Home Calcio a 5 Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 4° giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 4° giornata

25 min. di lettura
0
0

Si è disputata la quarta giornata del massimo campionato regionale di serie C1. Di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

BLINGINK SOVERATO-DOMENICO SPORT rinviata per allerta meteo

CATAFORIO-CITTA’ DI FIORE 5-0 
CATAFORIO: Calabrese, Adornato, De Salvo, Cilione, Giriolo, Labate, Barbaro, Torino, Imbalzano, Casile, Surace, Martino. All. Quattrone
CITTA’ DI FIORE: Gallo, Mazzei, Silipo, Leto, Mannella, Madia, Simari, Scigliano, Timpano, Oliverio, Mosca. All. Federico
ARBITRI: Speziale di Cosenza e Tino di Vibo Valentia
MARCATORI: pt 30’ Casile, st 5’ Adornato, 11’ Giriolo, 19’ Cilione, 24’ Giriolo
NOTE: ammonito Mosca (CDF). Espulso al 4’st Simari (CDF) per fallo di mano
Torna al successo, sul campo, il Cataforio, che brinda ai tre punti nel match casalingo della quarta giornata con il Città di Fiore. Per i reggini si tratta della seconda vittoria in campionato, che vale l’attuale quinto posto in classifica, dopo il 6-0 a tavolino che ha ribaltato l’esito della gara contro la Sensation Profumerie.
Una gara praticamente perfetta da parte dei ragazzi di mister Quattrone che pur non finalizzando le tante occasioni create nel primo tempo, mettono il sigillo nella ripresa sfruttando anche l’espulsione di Simari.
PRIMO TEMPO – Cataforio che fa la partita, contro un avversario giovane, ostico e ben messo in campo. Leto salva su Adornato che si ripete poco dopo calciando sul fondo di un niente. Altra ottima chance con Labate, ma è ancora la difesa silana che fa buona guardia. Padroni di casa stabilmente in attacco, Cilione timbra la traversa, Mosca ci mette il piede dopo il tacco di Giriolo. A metà primo tempo ci prova anche De Salvo, ma pure stavolta la mira è di poco imprecisa mentre il bolide di Cilione sfiora soltanto l’incrocio dei pali. Al 22’ riflessi felini per Mosca sul tiro a botta sicura di Labate, poi al 25’ è il palo a dire di no a Mannella nella prima vera palla-gol degli ospiti. Sul tramonto del primo tempo c’è la bella combinazione sull’out sinistro tra Martino e Casile. Il 18 di casa trova solo la respinta di Mosca ed il portiere ospite non può nulla sulla ribattuta di testa proprio di Casile che sblocca il punteggio al 30’ esatto.
SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con l’episodio che sposta definitivamente l’inerzia del match in favore del Cataforio. Il portiere Mosca perde il pallone sul contrasto con Labate, Adornato (sempre in gol in campionato, ndr) va via in contropiede e Simari, fino a quel momento tra i migliori della sua retroguardia, si “immola” al limite dell’area, toccando però con un braccio. L’arbitro valuta la chiara occasione da gol ed espelle il capitano gialloblù. I reggini sfruttano immediatamente la superiorità numerica, Giriolo libera Adornato che ribadisce in gol per il 2-0 dopo avere colpito il palo. All’ ’11 le parti si invertono. Bel contropiede del Cataforio, da Adornato a Giriolo per il 3-0. Città di Fiore stabilmente con il power-play ed è capitan Cilione a recuperare il pallone. Coast to coast della bandiera bianconera che timbra il punto del 4-0, che coincide con il suo primo centro in campionato. C’è ancora spazio, al 24’, per il tiro dalla propria metà campo di Giriolo che trova così il suo terzo gol di fila dopo due partite di campionato. Città di Fiore che chiude in attacco e ci prova fino alla fine (mister Federico perde anche Gallo per un fastidio fisico, ndr) ed è Leto che colpisce la traversa nel recupero, mentre in precedenza Barbaro fallisce clamorosamente una ghiotta occasione in ripartenza.

