Home Calcio a 5 Coppa Italia U19, il Cataforio vince il derby e passa il turno

Coppa Italia U19, il Cataforio vince il derby e passa il turno

8 min. di lettura
0
0

ASD CATAFORIO-FUTSAL POLISTENA 4-2
Marcatori: 3’28”pt Attinà (C), 8’52”pt G. Laganà (C), 15’54”pt Campolo (C), 5’56”st Prestileo (P), 10’23”st Martino (P),13’37”st Attinà (C)
Serviva la vittoria e la vittoria è arrivata per un Cataforio dai due volti. Il quintetto di mister Atkinson ha infatti disputato un ottimo primo tempo mentre nella ripresa è stato meno brillante rispetto ad altre circostanze. Poco importa però perché il passaggio del turno è comunque arrivato, ad ogni modo meritatamente, contro un Polistena generoso che ci ha provato fino alla fine a trovare almeno il pareggio che lo avrebbe qualificato.
Come detto, il primo tempo è tutto di marca bianconera ed Attinà, migliore in campo insieme a Mancuso, sblocca il parziale alla prima palla utile. Zerbi risponde colpendo una traversa, mentre ancora Attinà si rende autore di un interessante spunto personale mandando però sul fondo di poco. Anche Sarica ci prova ma trova solo un calcio d’angolo, mentre gran riflesso di Mancuso che salva sul tiro di Prestileo. Altra traversa (e pallone che rimbalza poi sulla linea), a metà primo tempo sul tentativo ospite ma è ancora Mancuso che ci mette anche del suo nel deviare la traiettoria. Labate fa le prove generali del raddoppio che arriverà grazie a Gregorio Laganà, abile a recuperare la sfera, involarsi e battere il portiere avversario col sinistro. Il 2-0 mette le ali ai padroni di casa e Campolo, al 16′, cala il tris. Nel finale è un assedio da parte del Cataforio che non trova per poco il bersaglio grosso, mandando alla conclusione, a ripetizione, Morabito (due volte), Campolo (tre volte) e Labate.
La ripresa si apre con Polistena che prova a fare la partita, costretto soprattutto dal dover rimetterla in piedi. Cataforio che si difende ordinatamente ed Attinà si fa minaccioso al 5′, sciupando il poker. Dal possibile 4-0, Prestileo, in ripartenza, insacca riaprendo la disputa. La scossa provano a darla le conclusioni di Labate e Morabito ma la mira è imprecisa in entrambi i casi. Prende fiducia allora la squadra rossoverde che nuovamente in ripartenza colpisce, stavolta con Martino per il 3-2. Lo stesso Martino sfiorerà anche il punto del pari, prima della rete di Attinà. Il pivot di mister Atkinson infatti, la chiude al termine di un’azione di contropiede. Nel finale, ospiti riversati in avanti con Prestileo ancora pericoloso per due volte, oltre un tiro libero che ha parato molto bene Mancuso. Al termine dell’incontro, terzo tempo per le due compagini, a testimonianza del bel rapporto che vige tra le società. Cataforio adesso atteso dal sorteggio per conoscere i prossimi avversari in Coppa, si tratterà di una tra Rogit, Bernalda e Traforo.
Mister Ricardo Atkinson ha così commentato a fine gara: “Il nostro primo tempo è stato tra i migliori in stagione fin qui; sempre pronti a manovrare ed a costruire tanto gioco, con il 3-0 maturato che è stato un risultato giustissimo. Nella ripresa abbiamo abbassato un pò la concentrazione ed abbiamo subito il 3-2. In quel frangente, il morale degli avversari è salito mentre noi abbiamo un pò vacillato mentalmente, visto che si trattava di una gara secca. Segnato poi il 4-2 è stata una liberazione, anche perché non siamo riusciti a concretizzare precedentemente un paio di occasioni, dove serviva solo maggiore freddezza sull’ultimo passaggio. Questi black-out che subisce la squadra sono sono sicuramente normali nei giovani e capita anche nei roster di una prima squadra. Bisogna imparare a soffrire e dobbiamo evitare di correre rischi. Spero di aiutarli a capirlo e consentirgli di apprendere nel più breve tempo possibile. Polistena ha una bella squadra, ha avuto degli innesti che hanno aumentato ulteriormente la qualità. Sia in campionato sia in Coppa Italia sono state due belle partite. Siamo contentissimi per il passaggio del turno, sono felice per i ragazzi in prima persona e questa è una competizione che ci serve molto per maturare; affrontare partite da dentro o fuori fa crescere ancora di più ed inoltre compiere ottimi passi in avanti di testa e di gioco”.

Fabrizio Cantarella
Add. Stampa Asd Cataforio

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe anche interessare

Il Gallico Catona si raduna oggi con Giovinazzo in panchina

Alle ore 17 gli atleti del Gallico Catona si ritroveranno nella splendida struttura dello …