Home Calcio a 5 Cinquina della capolista Lamezia Soccer, buon pari Casali del Manco, vittoria preziosa della Soccer Montalto

Cinquina della capolista Lamezia Soccer, buon pari Casali del Manco, vittoria preziosa della Soccer Montalto

14 min. di lettura
0
0

Giocate le gare della decima giornata nel girone G e della nona nel girone H del campionato nazionale di serie B.

Girone G
MIRTO-DIAZ BISCEGLIE 3-5
Marcatori: Cosentino, Cofone, Benenati (M)
L’annus horribilis del Mirto C5 continua in linea con il resto della stagione. Matura un altra sconfitta casalinga, combattuta, poco meritata e fortemente condizionata da 2 espulsioni dei nostri ragazzi a fine primo tempo. In realtà però qualche “miracolo” oggi al palazzetto c’è stato… Il primo è stato vedere un pubblico meraviglioso riempire il palazzetto e invitare la squadra fino alla fine nonostante la sconfitta. Grazie di esserci!
Il secondo lo ha fatto il nostro amico Mauro Coppola che è intervenuto a titolo totalmente gratuito a sistemare la caldaia del palazzetto che ieri aveva smesso di funzionare permettendo ai nostri ragazzi e agli ospiti di poter fare la meritata doccia calda. Quando anche le autorità preposte ci avevano abbandonato sulla questione lui è stato pronto a mettersi a disposizione. Gli vanno quindi i ringraziamenti personali del presidente Luigi Salvino e della dirigenza tutta.

Girone H
SIAC MESSINA-LAMEZIA SOCCER 0-5
Reti: pt 00’08” Barbosa, 15’37” Barbosa, st 01’09” Patamia, 15’31” Deodato, 17’22” Regner
Siac Messina: Parisi, L. Colavita, A. Colavita, Esposito, Aricò, Soffli, D’Aleo, Farinella, Galletta, Bruno, Capillo, Lo Vecchio. Allenatore: Erminio Fazio
Lamezia Soccer: Pardal, Regner, Mantuano, De Masi, Zerbo, Deodato, Caffarelli, Gigliotti, Patamia, Barbosa, De Sensi. Allenatore: Bebo Carrozza
Arbitri: Andrea Barillà di Cinisello Balsamo e Andrea Pulimeno di Roma 1
Cronometro: Emmanuele Nazaro Di Gregorio di Catania
Altri tre punti messi in cassaforte dall’Ecosistem Lameziasoccer che passa sul campo del fanalino di coda Siac Messina e mantiene le distanze dalla più diretta inseguitrice Città di Palermo. Non è stata una grande partita della formazione orange, forse si è adattata un po’ troppo al ritmo degli avversari, che ha comunque costruito tantissime occasioni da gol non sfruttate per bravura degli estremi avversari (Parisi e Soffli) e per qualche imprecisione. Dall’altra parte anche la formazione peloritana ha avuto le sue buone occasioni sventate, soprattutto, nel secondo tempo quando tra i pali è sceso il neo acquisto Zerbo, che ha bagnato quindi l’esordio con una buona prestazione mantenendo la rete imbattuta.
A fine gara mister Carrozza sottolinea l’importanza dei punti in una gara che poteva essere scontata ma che comunque bisogna giocare sul campo: “Era importante vincere perché ogni partita vale tre punti, abbiamo fatto buone rotazioni, nonostante qualche assenza, ed abbiamo fatto esordire altri due ragazzi dell’under 19. Inoltre, abbiamo gestito chi non stava bene fisicamente, credo possa andare bene così”. Assente per squalifica Montesanti e Gagliardi in non buone condizioni, mister Carrozza mandava in campo Pardal tra i pali con Barbosa, Deodato, Patamia e Mantuano di movimento. I padroni di casa di mister Fazio si schieravano con Parisi in porta e L. Colavita. A. Colavita Esposito ed Aricò di movimento. Neanche il tempo di sistemarsi e Pantera Orange già in vantaggio con un piccolo record. Dopo esattamente otto secondi Barbosa mette il pallone dietro le spalle di Parisi, stesso tempo e stesso marcatore di domenica scorsa, record particolare difficilmente ripetibile. Anche la dinamica è identica: primo pallone giocato da Patamia con lancio verso l’area avversaria dalla propria tre quarti con Barbosa che da limite tocca e corregge la traiettoria che beffa l’estremo avversario. Quindi gara messa subito in discesa per i lametini che dominano la gara ma sbagliano tanto in fase di impostazione pur costruendo tante occasioni che non si riescono a finalizzare. Dopo 15’37” è ancora barbosa ad andare in gol: triangolazione in area con Regner e palla nel sacco da pochi passi.
Nella ripresa partita più interessante ed Ecosistem che manda in campo anche gli esordienti Under Antonio De Sensi e Salvatore Gigliotti. Lametini che costruiscono tanto e Siac che se la gioca creando a sua volta buone occasioni che mettono in evidenza le doti del neo pipelet orange Zerbo. Anche la ripresa vede comunque una partenza sprint dei ragazzi di Carrozza che dopo 01’09” porta a tre le reti con Patamia che riceve in area direttamente dalle mani di Zerbo ed è gioco facile metterla in porta. Meno di cinque minuti ed arriva il quarto con capitan Deodato. De Masi dalla fascia destra elude due avversari e serve un assist al bacio per il capitano davanti alla porta. Per l’ultima rete c’è poi da attendere il diciottesimo minuto quando è Regner a depositare in rete dopo aver chiuso una triangolazione con Barbosa che restituisce di tacco il pallone.

