Home Calcio a 5 Un calabrese in Divisione C5, Francesco Novello eletto Delegato Assembleare

Un calabrese in Divisione C5, Francesco Novello eletto Delegato Assembleare

12 min. di lettura
0
0
Novello nel 2016 ai tempi della F.C. Paola C5

Francesco Novello è un dirigente sportivo calabrese, ingegnere paolano, con una immensa passione per il futsal. A volte, l’amore per una disciplina sportiva non si manifesta solo in chi lo pratica, ma anche in chi permette di praticarlo e ruota attorno ai protagonisti che vanno in campo. Lui è tra questi.
Ha fatto parte di diversi progetti sportivi, è stato un dirigente vincente sul campo e adesso proverà ad esserlo anche dietro la scrivania, ma con l’occhio vigile sempre sul parquet. Le vittorie di Rogliano, Calabria Ora, Paola, Traforo e Cosenza, tutte compagini accompagnate nei campionati nazionali, sempre da protagonista. Adesso farà parte della squadra più importante, quella della Divisione C5, grazie all’elezione come Delegato Assembleare, nella lista che ha visto trionfare il neo presidente eletto, l’avvocato Luca Bergamini.

Innanzitutto, complimenti ed in bocca al lupo per la nuova carica che andrai ad occupare. Come è nata questa possibilità di entrare a far parte di questo progetto?
La mia candidatura nasce grazie alle conoscenze che questo magnifico sport ti permette di stringere sul campo nel corso degli anni con persone che hanno la tua stessa passione per questa disciplina. A tal proposito saluto e ringrazio i miei compagni di viaggio ed attuali Consiglieri della Divisione, Stefano Castiglia e Leonardo Todaro con i quelli ho condiviso questo percorso.

Cosa c’è nella tua testa per il nostro amato futsal, magari con un occhio di riguardo per la Calabria, che ha sempre bisogno di essere sostenuta anche nelle sedi importanti dove andrai a svolgere il tuo compito?
Sicuramente bisognerà ripartire da un’analisi di quella che è la situazione attuale, fortemente segnata e condizionata dall’emergenza epidemiologica tuttora in atto. È importante che le società del futsal abbiano un ruolo centrale anche nelle scelte che verranno prese e pertanto ritengo opportuno e necessario intraprendere un percorso di condivisione. Personalmente sarò a completa disposizione delle società calabresi. Credo che non mancherà occasione di confronto con il delegato regionale al fine di valutare opportunità e lavorare in completa sinergia, aspetto che ritengo potrà portare ad una crescita del movimento.

Rogliano, Calabria Ora, Paola, Traforo e Cosenza, quattro progetti di cui hai fatto parte e che ti hanno restituito tante soddisfazioni. Potresti scrivere sicuramente un libro su queste quattro avventure, dentro e fuori dal campo, ma cosa ti è rimasto adesso di queste esperienze, nel bene e nel male?
Cinque esperienze sul campo accomunate da altrettante importanti vittorie e conquiste sportive. Sono partito come addetto stampa del Rogliano grazie a due persone a me molto care, Francesco Mendicino e Giovanni Chiappetta, che mi hanno avvicinato a questa disciplina ed hanno scritto la storia di questo sport in Calabria e non solo. Ho assaporato un campionato nazionale per la prima volta nel 2012 come Dirigente del Calabria Ora, per poi proseguire il mio percorso sportivo nella mia città (Paola) con la squadra del presidente Sganga dove abbiamo, partendo dalla C2, sfiorato la serie A2. Anno successivo al Traforo Spadafora con la conquista delle serie A2 tramite play off e la passata stagione vittoria della serie B e promozione in A2 da imbattuti, con al timone proprio Giovanni Chiappetta, alla Pirossigeno Cosenza del presidente Fuoco.  Esperienze straordinarie dove ho avuto il pacere di conoscere tantissime persone legate a questo mondo ed approfondire anche rapporti alcuni dei quali poi si sono rilevati diversi rispetto alle attese, ma questo fa parte del gioco.
Dall’inizio della mia esperienza ho capito l’importanza del gruppo e non del singolo per arrivare a raggiungere i traguardi che nelle varie società ci eravamo prefissati. Questo aspetto poi è stato anche alla base del percorso che ci ha portato in Divisione, un gruppo unito con obbiettivi comuni e tanta passione per questo sport. Mi preme ringraziare anche alcune persone che in questi anni mi sono state vicino e con cui ho condiviso momenti importanti ovvero Stefano Andreoli, Salvatore Panaro, Isidoro Santoro e Mimmo Colonnese.

Cosa ci dobbiamo aspettare dal “Bergamini presidente” ed in quali aspetti, secondo te, si può migliorare il futsal?
Luca Bergamini è una persona dalle grandi capacità manageriali e sono sicuro che è la persona giusta per far ripartire questa disciplina nel modo corretto. Gli aspetti e le tematiche da affrontare sono molte e come dicevo prima richiedono anche un percorso condiviso con le società che vivono attualmente una situazione non facile propio a causa dell’emergenza sanitaria. Sarà importante, ritengo, dare la giusta visibilità alle società del futsal, valorizzare il ruolo dei comitati regionali, accrescere la diffusione di questo sport nelle scuole ed avvicinare i ragazzi a praticarlo. Questi sono alcuni aspetti che ritengo importanti per lo sviluppo di questa disciplina.

Chiudiamo con la Calabria. Un tuo parere sul regionale tra passato, presente e futuro.
La Calabria si è sempre contraddistinta in questo sport con importanti traguardi anche a livello nazionale, basti pensare al trofeo delle regioni vinto nel 2017 proprio con Francesco Mendicino alla guida della nostra rappresentativa. I campionati regionali hanno visto in questi anni società che hanno investito parecchio in questa disciplina con importanti risultati al seguito. Allo stato attuale l’emergenza la fa da padrone e purtroppo sta togliendo l’opportunità sociale e di aggregazione che questa disciplina regala. La speranza è quella si possa tornare il prima possibile alla normalità. Attualmente ritengo che non ci siamo condizioni tali per garantire una ripresa del campionato in totale sicurezza, spero che tale condizione si possa raggiungere il prima possibile.
Infine, il mio auspicio è quello di rivedere in un futuro prossimo una società calabrese nel massimo campionato nazionale di futsal, ormai sono passati troppi anni da quando il Corigliano ci regalò quei bellissimi momenti.

La redazione di CALABRIADILETTANTI si complimenta con Francesco Novello, a cui porge un augurio di buon lavoro. Ad Maiora!

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Segato al lavoro per farsi trovare pronta al primo storico torneo di A2 femminile

La Segato Women Melicucco sta lavorando per farsi trovare pronta al primo storico campiona…