Home Calcio a 5 En plein calabrese in Coppa Italia, le “nostre” passano il turno

En plein calabrese in Coppa Italia, le “nostre” passano il turno

21 min. di lettura
0
0

Si è giocato, tra venerdì e sabato, il primo turno di Coppa Italia di Serie A2 e B. Di seguito risultati, marcatori e commenti delle gare che hanno visto impegnate le squadre calabresi.

Serie A2 gir. B
ODISSEA 2000-VIRTUS NOICATTARO 4-3
ODISSEA 2000: Gervasi, De Luca, Segovia, Russo, Dentini, Pizetta, Caruso, Scervino, Delpizzo, Graziano, Pereira, Moraes. All. Sapinho.
VIRTUS NOICATTARO: Bellobuono, Palazzo, Ruospo, Perez, Dell’Olio, Latrofa, Ciavarella, Solidoro, Piccinni, Pascale. All. Chiaffarato.
ARBITRI: Andolfo (Ercolano) e Pagano (Torre Annunziata).
CRONOMETRISTA: Vallone (Crotone).
MARCATORI: 1’12’’ p.t. Autorete Pizetta, 17’15’’ p.t. Pizetta, 9’45’’ s.t. Scervino, 11’26’’ s.t. Dell’Olio, 13’35’’ s.t. Scervino, 18’01’’ s.t. Solidoro, 19’ s.t. Moraes.

Scervino

L’Odissea 2000 accede al secondo turno delle eliminatorie valevoli per l’accesso alle Final Four di Coppa Italia battendo la Virtus Noicattaro per quattro reti e tre. Un successo ottenuto allo scoccare dell’ultimo minuto di gioco grazie alla rete segnata da Moraes che ha spezzato definitivamente l’equilibrio del risultato. Le due squadre, infatti, si sono rincorse nel punteggio per l’intero arco dell’incontro anche se l’Odissea 2000 ha sprecato numerosissime occasioni per chiudere prima i conti qualificazione, ma tra l’imprecisione dei suoi giocatori e le ottime parate dei portieri Bellobuono e Pascale (che hanno difeso un tempo ciascuno la porta dei pugliesi), il risultato è restato aperto fino al suono della sirena. La partita – Il match inizia subito in salita per i padroni di casa che dopo poco più di un minuto si ritrovano sotto di un gol per una sfortunata autorete di Pizetta. I calcettisti di Sapinho si riversano in avanti e vanno ripetutamente alla conclusione con De Luca, Pizetta, Dentini, Pereira e Scervino, ma Bellobuono fa ottima guardia. Il portiere ospite si supera al 14’ compiendo un doppio difficile intervento respingendo le conclusioni ravvicinate di Scervino e Pizetta. La Virtus Noicattaro, oggi in formazione rimaneggiata, esce dalla morsa gialloblù al minuto sedici quando sfiora il raddoppio in due occasioni con Dell’Olio: con un tiro da centrocampo che non inquadra la porta lasciata sguarnita da Gervasi in uscita e con una conclusione ravvicinata che viene deviata in angolo dal portiere gialloblù. A riequilibrare il punteggio ci pensa Pizetta, al 17’15’’, con un bolide che batte Bellobuono. Nella ripresa mister Chiaffarato alterna i portieri con Pascale che prende il posto di Bellobuono. E il numero ventidue pugliese si mette subito in evidenza salvando la propria porta dalle conclusioni di Dentini, De Luca e Pizetta. E quando non ci arriva l’estremo difensore ci pensa il palo a ribattere il tiro di Moraes. Il gol del due a uno che sembra scacciare i fantasmi lo mette a segno Scervino al 9’45’’ con un gran destro da fuori che fulmina Pascale. Il Noicattaro, però, è sempre in partita e dopo aver sfiorato il pareggio con Perez (tiro alto da pochi passi dalla porta), lo ottiene con una veloce ripartenza di Dell’Olio che ruba palla a Dentini e va a insaccare. Gli ospiti, subito dopo, hanno anche l’occasione per triplicare con una punizione di Perez che viene respinta dal palo. L’Odissea 2000 con pazienza ritrova il bandolo della matassa e dopo essere andata vicino al nuovo vantaggio con due tiri di Scervino, lo ottengono nel corso del quattordicesimo minuto, con lo stesso Scervino, che riporta in avanti i suoi con un bel diagonale. La partita, però, è sempre viva e le due squadre hanno entrambe l’opportunità per segnare. A trovare il gol per prima è la Virtus Noicattaro con una bella azione di Solidoro che, al 18’, dribbla un paio di avversari e mette la palla alle spalle di Gervasi. Tutto da rifare per i padroni di casa che con caparbietà si spingono in avanti e riescono a trovare il gol qualificazione, a un minuto dal termine, con Moraes che da distanza ravvicinata buca l’incolpevole Pascale. Sapinho – A fine gara mister Sapinho, in tribuna per squalifica, ha commentato con queste parole la vittoria della sua squadra.
“Abbiamo passato il turno, era quello che volevamo e ci siamo riusciti. Non è stato facile perché la Virtus Noicattaro, nonostante l’assenza di giocatori importanti, ci ha messo in difficoltà, ma lo sapevamo perché è una squadra molto ben allenata da mister Chiaffarato e ha in rosa dei calcettisti molto bravi. Complimenti a loro e complimenti ai miei ragazzi che con pazienza sono riusciti nell’intento di qualificarsi al prossimo turno. Da lunedì ci concentreremo di nuovo sul campionato poiché sabato avremo un’ altra gara difficile contro il Ciampino e alla coppa Italia ci ripenseremo a ridosso della decisiva sfida del 14 febbraio contro il Meta”. (Ufficio Stampa Odissea 2000)

