Home Calcio a 5 La storia del futsal giovanile calabrese: sette volte in corsa per lo scudetto di categoria

La storia del futsal giovanile calabrese: sette volte in corsa per lo scudetto di categoria

38 min. di lettura
0
0

E’ passato poco più di un anno da quando i campionati giovanili sono stati fermati, praticamente due stagioni che non hanno avuto vincitori e vinti. Allora abbiamo pensato, in questo articolo, di ripercorrere la storia del futsal giovanile calabrese, con foto, tabellini e commenti dei risultati migliori raggiunti dalle nostre compagini che si sono qualificate nel corso degli anni alle final four o final eight scudetto.
Iniziamo col dire che i campionati Juniores (ora U19), Allievi (ora U17) e Giovanissimi (ora U15) sono stati avviati in stagioni diverse: la Juniores nel 1985/1986, recentemente Allievi e Giovanissimi, precisamente nel 2019/2010. Per quanto riguarda la Juniores, solamente in due occasioni una squadra calabrese ha raggiunto la manifestazione conclusiva dove ci si gioca lo scudetto di categoria: Sensation nel 2015, eliminata dal Pietralacroce Ancona nei quarti della final eight, ed Enotria Città di Catanzaro nel 2019, eliminata nella semifinale della final four dall’Atletico Urbino. Anche nel torneo Allievi sono due le partecipazioni calabresi nelle finals: Vigor Palmi sconfitta in finale scudetto dal Futsal Bagnolese nella prima edizione del 2010, dopo aver eliminato l’Atletico Brianteo ai calci di rigore in semifinale; Mirto nel 2014 sconfitto dal Napoli, poi campione, ai quarti, ma che si riscatta battendo Kaos Futsal e Club San Paolo e chiudendo al quinto posto. Giovanissimi che spiccano, invece, con tre calabresi presenti all’atto conclusivo: Vibonese nel 2016, sconfitta dall’Aosta poi finalista ai quarti, per poi battere la Sacra Famiglia ai rigori qualificandosi alla finale per il quinto posto persa contro la Lazio; Segato nel 2017 e nel 2019. Nella prima circostanza perde con l’Asti ai quarti, battendo di seguito Sacra Famiglia e Fontanelle Branca per il quinto posto finale; nella seconda perde nuovamente ai quarti, stavolta con la Fenice, ma batte Lazio e Ca’ de Rissi San Gottardo bissando il quinto posto. Bilanco conclusivo magro per le tre categorie, 52 edizioni e solamente una finale scudetto.

FINAL FOUR JUNIORES 2019
SEMIFINALE
ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO-ATLETICO URBINO 2-5 (2-2 p.t.)
ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO: Critelli, Bianco, Lombardo, De Masi, Chillà, Mumoli. All. Posella
ATLETICO URBINO: Lorenzoni, Sabbatini, Lani, Maqkai, Evangelisti, Antonelli, Fattori, Palma, Ragaini, Tancini, Donnanno, Gambarara.
MARCATORI: 13′ p.t. Tancini (U), 14′ Lombardo (C), 15′ Ragaini (U), 19′ Chillà (C), 12′ s.t. 13′ e 18′ Evangelisi (U)
AMMONITI: Mumoli (C); ESPULSO: Al 12′ st Critelli (C)
Nella seconda equilibratissima semifinale la spunta l’Atletico Urbino, che si qualifica per la finale grazie al 5-2 maturato contro l’Enotria Catanzaro. Nonostante il risicato numero di cambi dei calabresi la gara rimane in perfetta parità quasi per tutto il primo tempo. Dopo una fase di studio le squadre cominciano ad affacciarsi in zona offensiva. Urbino passa in vantaggio per ben due volte, ma in entrambe le occasioni i tenaci giallorossi riescono ad acciuffare il pareggio. La prima frazione termina così con il punteggio di 2-2. Dopo l’intervallo la partita, sempre corretta, resta in equilibrio sino al 12esimo minuto quando Critelli, estremo difensore calabrese, viene espulso. Gli urbinati segnano successivamente 3 gol per il definitivo 5-2 e volano in finale.

