Home Calcio San Giorgio, ufficiale il disimpegno dopo 11 anni

San Giorgio, ufficiale il disimpegno dopo 11 anni

5 min. di lettura
0
0

Dopo Undici anni si chiude una pagina di Calcio molto importante nel Rione San Giorgio. Era il mese di Luglio del 2011 quando ho creato il San Giorgio Calcio, sono partito da solo con il CAMPIONATO AMATORIALE UISP. Nel 2012 con la collaborazione di Peppe Meduri e mio cugino Bruno Caridi abbiamo iniziato il cammino iscrivendo la squadra nel CAMPIONATO DI TERZA CATEGORIA.
Era il primo anno, io ero anche l’allenatore e vi lascio immaginare quante volte ho sbattuto porte e sgabelli. Ma mi ero divertito e la cosa mi piaceva, però volevo vincere ed arrivare almeno in Promozione con il San Giorgio, era anche una promessa fatta a mio padre, quindi sono entrati in Società, a darmi una grossa mano, Nino Idotta, Checco Ferrante, Tonino Martorano e Angelo Latella.
Ci voleva un allenatore giovane che conosceva queste categorie e la nostra scelta è caduta su Ciccio Api, fresco di esperienza e sono bastate due parole per convincermi, fine campionato, secondo posto e vittoria nei play off, inizia la scalata ed è Seconda Categoria.
Riconfermato Ciccio Api in panchina con gli acquisti azzeccati in pieno vinciamo il campionato e approdiamo in Prima Categoria, qua si dividono le strade con il mister Api e chiamiamo in panchina Massimo Scevola per centrare la Promozione però, dopo un bellissimo campionato, perdiamo i play off.
Ma la PROMOZIONE non tarda ad arrivare e la centriamo con un inizio di guida tecnica con Massimo Di Lorenzo e poi in corso di campionato con Peppe Verbaro e con alcuni innesti azzeccati.
Quest’anno volevamo centrare l’Eccellenza con in panchina Gianni Marcianò e con il grande lavoro di Angelo Latella, di Nino Idotta e di Checco Ferrante, però la fortuna non ci ha aiutati nei play off, comunque, grande campionato.
Quante gioie, quante soddisfazioni, imbattibili per 27 partite, quanti calciatori che hanno vestito la maglia neroverde, li ringrazio tutti con un grande abbraccio uno ad uno, come ringrazio con un grande abbraccio tutti i mister che si sono seduti sulla panchina del San Giorgio. Purtroppo, per motivi di lavoro mi sono dovuto allontanare dalla Calabria, dai miei figli e dal San Giorgio, ma come detto prima i miei amici hanno fatto un grandissimo lavoro ed io, anche se lontano, ero sempre lì con il mio cuore, perché il San Giorgio è sempre una parte di me. Adesso se ne apre un’altra pagina di calcio, abbiamo unito le forze con il Gallico Catona e con l’ Archi, con l’obbiettivo di toglierci tante altre belle soddisfazioni.
Uff. stampa

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Liparoto torna ad allenare il Belvedere

Per la stagione 2024/25 l’ASD BELVEDERE CALCIO è felice di annunciare il ritorno in panchi…