ct Emiliano Del Duca –: in una sola partita, si è deciso il destino di questa squadra che, fino ad allora, aveva sempre vinto”.

C’è amarezza nelle parole del tecnico Azzurro: “Purtroppo una missione compiuta solo a metà. Siamo partiti col piede giusto, centrando le finali europee. Poi stanchezza, infortuni e qualche ingenuità di troppo, ci hanno penalizzato nel cammino verso i mondiali. Le condizioni iniziali imposte dalla pandemia, ci hanno impedito di preparare a dovere questo importante appuntamento, al contrario di altre nazioni in cui si è continuato a giocare. Siamo tutti amareggiati, anche perché la federazione ha compiuto un grande sforzo organizzativo e di questo ringrazio il presidente Gravina. Ora ci rimettiamo subito al lavoro: abbiamo davanti due mesi durante i quali si disputerà il campionato: questo metterà i ragazzi nelle condizioni fisiche e mentali per affrontare al meglio l’Europeo di settembre (Figueira da Foz, 8-12 settembre). In più, avrò la possibilità di valutare lo stato di forma dei giocatori e magari individuare qualche novità da inserire nella rosa. Alle fasi finali dell’Europeo – conclude Del Duca – arriveremo preparati e, sicuramente, diremo la nostra”.
Sulla partita non c’è molto da dire, il risultato parla da sè: gli Azzurri sono stati assoluti padroni del gioco, tanto da mettere le cose in chiaro dopo 30’’ con Gori che, con la solita rovesciata, insacca il gol del primo vantaggio. Gli azeri oppongono solo buona volontà, forse provati dalla battaglia del giorno prima con la Svizzera persa di misura 6-5, ma la squadra italiana, compatta, non ha mai lasciato spazi al loro gioco. Il primo periodo si conclude così (1-0) e il secondo si riapre con Josep jr e Frainetti che realizzano un fulmineo uno due. Reazione dell’Azerbaijan, che si concretizza al 7’’ con Sabir, il suo giocatore più talentuoso, ma pochi secondi dopo, l’espulsione del capitano Asif per fallo su Gori diventa l’occasione per il bomber azzurro di realizzare il secondo gol personale su punizione. Poi non c’è più storia: il secondo tempo, con il gol di Corosiniti, si conclude con il parziale di 4-1. Nella terza frazione 5 gol in rapida successione: Gori, Carpita, di nuovo Gori, per il suo poker, Giordani e Corosiniti (doppietta per lui) chiudono definitivamente la pratica. La finale per il primo posto nel torneo si gioca stasera tra Spagna e Ucraina.

ITALIA-AZERBAIJAN 10-1 (1-0; 4-1; 5-0)
ITALIA: Carpita, Josep Jr Gentilin, Giordani, Marinai, Gori; Spada (GK), Miceli, Vaglini, Zurlo, Frainetti, Corosiniti (C), Del Duca. All. Del Duca
AZERBAIJAN: Elchin, Sabir, Jomard, Abdul, Elshad; Vagif (GK), Asif (C), Ilkin, Renat, Ramil, Amid. All. Zeynalov
Arbitri: Torsten Guenther (GER), Sergio Soares (POR), Vitalij Gomolko (LTU)
Reti: Gori 30’’pt; Josep jr Gentilin 3’06’’st, Frainetti 5’44’’st, Sabir 7’01’’st, Gori 7’35’’st, Corosiniti 10’52’’st; Gori 1’13’’tt, Carpita1’30’’tt, Gori 2’04’’tt, Giordani 2’55’’tt, Corosiniti 10’58’’tt,
Note: espulso Asif (7’35’’)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La Nuova Valle sceglie Macrì per la panchina

La Nuova Valle inizia a lavorare in vista della prossima stagione che la vedrà, ancora un …