FANTASTIC FIVE SIDERNO-MAESTRELLI 3-3
Marcatori: 22′ Lorenti (M) 30′ Avarello (S) 36′ Campisi (S) 40′ Cremona (S) 51′ A. Surace (M) 61′ Spanò (M)
Sa di beffa la quarta giornata di campionato. In casa con i reggini della Maestrelli la Fantastic Five Siderno cercava la terza vittoria stagionale ma trova solo il secondo pareggio. Come sempre partono forte i ragazzi di Mister Crescimbini e per i primi dieci minuti dominano il campo sprecando, non è una novità, svariate occasioni da gol.
Ma gli ospiti non ci stanno e si affacciano pericolosamente dalle parti di Baldissaro il quale fa ottimamente il suo lavoro. Al 14’ proprio l’estremo sidernese devia in angolo un forte tiro da fuori area: i reggini battono rapidamente da rimessa laterale e siglano il vantaggio. Si accendono le proteste e la signora Sansostri torna coraggiosamente, e giustamente, sulla propria decisione annullando la rete. Per alcuni minuti non si gioca per le accese proteste, questa volta, degli ospiti. Ma tant’è che il risultato resta sullo 0 a 0. Il campo, reso viscido da una settimana di piogge non aiuta i calcettisti tecnici della Fantastic. Al 22’ gli ospiti passano in vantaggio con un bel tiro di Suraci A., ma i padroni di casa continuano a macinare gioco. Al 24’ mister Iracà schiera il 5° uomo: una situazione di gioco che i bianco/blu sanno gestire davvero bene. Ma al 30’ bomber Avarello porta di nuovo in parità il risultato.
Seconda frazione che inizia nel migliore dei modi. Al 1’ Avarello impatta il palo e al 6’ Campisi, su azione personale, confeziona un gran gol. Gli ospiti reagiscono, ma a colpire sono ancora i rosa/nero. Questa volta è Cremona, col suo piede “debole”, a calciare inesorabilmente alle spalle dell’estremo difensore della Maestrelli per la rete del 3 a 1.
Dal 17’ i reggini rischiano nuovamente la carta del 5° uomo. Al 21’ la strategia sortisce effetto positivo con Lorenti ad accorciare le distanze. Il tempo passa e bisogna tenere duro e cercare di chiudere la partita. Il portiere di movimento lascia qualche occasione alla Fantastic: due clamorose. A colpo sicuro Dattilo tira verso la porta avversaria sguarnita del portiere, che già aveva effettuato un grande salvataggio fuori area su tiro di Vitale, ma è un difensore ad allontanare la palla, praticamente sulla linea di porta, con una coraggiosa quanto disperata scivolata. Su una palla recuperata Gnisci calcia dalla propria area di rigore verso la porta avversaria… La palla finisce fuori a pochi centimetri dal palo.
Al 31’, allo scadere del primo dei due minuti di recupero comminati, Baldissarro respinge un gran tiro ma la palla resta là, o meglio, carambola proprio sul piede di Spanò che da due passi realizza la più facile delle occasioni. 3 a 3 il risultato finale. Ma la testa è già ai prossimi derby con la Sensation. Mercoledì 3 novembre a Gioiosa Jonica andrà di scena il ritorno del secondo turno di Coppa Italia e sabato 6, ancora a Gioiosa, la quinta di campionato.

GALLINESE-SENSATION C5 5-6
Marcatori: Cutrupi, Vazzana, 3 Iaria (G) Simari, S. Alì, Nasso, 3 Martino (S)
La quarta giornata di campionato consegna all’ASD Gallinese la seconda sconfitta stagionale, per giunta consecutiva. Alla palestra Polivalente di Gallina era ospite oggi la Sensation C5, un avversario dal gran valore tecnico che sin dalle prime battute dimostrerà di voler portare a casa l’intera posta in palio. Nel primo tempo di fatti il pallino del gioco e nelle mani dei jonici che riusciranno a portarsi in vantaggio e chiudere meritatamente sullo 0-1 la prima frazione. La ripresa però si apre con la furente reazione di capitan Cutrupi & c. che in meno di 1 minuto riusciranno a pareggiare, peccato però che altrettanto velocemente ed inspiegabilmente di lì a poco si ritroveranno sotto di ben 3 reti; bravi i ragazzi di Gioiosa Jonica ad approfittare del blackout dei nostri. Mister Pellegrino sull’1-4 non si dà per vinto, inserisce il portiere di movimento e prova a rimetterla in piedi, ci andrà molto vicino riuscendo a chiudere sul 5-6 grazie alla tripletta di Iaria ed al gol di Vazzana.
Appellarsi alle assenze, ai 4 legni colpiti ed agli episodi sfortunati non ci restituirà i 3 punti, i giorni in cui tutto va male, in cui il destino sembra averti voltato spalle ci sono, se ci pensiamo bene tutti ne avremo già vissuti tanti nello sport così come nella vita e da tanti ci siamo risollevati, non ci toccherà fare nient’altro che quello che già tante volte abbiamo fatto: ci rialziamo e andiamo avanti, l’amarezza per la sconfitta rimane ma è destinata a svanire, ciò che non può svanire è la nostra volontà ed i nostri sogni, quelli sono lì sempre accanto a noi, nel giorno migliore ed in quello peggiore. (Gallinese)
La Asd Sensation Profumerie C5 riprende il suo percorso con una bella vittoria fuori casa. Dopo la sconfitta (immeritata) nella gara casalinga di sabato scorso contro Blingink Soverato, i ragazzi di Mister Ragona si impongono con il punteggio di 6-5 contro la Gallinese DL: una nuova convincente dimostrazione di competitività. Tre vittorie sul campo (una annullata d’ufficio per una banale irregolarità) e una sconfitta (arrivata, contro la capolista, solo negli ultimi minuti): la strada è tracciata, la Sensation Gioiosa C5 c’è. (Sensation)

