Home Calcio Seconda Categoria, scocca l’ora della verità

Seconda Categoria, scocca l’ora della verità

16 min. di lettura
0
0

Torna in campo il campionato di Seconda Categoria che, dopo la sosta per le festività pasquali, si appresta a vivere il momento decisivo della stagione, con le promozioni e le retrocessioni. Due gare alla conclusione dei cinque gironi, tutte le gare si disputeranno in contemporanea da qui in avanti. Ricordiamo che saranno promosse dieci squadre in Prima Categoria (due per girone) e che altrettante dieci retrocederanno in Terza Categoria (due per girone). Inoltre, per togliere il beneficio del dubbio a quanti lo avessero, la Seconda Categoria non dipenderà in alcun modo dalle eventuali retrocessioni delle società calabresi dalla serie D.

GIRONE A
Malvito e Tarsia potrebbero festeggiare entrambe già domenica. I gialloverdi di mister Vaccaro, vincendo a Cropalati, saranno matematicamente promossi grazie ai quattro punti di vantaggio sul Tarsia di mister Amodio che, a sua volta, potrebbe vincere i play off senza disputarli grazie alla ormai risaputa regola dei dieci punti sulla terza in classifica. Due squadre che hanno dominato il girone rossanese e che, calendario alla mano, hanno un’altissima percentuale di successo. Malvito Imbattuto, Tarsia cha ha perso le uniche due gare proprio contro la capolista. Come detto, Malvito a Cropalati e Tarsia a Verbicaro nella penultima giornata; la chiusura in casa rispettivamente contro Saracena e Cropalati.
In coda, Saracena e Diamante si contendono l’ultimo posto e la conseguente retrocessione diretta: i ragazzi di Di Leone avranno il Grisolia in casa e poi la trasferta di Malvito; i tirrenici di Ricca attesi dalla trasferta di Roggiano, per chiudere in casa contro il Real Corigliano Rossano. Attenzione, però, perché in questo momento la penultima in classifica ha più di dieci punti di ritardo dalla quintultima e ciò significherebbe salvezza senza play out per la quintultima (attualmente il Cropalati), mentre finale play out per la penultima contro la perdente della semifinale tra quartultima e terzultima.

GIRONE B
Il Rota Greca ha festeggiato con anticipo il salto di categoria, la prima volta nella propria storia in quello che sarà il prossimo torneo di Prima Categoria. Agguerritissima la lotta play off con ben sei squadre a caccia dei quattro posti disponibili. Avvantaggiate dalla classifica sicuramente CUS Cosenza, Atletico Bianchi e Nuova Aiello, la lotta crediamo che si ridurrà all’esclusione di una tra Audace Decollatura, Agid Dipignano e Komunicando. Partendo dal presupposto che non ci sono mai gare semplici, a maggior ragione in un momento così cruciale, lo scontro diretto tra Aiello e Decollatura dell’ultimo turno potrebbe rivelarsi decisivo per la classifica, soprattutto per i reventini. Dipignano che deve affrontare due compagini in lotta per salvarsi, Falchi Rossi Falconara e San Michele Donnici, mentre il Komunicando avrà la trasferta di Donnici e la gara casalinga contro il fanalino di coda Cerisano, che è ad un solo punto dalla retrocessione matematica. Anche qui c’è da stare attenti in zona play out, perché San Michele Donnici e Real Cosenza potrebbero salvarsi direttamente grazie alla regola dei dieci punti (attualmente +11 la prima, +9 la seconda) e mandare Marcello Pasquino e Falchi Rossi Falconara direttamente alla finale play out per determinare la seconda retrocessione.

GIRONE C
Il Gasperina potrebbe festeggiare la promozione vincendo domenica in casa dell’Amaroni, cinque i punti di vantaggio della capolista sulla Sersalese, prima inseguitrice. Difficile pensare che i gialloblu di mister Mantello possano dilapidare tale vantaggio, anche perchè l’ultima gara casalinga sarà proprio lo scontro diretto contro i presilani al “Papucci”.
Sersalese e MartellettoSettingiano avranno l’opportunità, facendo bottino pieno, di giocarsi la promozione direttamente in finale play off, visti i dieci punti di vantaggio accumulati nei confronti delle rivali. In caso di arrivo a pari punti tra le due contendenti, la finale si giocherebbe al “Ferrarizzi”, in virtù dello scontro diretto favorevole alla squadra di mister Borelli. Sersalese impegnata in casa contro lo Sporting KR ed a Gasperina, sfide Real per il MartellettoSettingiano, prima a Montepaone, poi a Gagliano contro il Vaccarizzo. Retrocesso da ultimo in classifica l’escluso Tiriolo, come da classifica ufficiale pubblicata dalla LND Calabria, sono matematicamente salvi Davoli, Real Montepaone e Real Vaccarizzo, che proveranno a giocarsi le rispettive chances di un posto play off. Il destino, vista la distanza di dieci punti, non è nelle loro mani, quindi servirà fare il massimo e, contemporaneamente, sperare in qualche passo falso di chi precede. Ovviamente, i due scontri diretti degli ultimi due turni previsti a Montepaone e Gagliano saranno decisivi per il post season. Già decisa la griglia play out, le quattro compagini coinvolte hanno una sola gara per provare a guadagnare la miglior posizione possibile ad eccezione dello Sporting KR, che potrà contare su sei punti in palio per scavalcare l’Amaroni o, comunque, tenere a distanza Palermiti e Le Castella che, a loro volta, si contenderanno la terzultima piazza nello scontro diretto del “Mimmo Notaro”.

