Home Calcio Riviera dei Cedri, Vigilante e Ferrara la pensano allo stesso modo: “Tante difficoltà, spiacevoli inconvenienti e rosa rinnovata, ma ci faremo trovare pronti”

Riviera dei Cedri, Vigilante e Ferrara la pensano allo stesso modo: “Tante difficoltà, spiacevoli inconvenienti e rosa rinnovata, ma ci faremo trovare pronti”

10 min. di lettura
0
0

Nel fine settimana riprenderà anche il campionato di Prima Categoria ed in questa occasione ci siamo spostati sull’alto Tirreno per raccogliere sensazioni ed impressioni in casa Riviera dei Cedri, una realtà sana che è cresciuta di anno in anno e che, al momento, è l’unica società del comprensorio a disputare il terzo livello del calcio calabrese.

Il presidente Roberto Vigilante
Presidente, ormai ci siamo, si torna in campo per proseguire il campionato. Vi abbiamo lasciati in una zona di classifica relativamente tranquilla, ma come vi ripresenterete dopo praticamente un mese di pausa, con quali intenzioni ed obiettivi?
Come già successo nelle ultime due stagioni, ci ritroviamo a commentare una stagione a dir poco anomala sin qui, nelle due precedenti occasioni ricordo che da matricola abbiamo concluso in piena zona play off, tutta questa situazione ha inciso molto dal punto di vista dell’organizzazione e della gestione della squadra, che si presenterà dopo la lunga sosta con sostanziali cambiamenti dal punto di vista della rosa per tutta una serie di contingenze.
Inizialmente avevamo costruito insieme al mister una rosa che ritenevamo essere importante per la categoria, purtroppo però le cose non sono andate come avevamo immaginato, ma grazie alla nostra caparbietà, (ne approfitto anche per ringraziare il nostro direttore generale Riccardo Madonia ed in particolar modo il nostro mister Fabio Ferrara al quale va il mio plauso personale perché è un grande allenatore sia a livello tecnico, che a livello umano, non a caso lo ritengo più un grande amico che il nostro mister e spero che rimanga con noi molti anni ancora, anche se so che per le sue capacità meriterebbe di allenare categorie superiori alla nostra) ci siamo reinventati in corso d’opera con un sostanziale rimpasto. Siamo certi, però, che il nostro mister, insieme ai nostri splendidi ragazzi, ci porterà verso il nostro attuale obiettivo che è quello di svolgere un campionato dignitoso e di raggiungere prima possibile la salvezza.

Il mister Fabio Ferrara
Mister, praticamente inizia una stagione nella stagione. Come sta preparando la squadra in vista del ritorno in campo? Ma, soprattutto, vista la sua schiettezza noi vorremmo una sua analisi sulla prima parte andata in archivio, ma anche capire cosa vi siete prefissati di fare da qui alla fine? 

Ci avviciniamo finalmente alla ripresa dei campionati, anche se ancora la situazione legata alla pandemia rimane complicata e questo si riflette senza dubbio sulle nostre attività. Ci auguriamo che tutto questo possa finire e che si possa rapidamente tornare alla normalità.
Fino ad ora ovviamente la stagione non mi soddisfa, soprattutto se penso che la società aveva fatto grandi sforzi per allestire una rosa importante che di fatto, però, non ho mai avuto a disposizione e questo mi rammarica molto.
Quest’anno abbiamo fatto i conti con situazioni a dir poco grottesche che in tanti anni non avevo mai visto, come se non bastasse tutto quello che già stava succedendo intorno a noi.
Abbiamo avuto a che fare con giocatori che si professano tali, ma che non conoscono neanche il significato della parola serietà e questo ci ha costretti a cambiare in corso tutti i nostri programmi. Inoltre, abbiamo avuto inizialmente una serie di infortuni gravi che si sono aggiunti alle già citate difficoltà, dunque abbiamo affrontato una prima parte di stagione in continua emergenza.
Devo fare i complimenti, invece, a quei ragazzi che non hanno mai mollato e che hanno continuato a crederci anche in situazioni complicatissime, accumulando comunque un gruzzoletto di punti che ci servirà molto nella seconda parte.
Una seconda parte in cui non ci presenteremo con quei “famosi” giocatori di categoria superiore, ma con un gruppo tosto e coeso che venderà cara la pelle e che avrei senz’altro preferito avere dall’inizio della stagione, come già successo nelle due stagioni precedenti.
Ma questo non è un problema, mi piacciono le sfide e sono pienamente dentro a questa seconda parte tutta da scrivere, anche se non è quello che avevamo immaginato ad inizio anno, dove speravamo di poter provare ad essere protagonisti nelle zone alte della classifica. Non sarà una ripresa semplice, infatti, affrontiamo subito la prima della classe ma sono molto curioso, perché abbiamo inserito in rosa qualche bravo giovane che per un motivo o per un altro non giocava più e stiamo lavorando per farci trovare pronti.
Sono sicuro che questa seconda parte, caratterizzata dall’innesto di tanti giovani, servirà alla società per dare forza al progetto Riviera dei Cedri che continuerà nel tempo, ricordo che si tratta dell’unica società che milita nel campionato di prima categoria nell’intero comprensorio ed è gestita da persone serie che amano il calcio.
Ne approfitto, infine, per ringraziare la società, in particolare modo il presidente Vigilante e il direttore Madonia che non mollano di un centimetro e difendono la loro squadra con le unghie e con i denti.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Alla Morrone il titolo di Campione Regionale Under 19

La Morrone conquista il titolo di Campione Regionale Under 19 battendo nell’atto fin…