FINALE 3°-4° POSTO
ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO-BAGNOLO 1-15 (0-6 p.t.)
ENOTRIA CITTA’ DI CATANZARO: Ricca, Bianco, Lombardo, De Masi, Chillà, Mumoli. All. Posella
FUTSAL BAGNOLO: Di Maria, Bencich, Masiello, Natali, Tardelli, Pacini, Nicoletti, De Masi, Orefice, Bonacchi, Silli, Piscitelli. All. Grandi
MARCATORI: 4′ p.t. e 5′ Nicoletti (B), 7′ De Masi (B), 14′ Bonacchi (B), 16′ Pacini (B), 18′ Tardelli (B), 4′ s.t. rig. Lombardo (C), 8′ e 9′ Nicoletti (B), 11′ e 12′ De Masi (B), 12’30”, 13′ Orefice (B), 14′ Pacini (B), 15′ De Masi (B), 18′ Orefice (B)
Nella finale 3/4 posto trionfa il Bagnolo imponendosi per 15-1 sui pari categoria dell’Enotria Catanzaro. Nel corso di un match che ha avuto ben poco da dire e con l’inerzia della partita spostata nettamente e sin dai primi minuti a favore della compagine toscana, i catanzaresi si classificano al quarto posto mentre esultano i toscani, usciti contro la Lazio Academy.

FINAL EIGHT JUNIORES 2015
QUARTI
PIETRALACROCE ANCONA-SENSATION C5 8-6 (3-4 p.t.)
PIETRALACROCE: Zampa, Carducci, Fedeli, Bambozzi, Cappanera, Polinori, Bedini, Angelani, Loreti, Storari, Bontempi, Conti. All. Giovagnoli
SENSATION : Gallo, Simari, Totino, Minnella, Sergi, Barbosa, Alì D., Alì F., Oppedisano, Larosa, Caracciolo, Mazza. All. Ragona
MARCATORI: 5’16” p.t. Cappanera (P), 7’35” Simari (S), 13’09” rig. Totino (S), 14’04” Angelani (P), 16’46” Sergi (S), 17’06” Sergi (S), 18’19” Bambozzi (P), 1’46” s.t. Cappanera (P), 2’30” Sergi (S), 8’40” Cappanera (P), 11’27” Carducci (P), 14’05” Minnella (S), 14’59” Carducci (P), 19’48” Cappanera (P)
AMMONITI: Cappanera (P), Minnella (S)
ARBITRI: Nicola Acquafredda (Molfetta) – Saverio Carone (Bari) CRONO: Pasquale Marcello Falcone (Foggia)
Al termine di una strenua lotta il Pietralacroce riesce ad avere la meglio della Sensation e ad approdare in semifinale. Quella del Pala San Nicolò è stata una partita condotta sul filo del rasoio e contraddistinta da continui sorpassi e controsorpassi. Sono i marchigiani ad aprire le danze al 6′ del primo tempo con Cappanera, che sarà protagonista assoluto della sfida. La Sensation risponde con Simari e ribalta il risultato con il rigore guadagnato e realizzato da Totino. Al 15′ arriva il pareggio di Angelani, poi il nuovo allungo della Sensation che grazie alla doppietta di Sergi si porta avanti di due reti. Il gol nel finale di tempo di Bambozzi accorcia le distanze e tiene il Pietralacroce in partita. In avvio di ripresa è ancora Cappanera ad impattare sul 5-5, e poi nuovamente sul 6-6 dopo la rete di Sergi. Al 12′ Carducci riporta in vantaggio il Pietralacroce, che si era trovata a condurre solo in occasione del primo gol. Al 15′ la rete di Minnella ristabilisce per l’ennnesima volta gli equilibri. Poi è la volta dell’allungo decisivo: il gol di Carducci riporta avanti la squadra di Giovagnoli, ma c’è ancora da soffrire. All’ultimo minuto l’eroico Zampa respinge un tiro libero a Totino; sul capovolgimento di fronte Cappanera castiga una Sensation sbilanciatissima in avanti alla ricerca disperata del pareggio e fissa il punteggio sul definitivo 8-6.

