Home Calcio Spareggi Prima Categoria, i tabellini degli spareggi: Ol. Acri e Pro Pellaro promosse

Spareggi Prima Categoria, i tabellini degli spareggi: Ol. Acri e Pro Pellaro promosse

14 min. di lettura
0
0

La stagione della Prima Categoria 2015/2016 verrà ricordata come una delle più lunghe in assoluto, infatti, è il 23 maggio quando Olympic Acri e Pro Pellaro possono festeggiare il salto di categoria, anche grazie alla salvezza in serie D della Palmese, che batte 3-1 il Marsala in Sicilia nel play out. Inutile ai fini pratici lo spareggio di Vibo Valentia tra le due rivali, alla fine è festa per entrambe. Le due compagini hanno vinto i rispettivi spareggi play off di girone e i rispettivi spareggi inter girone, entrambi al termine dei calci di rigore, contro il Casabona (vincente play off girone B) e l’Atletico Maida (vincente play off girone C).

OLYMPIC ACRI-CASABONA 6-5 dcr
OL. ACRI: Spingola, Ventre, Lamirata, Caruso, Tedesco, Lappanese, Fiorentino, Salerno (14’ st Sicolo), Apicella, Pellegrino (38’ st Ritacco), Ferraro. In panchina: Falcone, Micieli, Bisignano, Azzinnari, Trematerra. Allenatore: Guido
CASABONA: Zizza, Giuda (18’ pt Mancuso), Novello, Squillace, Vaccaro (34’ st Corigliano), Andracchio, Ioppoli, Livadoti, Turano, Sangervasio, Milano (10’ st Rizzo). In panchina: De Giacomo, Melidone, Gallo, Cua. Allenatore: Ioppoli
ARBITRO: Gigliotti di Cosenza (Assistenti Benedetto – Basile di Crotone)
MARCATORI: 16’ pt Turano (C) 8’ st Tedesco (OA) 13’ st Vaccaro (C) 20’ st Apicella (OA)
NOTE: Ammoniti: Caruso, Lamirata, Ferraro (OA), Vaccaro, Novello (C) RIGORI: Zizza (C) gol, Lappanese (OA) parato, Squillace ( C) gol, Ritacco (OA) gol, Ioppolo (C) fuori, Ferraro (OA) gol, Rizzo (C) gol, Sicolo (OA) gol, Sangervasio (C) parato, Apicella (OA) gol

Esultanza Olympic al fischio finale

Il biancoazzurro è il colore che domina al “D’Ippolito”, i colori sociali delle due squadre sono gli stessi, ma alla fine a sventolare sono le bandiere degli acres1i dopo una partita bella e combattuta decisa ai calci di rigore. Il primo tempo non regala particolari emozioni con le due squadre timorose e con la paura di sbilanciarsi. Al 6’ Turano prova dalla distanza ma Spingola blocca. Al 7’ su azione di contropiede Ferraro prova a portare in vantaggio i suoi ma la conclusione finisce alta. Il gol che sblocca il risultato arriva al 16’ con Turano che di rapina realizza in mischia dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo. L’Olympic cerca di trovare il pareggio e fa molto possesso palla, il Casabona invece è pericoloso in ripartenza. Al 32’ Sangervasio prova la conclusione dalla distanza ma la sfera si spegne a fondo campo. Nel secondo tempo al 2’ Pellegrino lascia partire una bella conclusione dalla distanza che termina di poco a lato. Al 5’ Squillace conclude da ottima posizione ma Spingola è autore di un intervento che salva il risultato. Al 8’ dagli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il pareggio dell’Olympic con Tedesco che anticipa tutti e batte Zizza. Al 13’ il Casabona si riposta in vantaggio: Rizzo imbastisce un bel contropiede finalizzato dal gol di Vaccaro. Al 20’ bomber Apicella direttamente da calcio di punizione sigla il pari. Al 30’ ci prova dalla distanza Pellegrino mentre dieci minuti più tardi viene annullato a Fiorentino un gol per fuorigioco (dubbio). L’Olympic chiude all’attacco con tre occasioni rispettivamente Sicolo,Ritacco e Ferraro. Nei tempi supplementari da segnalare l’espulsione di Lamirata nel primo tempo ed il grande intervento di Spingola su Turano (14’). La lotteria dei rigori dopo l’errore di Lappanese viene decisa dall’errore di Ioppolo e dalla parata di Spingola su Sangervasio. (Commento Ol. Acri)