AGRIPLUS ACIREALE-CASALI DEL MANCO 5-5
Marcatori: 3 Riconosciuto, Gerbasi, Rovito (CM)
Partita per cuori forti oggi al Palavolcan di Acireale (CT). Raggiungiamo il pareggio ad 1 minuto dalla fine e sfioriamo la vittoria a 3 secondi dal gong colpendo un palo, il tutto dopo essere stati sotto di 3 gol nel secondo tempo. Veniamo alla cronaca, nel primo tempo passano in vantaggio i siciliani e pareggia prontamente Walter Riconosciuto con un sinistro al volo all’angolino alto. I nostri avversari con un uno due si portano sul 3-1 ma ci pensa ancora Walter e accorciamo le distanze, poco prima della fine del tempo l’Acireale segna ancora e chiude la prima frazione sul 4-2. Nel secondo tempo il colpo dell’Acireale per il 5-2 potrebbe essere la mazzata finale ed invece no, i nostri ragazzi non mollano assolutamente e ricomincia la clamorosa rimonta, prima Antonio Gerbasi si gira e di destro fulmina il portiere portandoci sul 3-5, poi il capitano Simone Rovito su un calcio d’angolo anticipa tutti e batte il portiere all’angolino, nel frattempo in nostro portiere Cuconato è insuperabile e tiene sempre in partita la nostra squadra. All’ultimo minuto mister De Marchi schiera il portiere di movimento, a farlo è il capitano che con un bel taglio pesca Antonio Gerbasi sulla linea di porta che mette subito al centro per l’accorrente ed onnipresente Walter Riconosciuto che di sinistro batte per la terza volta il portiere ed apoteosi per il Casali del Manco, siamo sul 5-5 e non finisce qui, nei secondi finali Antonio Gerbasi di contropiede riesce a liberarsi del portiere ma si defila troppo ed in velocità colpisce il palo, molto sfortunato, peccato, ci avrebbe regalato una clamorosa vittoria, va bene così, un importante pareggio ed 1 punto d’oro conquistato su un difficile campo, grande reazione dei ragazzi che ci hanno sempre creduto ed alla fine non sono usciti dal campo battuti.

SOCCER MONTALTO-MASCALUCIA 7-2
Marcatori: 2 Giudice, Salerno, Orellana, Ferrari, 2 Bracci (SM)
Le dichiarazioni di mister De Giovanni nel post partita: “Sapevamo di affrontare un ottimo avversario e che per ottenere un risultato positivo dovevamo fare tutto bene e sbagliare il meno possibile. Faccio i complimenti ai miei ragazzi per l’interpretazione della partita e la prestazione di ogni singolo calcettista, continuando così saremo sulla buona strada per la salvezza. Una strada che va perseguita in un solo modo: continuando a lavorare. Adesso si ritorna a lavorare a testa bassa senza guardare classifica e altro, per noi ogni sabato deve essere una finale da giocare e conquistare”.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

I calendari di Eccellenza, Promozione, Prima Categoria e U19 con le nuove date

Con il Comunicato Ufficiale n. 88, il CR Calabria ha riformulato i calendari dei campionat…