Serie B

Durante

CATAFORIO-ASSOPORTO MELILLI 6-3
Marcatori: 0’46” e 12’05”pt Cilione (C), 1’05”pt Chalo (M), 0’59”st Jener (C), 5’52”st Monaco (M), 11’49”st Scopelliti (C), 16’16”st Gallon (M), 18’42”st Giriolo (C), 19’15”st Durante (C).
Asd Cataforio C5 RC: Aquilino, Ienari, Labate, Scopelliti, Cilione, Giriolo, Laganà, Atkinson, Durante, Modafferi, Parisi, Jener. All. Praticò.
Ass. Melilli: Russo, Failla, Monaco, Chalo, Giardina, Rizzo, Schembri, Petriglieri, Gallon, Tarantola, Gianino, Felice. All. Ranno.
Note: Ammoniti: Durante (C), Chalo (M), Petriglieri (C).
Una gara emozionante, bella, dagli alti contenuti tecnici e tattici e dove non sono neanche mancati attimi di tensione tra i contendenti sul parquet. Due squadre che non si sono risparmiate e che hanno divertito. Alla fine l’ha spuntata, con pienissimo merito, un Cataforio che si conferma in ottimo stato di forma, specie tra le mura amiche, dove ha centrato qualcosa come 5 successi consecutivi, facendo cadere nell’ordine Mascalucia, Feldi Eboli, Real Parco, Real Rogit ed Assoporto Melilli. Un fortino, fin qui, quello del “PalaMazzetto” che anche grazie ad un pubblico caldissimo, riesce a rivelarsi un punto di forza per la formazione bianconera. Passando alla cronaca del match, c’è Atkinson in panchina, nell’eventualità dei calci rigore, il suo recupero completo si avvicina ormai sempre di più. Pronti, via e si parte col botta e risposta tra Cilione e Chalo. Il capitano reggino segna con un perfetto inserimento; il brasiliano dei siciliani invece, con un dubbio contatto su Jener, vìola Parisi dal fronte mancino. Subito dopo c’è il palo ospite con Petriglieri, mentre Parisi respinge il colpo di testa di Tarantola. E’ Durante che dall’altra parte impegna Russo su uno schema da calcio piazzato; successivamente Parisi sale in cattedra e respinge due volte su Failla, in particolare il secondo intervento è veramente spettacolare, visto il volo plastico con salvataggio con la mano di richiamo. Trema ancora il palo dei reggini, con la punizione di Chalo, mentre Modafferi fa sibilare il proprio mancino a pochi centimetri dalla porta difesa da Rizzo. Entrambe le compagini danno pochi spazi per azioni “semplici”, allora Laganà ci prova da calcio di punizione, trovando il salvataggio della difesa neroverde; poi è Felice che di testa rischia di beffare il proprio portiere. È ancora Parisi a dire di no alla punizione di Chalo e poco dopo arriva il vantaggio locale. È magistrale l’apertura di Laganà che trova sulla sinistra Durante, il cui assist al centro per l’accorrente Cilione è perfetto. Nuovo vantaggio Cataforio e pubblico in visibilio per un’azione di rara bellezza. Gianino sfiora il 2-2 pochi istanti dopo, mentre Jener non trova la porta da ottima posizione. La prima frazione si chiude poi con il miracolo di Rizzo su Durante. Un primo tempo durato ben 54 minuti e nel quale il Melilli ha rischiato di arrivare al 6° fallo in quattro circostanze, non sanzionate dai direttori di gara. La ripresa si apre con il massimo vantaggio per i ragazzi di mister Praticò, sull’asse Cilione-Jener con il brasiliano che trova la sua seconda segnatura nella competizione dopo quella realizzata nella gara di ritorno contro la Futura. Il gol mette le ali ai padroni di casa che sfiorano il poker ancora con Cilione che prima liscia di un niente in spaccata sul rasoterra di Laganà e poi si vede ricacciare l’urlo in gol da un provvidenziale intervento di Russo, su assist di Jener. Si svegliano i siciliani, pericolosi con Chalo prima, concerti con Monaco poi, bravo nella triangolazione con Failla al 4′. Modafferi in contropiede mette in mezzo ed anche Jener, come Cilione in precedenza, non arriva a ribadire da due passi. Si arriva così al 9′, con Parisi che tenta una sortita offensiva, calcia e trova solo un angolo, dalla battuta del quale, Giriolo smarca Scopelliti che non lascia scampo a Rizzo. È il nuovo doppio vantaggio, ma la partita è tutt’altro che chiusa. Si, perché mister Ranno sostituisce il portiere, inserendo il brasiliano Gallon in luogo di Rizzo e proprio Gallon, con un gran bolide da fuori area, spedisce la sfera nel sette, riaprendo la disputa. Ci penserà un paio di minuti più tardi Giriolo dopo un’autentica magia di Aldo Durante. La “scorpion” a smarcare il compagno che dopo un controllo riesce ad insaccare il punto del 5-3. Con Melilli totalmente sbilanciato in avanti, Durante ruba la sfera ed insacca a porta vuota, sancendo di fatto la meritata vittoria bianconera e prendendosi i meritati applausi da parte del pubblico locale. Cataforio adesso atteso, nel terzo turno, il finale della fase a gironi, dal Real Rogit che ha superato per 2-0 il Real Cefalù. Nuova sfida contro i “cugini” rossanesi, l’ultima prima dell’accesso alle final eight della competizione, in programma a Reggio Calabria il 6 febbraio. Sabato prossimo ritorna il campionato, con i bianconeri di scena in trasferta, contro Regalbuto per la seconda giornata del girone di ritorno. Il clima è di grande entusiasmo e con la mentalità tranquilla ed i meccanismi che sembrano ormai ben rodati ed operativi, c’è da attendersi un’altra grande prova, anche lontano dal parquet amico. (Fabrizio Cantarella – Addetto Stampa Asd Cataforio)