POLISTENA C5-REAL ARANGEA 4-1
Marcatori: Politanò (P) De Marzo (P) Nelo (RA) Napoli (P) Sorace (P)
Un passivo che penalizza troppo i gialloneri di Mister Carella, ma ancora una volta in questo inizio di stagione, manca qualcosa al Real Arangea per mettere a frutto il suo potenziale.
Contro una squadra affiatata, ben disposta in campo e con una identità precisa di gioco, con tanti anni di esperienza in questa categoria, come il Polistena, serviva più attenzione e il massimo dell’impegno possibile.
Nei primi 10 minuti del match le due compagini si studiano e il gioco risulta contratto con i due estremi difensori praticamente inoperosi, il Polistena tesse le sue trame di gioco e il Real Arangea prova, non in modo efficace, le sue ripartenza, ma sono proprio i gialloneri i primi ad impensierire il portiere avversario prima con Cantarella e subito dopo con Nelo dalla distanza. Il Polistena intensifica le sue geometrie e trova il vantaggio con un tiro da fuori aria reso velenoso da una deviazione, nel tentativo di contrastarlo, sorprendendo Falcone. Passano solo pochi minuti ed è ancora il Polistena ad approfittare di una maldestra combinazione difensiva e segnare il doppio vantaggio. Il Real Arangea non ci sta, un cambio di marcia e di intensità nei minuti finali del primo tempo portano Cantarella, dopo una brillante azione personale, a servire Nelo che insacca per il temporaneo 2 a 1 con cui si va al riposo.
Nella seconda frazione di gioco i gialloneri sembrano più tonici e propositivi sfiorando in un paio d’occasioni il pareggio, ma è ancora il Polistena ad arrivare al gol, complice ancora una disattenzione in fase difensiva, un tiro potente e preciso dalla distanza si insacca all’incrocio dei pali difesi dal nuovo entrato Longo. Ci prova il Real Arangea a rimettere in sesto il match, mister Carella prova anche il quinto uomo con il portiere di movimento, ma l’imprecisione e alcune fasi disorganizzate della fase offensiva non permettono di finalizzare diverse possibili occasioni per ridurre il passivo. È ancora il Polistena a segnare nei minuti finali, approfittando dello schema del portiere di movimento avversario insacca d’alla propria area nella rete sguarnita giallonera. Finisce 4 a 1, sarebbero tante le attenuanti del Real Arangea, le assenze, gli infortuni, un arbitraggio che lascia qualche dubbio, ma sarebbe come nascondersi dietro ad un dito, la forza di una squadra è costutituita dalla somma delle individualità che la compongono, dalla capacità di renderle armoniche, su questo i ragazzi del duo Carella-Pedà sono chiamati a riflettere e a trovare presto, tutti assieme, delle soluzioni.

REGGIO SC-FUTSAL KROTON 8-1
Marcatori: 2 Denardi (R) 2 Chiaia (R) 2 Gattuso (R) 2 Cannizzaro (R) Pupa (K)
Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Reggio SC che si riscatta dopo il pareggio contro il Real Arangea e vola al quarto posto in classifica. Pur dominando contro il Kroton, con poche rotazioni, la squadra di Tamiro riesce a dare lo strappo decisivo solo negli ultimi 10’ del primo tempo. Ottimo l’esordio dei brasiliani Denardi (due gol) e Murilo.
Punteggio che si sblocca infatti verso la metà della prima frazione, con Gattuso che da posizione defilata capitalizza l’assist di Murilo. È però immediato il pareggio dei pitagorici, con il proprio numero 7 che manda in gol la ribattuta di Calabrò sul suo stesso tiro. Al 20’ ecco lo sprint dei reggini che segnano quattro gol in sei minuti. Biancoblù che tornano in vantaggio con Antonio Chiaia su schema da calcio d’angolo. Passa un minuto e arriva il primo gol “italiano” di Denardi, dopo aver recuperato palla a centrocampo. Sul 3-1 la Reggio SC continua la sua spinta offensiva e dopo altri sessanta secondi è ancora Chiaia dal centro sinistra a trovare la via del gol (non perfetto l’intervento del portiere avversario sul proprio palo di competenza, ndr). Al 26’ bomba di Cannizzaro sotto l’incrocio per il 5-1 che chiude il primo tempo.
Nella ripresa è ancora la Reggio SC a condurre le danze e al 9’ Denardi si regala la doppietta personale, rientrando bene sul destro e superando il portiere ospite per il 6-1. Il punteggio resterà invariato almeno fino al 20’, con Cannizzaro che insacca il 7-1 su assist di Gattuso. Proprio Gattuso chiuderà in conti (doppietta anche per lui) con il sigillo dell’8-1 su perfetta sponda di Vincenzo Zoccali.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Nausicaa, mister Cento: “Società encomiabile, già centrato il primo obiettivo stagionale”

Intervista a Francesco Cento, tecnico della Nausicaa, in vista della ripresa del campionat…