GIRONE D
Con il San Nicola da Crissa che ha già coronato positivamente la sua cavalcata storica, è lotta aperta in chiave play off. I Biancoverdi di mister Perri arriverebbero secondi con due successi evitando anche di disputare la semifinale play off, ma le due gare da disputare sono ad alto coefficiente di difficoltà: derby a Maida contro il PSG Calabria e trasferta di Zungri contro la Fulgor, un vero e proprio spareggio anticipato. Il Pianopoli, visto il turno di riposo dell’ultima giornata, potrà raggiungere massimo quota 38 punti, con l’unica gara da giocare sul campo del fanalino di coda Real Mileto ma, pur riuscendoci, potrebbe chiudere al quarto posto se Biancoverdi e Sant’Onofrio dovessero fare bottino pieno in entrambe le occasioni (quest’ultimo per gli scontri diretti a favore). Piscopio non ancora salvo, ma servirebbe una congiunzione di situazioni negative per costringere i giallorossi di mister Cosentino ai play out. Il vantaggio di sei punti sulla quartultima e di tredici sulla penultima sono già una garanzia, a ciò si aggiunge anche il calendario proprio, con la gara casalinga contro il Mileto dell’ultima giornata per chiudere eventualmente i conti, ma anche quello degli altri, con scontri diretti incrociati, che consegnano una certa serenità nell’ambiente. Tra le ultime tre, sicuramente il San Costantino è quello che ha più chances di finire davati alle altre, visto avrà a disposizione due scontri diretti per fare punti: Real Gerocarne e Pernocari ad attenderlo. A sua volta, il Real di mister Corona deve vincere lo scontro diretto di domenica, anche se potrebbe poi trovare un PSG già tranquillo nell’ultimo turno. Real Mileto a rischio retrocessione diretta, per punti in classifica, posizione e avversari da affrontare: Pianopoli in casa e Piscopio in trasferta saranno due ossi duri da superare.

GIRONE E
Al secondo anno di attività, e dopo il ripescaggio della scorsa estate, il Gebbione è vicinissimo alla prima promozione sul campo della propria storia sportiva. Sono cinque i punti di vantaggio della squadra dell’omonimo quartiere di Reggio Calabria sulla inseguitrice Campese, con le gare contro Antonimina e Varapodio che potrebbero far coronare la lunga rincorsa. In chiave play off, invece, la Campese, Varapodio ed Antonimina sono già qualificate, le ultime due grazie agli scontri diretti a favore sul Saline Joniche, l’unica squadra che può inserirsi nella lotta e che dovrà fare la corsa sul Real Cittanova. Difficile pensare, comunque, che possa materializzarsi il suicidio sportivo del Real Cittanova, che avrà la gara casalinga contro la Sangiorgese come antipasto per lo scontro diretto dell’ultima giornata all’Attilio Coniglio, che potrebbe essere ininfluente se i giallorossi dovessero mantenere i quattro punti di vantaggio attualmente in essere. In tutto ciò la squadra di mister Stelitano dovrà espugnare il campo del Gallina e sperare, per poi eventualmente giocarsi tutto nel rendez-vous dell’ultimo turno. Già retrocesso il Benestare, con zero punti, alla Calcistica Spinella servirà un vero e proprio miracolo sportivo per evitare di disputare la finale play out che, in ogni caso, sarebbe comunque matematicamente in trasferta. I melitesi devono vincere entrambe le proprie gare contro Rizziconi e Sangiorgese, ma soprattutto devono sperare che il Benestare strappi punti a Sport Palmi o Rizziconi in una delle ultime due uscite. Sangiorgese e Gallina che, seppur a distanza, si contendono la semifinale play off a favore di campo e risultati, pianigiani impegnati a Cittanova ed in casa contro la Calcistica Spinella, mentre i reggini ospiteranno il Saline Joniche, per chiudere con la trasferta di Antonimina.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Alla Morrone il titolo di Campione Regionale Under 19

La Morrone conquista il titolo di Campione Regionale Under 19 battendo nell’atto fin…