Olympic Acri spareggio

ATLETICO MAIDA-PRO PELLARO 3-4 dcr
Atletico Maida: Lucia, Michienzi, Caruso S., Tarzia (50′ Bartucca), Romagnuolo, Bilotta, Caruso A., Martino, Ianni, Muraca, Martinez (10′ sts Lo Russo). A disp. Michienzi , Ceniviva, Pingitore, Mazzei, Paone. All. Barone
Pro Pellaro: Nicolò, Marra (5′ pts Attinà), Alampi, B. Attinà, Modaffari, Colo, Praticò, Putortì, Iannone, Ficara, Polito. All. Arcidiaco
Arbitro Ranieri di Soverato
Marcatori: 6′ Ficara (P), 31′ Martinez (M)
Rigori: Muraca (M) parato, Ficara (P) traversa, Caruso S (M) parato, Putortì (P) gol, Caruso A (M) gol, Polito (P) gol, Martino (M) gol, Attinà (P) gol, Romagnuolo (M) traversa.

L’esultanza della Pro Pellaro a fine gara

Finisce ai calci di rigore la supersfida di Cittanova valida per la promozione fra le due vincitrici dei propri play off dei girone C, l’Atletico Maida, e del girone D, la Pro Pellaro, a gioire i bianconeri reggini, applauditi a fine partita anche dai sostenitori giallorossi maidesi, per l’Atletico Maida rimane la strepitosa stagione da quarto in classifica (48 punti) vincitore dei play off del girone C vincendo le sfide contro il Fronti (3 a 2 a Fronti) e San Gregorio (2 a 1 dopo supplementari a Maida) e la pagina di storia scritta per tutta la comunità. Cornice di pubblico importante e tifoserie molto rumorose ma corrette, si parte subito forte con la Pro Pellaro in vantaggio al primo affondo con Ficara, che entra in aria e batte l’incolpevole Lucia. Il Maida si scuote e alza vertiginosamente il ritmo e il baricentro e alla mezz’ora arriva il pari, punizione di Muraca e gol di testa in tuffo dell’Imperatore Martinez che fa esplodere i 250 tifosi giallorossi. Maida che sembra prendere coraggio e Pro Pellaro che bada più a difendersi. Ma nel secondo tempo dopo appena 5 minuti l’infortunio di Tarzia cambia un po il volto alla partita, la Pro Pellaro infatti si alza e comincia a far paura, ci vuole un super Lucia su Iannone a salvare in tuffo. Partita comunque equilibrata fino al 90esimo, con pochi sussulti da una parte e dall’altra, annullato un gol per giusto fuorigioco alla Pro Pellaro intorno all’80esimo. il Maida si fa vedere con Martinez ma il tiro dal limite è alto di poco. Intorno al 90esimo Muraca dalla bandierina mette i brividi a Nicolò che devia in corner. Nei supplemetari stessa musica ma con le squadre che sembrano non accontentarsi, Maida pericolosissimo ancora da corner Muraca e per un soffio Ianni non gonfia la rete. Ripresa a favore dei reggini che sfiorano il gol con il solito Ficara. Si chiuede al 123esimo uno spareggio giocato ad armi pari da decidere ai calci di rigore. I primi due penalty battuti dai due numeri 10 Muraca e Ficara vengono sbagliati, il primo parato, il secondo traversa, ma già dal secondo tiro dal dischetto Pellaro avanti, sbaglia Simone Caruso, segna Putortì, non bastano i gol di Antonio Caruso e Martino, perchè la Pro Pellaro segna ancora con Polito e Attinà, l’ultimo rigore dei giallorossi è sbagliato da capitan Romagnuolo, che colpisce la trasferta. A fine partita scroscianti applausi per le due squadre e pubblico giallorosso commuovente si stringe intorno alla squadra di mister Barone, protagonista indiscusso della stagione insime a tutti i ragazzi. Applausi per la Pro Pellaro, applausi per l’Atletico Maida che vede la Promozione svanire a soli 11 metri di distanza, uscendo da questi playoff comunque imbattuta e a testa altissima. (Commento Atl. Maida)

Atl. Maida spareggio
Pro Pellaro spareggio

OLYMPIC ACRI-PRO PELLARO 1-0
Marcatore: 12′ G. Ferraro (OA)
Entrambe promosse per salvezza della Palmese serie in D

Pro Pellaro promossa nonostante il ko sul campo
Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Il Gallico Catona si raduna oggi con Giovinazzo in panchina

Alle ore 17 gli atleti del Gallico Catona si ritroveranno nella splendida struttura dello …