Home Calcio Supercoppa provinciale RC, il Val Gallico piega la Scillese ai rigori

Supercoppa provinciale RC, il Val Gallico piega la Scillese ai rigori

10 min. di lettura
0
0

E sono tre! La stagione del Val Gallico si chiude con l’irrefrenabile gioia e la travolgente festa di chi ha vinto tutto ciò che era possibile conquistare. Campionato di Seconda Categoria, Coppa Disciplina, Supercoppa Provinciale, la festa è tutta al Lo Presti, bussare casa Val Gallico. La formazione di mister Falcone coglie il terzo “titulo”, al termine di un estenuante duello contro la pur valida Scillese, che non ha accusato la categoria di differenza, né il timore reverenziale di avere affrontato la propria avversaria sul terreno a lei più congeniale, quello di casa e sul sintetico.

Le due squadre posano insieme

Davanti ad un discreto numero di spettatori e ai festanti supporters scillesi, accorsi in massa per sostenere la propria squadra, la partita regala subito due botti niente male. Al 5′, Spanò si conquista una punizione dal limite: il “Professor” Facciolo fredda l’incolpevole Polistena, che raccoglie la palla dalla rete e la può lanciare verso la metà campo, 1-0 Val Gallico. La gioia dura appena 40 secondi, il tempo necessario a Manglaviti per battere l’incolpevole Praticò, su traversone dalla sinistra di De Franco. Da qui alla restante parte di match, diventa una sfida quasi a scacchi, con il Val Gallico decisamente a corto di fiato e di idee, complice l’esaltante ma dispendioso cammino in campionato. Al 15′, è ancora Spanò a risultare il più attivo tra i suoi, con una botta da fuori a scendere che sfiora la traversa. Cinque minuti più tardi, risposta degli ospiti, oggi in maglia gialla, con un tiro cross dall’out di destra di Manglaviti e la respinta di Praticò. Al 25′, De Franco tenta il jolly da fuori area, dopo aver controllato un pallone maldestramente rinviato dall’estremo difensore biancoazzurro, palla sopra la traversa. Dopo un tentativo a giro del solito Spanò, con pallone che va vicinissimo alla destra del palo della porta difesa da Polistena, la gara offre pochi spunti di cronaca, sopratutto grazie all’abilità della Scillese di anestetizzare tutti i tentativi, oggi un pò velleitari, di Aletta e soci. In avvio di ripresa, Falcone prova a ravvivare la gara inserendo Surmanidze e D’Agostino, per Postorino e Germanò. Il Val Gallico passa a tre davanti e a quattro dietro, la Scillese invece accusa la stanchezza dopo una prima frazione di certo ben giocata, ma dispendiosa. La girandola della sostituzioni (tra i padroni di casa, spazio anche a Laganà e Walter Cartisano), porta a risultati modesti. Al 75′, ancora Spanò spicca tra tutti e prova una girata al volo sugli sviluppi di un corner, respinta di testa proprio sulla linea da Massimo Macrì. La possibile svolta del match arriva al minuto 84′. Raptus di follia di Cimarosa, che insulta tutto e tutti, compreso l’arbitro e si becca il cartellino rosso, tra la sorpresa generale. Non contento, il numero 9 rifila un gancio sinistro direttamente in faccia al compagno De Franco Francesco, che reagisce e prova a difendersi: Paviglianiti della sezione Aia di Reggio Calabria, è costretto ad alzare il rosso anche all’indirizzo del mediano ospite, intervenuto a calmare il compagno. Al 90′, la Scillese sfiora l’incredibile: è Manglaviti a sfiorare la clamorosa (e spettacolare) doppietta con una botta al volo quasi dal limite dell’area di rigore, il subentrato Grillo può osservare immobile la traiettoria della sfera, che termina la sua corsa dietro la rete. Un minuto più tardi, nel primo dei sette minuti di recupero concessi, è Walter Cartisano ad avere sulla testa la palla buona, ma il suo tentativo è debole e facile preda del portiere Polistena. L’ultima emozione capita allo scoccare del minuto 95, quando una bomba da 40 metri di Paolo Ripepi, si stampa sulla traversa e termina la sua corsa tra le braccia del portiere della Scillese.
Si va ai calci di rigore. La lotteria dagli undici metri vede premiata la freddezza dei giocatori del Val Gallico, che segnano tutti e quattro i tiri dal dischetto. Gli errori di Macrì V. e di Manglaviti, condannano gli ospiti ad una resa onorevole.
A fine gara, nell’assoluto fair play, il Val Gallico può alzare la coppa del campionato (con coppa Disciplina annessa) e la Supercoppa della Provincia: et voilà, il Triplete è servito! Buone vacanze Val Gallico! (commento Val Gallico)

VAL GALLICO-SCILLESE 5-2 d.c.r.
VAL GALLICO: Praticò (45′ Grillo); De Angelis, Aletta (79′ W. Cartisano), P. Cartisano; Facciolo, Germanò (45′ D’Agostino), Pizzimenti (65′ Laganà), Ripepi; Spanò; Milasi, Postorino (45′ Surmanidze). A disp: Bilardi. All. Falcone
SCILLESE; Polistena A.; Perina (60′ Macrì Va.), Andreacchio (86′ Fondacaro), De Franco Fra., Palamara, Macrì M. (89′ Magenta), De Franco Giu.,Chimento, Cimarosa, De Marco (78′ Macrì Vi.), Manglaviti. A disp: Polistena F., Imbesi, Cardillo. All. Macri R.
Marcatori: 5′ Facciolo (VG) 6′ Manglaviti (S)
Arbitro: Paviglianiti di Reggio Calabria
Note: ammoniti: P. Cartisano, Milasi (VG), Andreacchio (S); espulsi: De Franco Fra. e Cimarosa (S)
Sequenza rigori: Milasi gol, Macrì Mas. gol, Surmanidze gol, Macrì V. fuori, W.Cartisano gol, Manglaviti alto, Ripepi gol

Val Gallico
Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Il Gallico Catona si raduna oggi con Giovinazzo in panchina

Alle ore 17 gli atleti del Gallico Catona si ritroveranno nella splendida struttura dello …