FINAL FOUR ALLIEVI 2010
SEMIFINALE
VIGOR PALMI-ATLETICO BRIANTEO 10-9 dcr (p.t. 1-1, s.t. 2-2, p.t.s. 4-2, s.t.s. 4-4)
VIGOR PALMI: Costa, Lisciotto, Attisano, Piccolo, Manfrè, Cicala, Rinaldi, Campagna, Dimasi All.: Valerio Managò
ATLETICO BRIANTEO: Bianchi, Garzoni, Gatto, Parravicini Luca, Grassi Christian, Rovelli, Consonni, Grassi, Parravicini Gabriele, Sava, Di Pietro All.: Antonio Stasio
MARCATORI: 2’04’’ Parravicini Luca (A), 13’30” Piccolo (V) del p.t.; 13’15” Campagna (V), 14’35” Gatto (A) del s.t.; 00’40” Attisano (V), 4’51” Piccolo (V) del p.t.s.; 2’38” e 4’25” Grassi (A) del s.t.s.
AMMONITI: Piccolo
ARBITRO: Cannas (Pesaro) CRONO: Colella (Pesaro)
SEQUENZA RIGORI: Attisano (V) parato, Parravicini Gabriele (A) palo, Lisciotto (V) gol, Parravicini Luca (A) gol, Piccolo (V) parato, Di Pietro (A) gol, Campagna (V) gol, Grassi (A) palo, Manfrè (V) gol, Garzoni (A) gol, Rinaldi (V) gol, Consonni (A) gol, Cicala (V) gol, Sava (A) gol, Di Masi (V) gol, Gatto (A) parato
Nella prima semifinale, la Vigor Palmi, società di Reggio Calabria, ha avuto la meglio 10-9 dopo i tiri di rigore sui lombardi dell’Atletico Brianteo: affronterà nella finale di domani la Futsal Rma Bagnolese, che ha sconfitto 6-2 la Ballmasters Ascoli. I tempi regolamentari tra Vigor Palmi e Atletico Brianteo si sono conclusi sul 2-2 e anche i supplementari sono terminati in parità, 4-4, grazie alla doppietta di Grassi che ha vanificato il doppio vantaggio dei calabresi. Nella lotteria dei rigori, è salito in cattedra il portiere della Vigor Palmi Costa che ha respinto il tiro dal dischetto di Gatto.

FINALE 
VIGOR PALMI-FUTSAL RMA BAGNOLESE 1-10 (p.t. 0-4)
VIGOR PALMI: Costa, Di Masi, Cicala, Piccolo, Manfrè, Rinaldi, Lisciotto, Attisano, Campagna. All.: Managò
FUTSAL RMA BAGNOLESE: Evangelisti, D’Avalos, Pantanella, Frosolone, Avallone, Di Iorio, Pazzi, Trinchella, Di Pietro, Cerullo. All.: Tarantino
MARCATORI: pt 12’34” Avallone (B) su rig., 13’14” Trinchella (B), 14’28” Di Iorio (B), 17′ Pantanella (B); st 3’30” (B) Pantanella, 5’15” Attisano (V), 11’10” Avallone (B), 11’27” D’Avalos (B), 12’24” Di Pietro (B) su rig., 15’05” Trinchella (B),16’47” Di Pietro (B)
ARBITRO: Banella (Ancona) CRONO: Guastella (Ancona)
E’ la Futsal Rma Bagnolese a conquistare lo scudetto nella categoria allievi. Nella finale del PalaFiera, la squadra campana sconfigge con un netto 10-1 la Vigor Palmi Reggio Calabria e si laurea campione d’Italia. In precedenza, il Sant’Agata Calcio Messina aveva vinto il titolo di campione d’Italia nella categoria giovanissimi superando ai rigori la Fenice C5 Venezia. Due sfide di ottima carattura tecnica che hanno rappresentato il degno epilogo di due bellissime Final Four, che hanno messo in evidenza tanti ragazzi interessanti che si sono affrontati all’insegna del fair-play. La maggior tecnica e la panchina più lunga orientano subito dalla parte della Bagnolese la finale scudetto degli allievi. Dopo due legni, i ragazzi di Tarantino passano in vantaggio con un rigore di Avallone a metà primo tempo. Il raddoppio arriva grazie a un gran tiro di Trinchella, prima dell’intervallo vanno a segno anche Di Iorio e Pantanella. Nella ripresa la formazione campana segna altre sei volte con Pantanella, Avallone, D’Avalos, Trinchella e due volte con Di Pietro. Il gol bandiera della Vigor Palmi, guidata da Managò, arriva grazie ad Attisano.