R. Rogit 12 gennaio 2018

REAL ROGIT-REAL CEFALU’ 2-0
Marcatori: 16’38”pt Egea, 19’58”st Egea
REAL ROGIT: Soso, Iozzino, Cividini, Campana, Orofino, Cofone, Egea, Major, Milito, Limina, Arcidiacone, Bracci. All.: Tuoto
REAL CEFALU’: Montefalcone, Rinicella, Guerra, Arruda Zonta, Di Maria, Blòanco, Mantia, Varco, Deo Souza, Lopez Lopez, Neuhaus Garcia.  All.: Castellana
Un Real Rogit convincente e quadrato supera la corazzata Real Cefalù, capolista del girone H di serie B, qualificandosi al turno successivo della Coppa Italia. Primo tempo di studio tra le due formazioni che non riescono a trovare il varco giusto per pungersi. Il Real Rogit di mister Tuoto, però, prende il comando delle operazioni ed a tre minuti e mezzo dalla sirena trova la rete del vantaggio con Thomas Egea, che deposita facilmente in rete un assist perfetto di Cividini, al termine di una bella azione personale di quest’ultimo. Nella ripresa viene fuori la caratura della squadra siciliana che alza il baricentro alla ricerca del pari trovando, però, sulla propria strada una difesa impeccabile della squadra rossanese, tanto che Soso non deve compiere particolari interventi degni di nota. A pochi minuti dal fischio finale, il Cefalù si schiera con il portiere di movimento giocando il tutto per tutto, ma è ancora il Rogit ad andare in gol, sempre con Egea, che recupera palla nella propria metà campo e, dalla distanza, infila la porta sguarnita mettendo il punto esclamativo sull’incontro.

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Serie D, 20° turno: derby della locride al San Luca, pari esterni di Cittanovese e Castrovillari

Disputata la ventesima giornata nel girone I del campionato di serie D. SAN LUCA-ROCCELLA …