FINAL EIGHT ALLIEVI 2014
QUARTI
MIRTO CROSIA-DHS NAPOLI 2-4 (0-2 p.t.)
MIRTO CROSIA: Falcone, Spataro, C. Pugliese, Caligiuri, Bracci, Curia, M. Pugliese, Conforti, Ruscio, Celi, Calabrò. All. Conforti
DHS NAPOLI: Russo, Molaro, Virenti, Rocha, Quaglietta, Avolio, Buono, Oranges, Caputo, Pacciarella, Aiese, Zeno. All. Oranges
MARCATORI: 4’02” p.t. Molaro (N), 5’21” Pacciarella (N), 3’25” s.t. Spataro (M), 4’53” e 19’18” Virenti (N), 19’48” Bracci (M)
AMMONITI: Spataro (M), Quaglietta (N)
ARBITRO: Roberto Toti (Salerno) CRONO: Marco Rota (Salerno)
La DHS Napoli non stecca l’esordio nella Final Eight Allievi: i partenopei di Ivan Oranges (tecnico anche della prima squadra) nel primo quarto di finale superano 4-2 il Mirto Crosia. Padroni di casa con il comando delle operazioni sin dai primi minuti: si comincia con un palo di Quaglietta, ma è Molaro al 4’02” a portare in vantaggio la squadra di Oranges con un diagonale che si infila alla destra del portiere Falcone. Passa poco più di un minuto (5’21”) e arriva anche il raddoppio firmato da Pacciarella, che prima si vede respingere la conclusione da Falcone, poi infila sulla ribattuta. Prima dell’intervallo, si fa notare il portiere del Napoli, Russo, per due grandi parate: la prima su Spataro, la seconda su Bracci, ma sfiora il gol anche il Napoli con un destro a botta sicura di Avolio che centra in pieno il palo. Dopo 20 secondi della ripresa, grande chance per il Napoli di portarsi sul 3-0, ma sulla conclusione di Quaglietta è bravo e fortunato a salvarsi il portiere Falcone, grazie anche all’aiuto del palo. Al 3’25” arriva però il gol del Mirto Crosia che riapre il match: lo segna Spataro con un calcio di punizione potentissimo, poi è Bracci di punta a sfiorare il palo alla sinistra di Russo. Il -1, per i calabresi, dura però lo spazio di un minuto e mezzo perché Virenti, dai dieci metri, supera ancora Falcone per il tris del Napoli. Il Mirto, con Falcone che avanza nella metà campo avversaria per fare il portiere di movimento, non molla neppure nelle battute finali, colpendo un palo con Bracci a 3′ dalla fine, ma la grande volontà degli arancioneri non basta: in semifinale ci va il Napoli, che a 42 secondi dalla fine trova anche il 4-1 con Virenti, che realizza a porta vuota dalla propria metà campo, prima del definitivo 4-2 di Bracci.

Semifinali tabellone perdenti 
MIRTO CROSIA-KAOS FUTSAL 8-4
MIRTO CROSIA: Falcone, Spataro, C. Pugliese, Celi, Bracci, Curia, P. Pugliese, Conforti, Ruscio, Caligiuri, Faraco, Calabrò. All. Conforti
KAOS FUTSAL: Diolaiti, Bet, Ricci, Bergamini, Signorini, Perelli, Ferraris, Botrugno, Castiglia, Simioli, Bock, Diolaiti, Gruppioni. All. Pellerino
MARCATORI: 4’22” p.t. Ricci (K), 7’02” Bergamini (K), 16’32” Faraco (M), 10’15” s.t. rig. Spataro (M), 12’13” Bracci (M), 13’53” t.l. Signorini (K), 16’46” Faraco (M), 16’55” t.l. Signorini (K), 17’35”, 18’17” Bracci (M), 19’06” Spataro (M), 19’19” Faraco (M)
AMMONITI: Botrugno (K), Spataro (M), Simioli (K), Signorini (K), Bracci (M), Bock (K)
ESPULSI: Botrugno (K) al 12’55” per somma di ammonizioni
ARBITRI: Francesco Santillo (Caserta) CRONO: Francesco Cosimo Forgione (Napoli)

Finale 5° posto 
CLUB SAN PAOLO-MIRTO CROSIA 4-7
CLUB SAN PAOLO: Ledda, Vercelli, Dessalvi, Melis, Cogoni, Siddi, Aresu, Cadoni, Medda, Pilia, Casciello. All. Barbieri
MIRTO CROSIA: Calabrò, Pugliese C., Caligiuri, Bracci, Faraco, Curia, Pugliese P., Conforti, Ruscio, Celi, Falcone. All. Conforti
MARCATORI: 9’16” p.t. Medda (C), 10’20” Bracci (M), 15’03” Faraco (M), 17’13” Pugliese C. (M), 1’09” s.t. Vercelli (C), 3’53” Bracci (M), 7’43” Dessalvi (C), 10’29” Medda (C), 12’06” aut. Vercelli (M), 15’00”, 15’44” Faraco (M)
AMMONITI: Ledda (C), Melis (C)
ARBITRO: Doriana Mandia (Agropoli) CRONO: Simone Zanfino (Agropoli)
Il Mirto Crosia chiude la Final Eight al quinto posto: trascinata da Bracci e Faraco, la squadra calabrese batte 7-4 il Club San Paolo e festeggia uno storico traguardo. Il primo tempo si apre con un’occasione per parte: Caligiuri spara alto su calcio di punizione, mentre Medda si rende pericoloso con i suoi. Poco più tardi, proprio il numero 21, porta in vantaggio i sardi con un’azione solitaria. Ma il Mirto non ci sta e ribalta lo svantaggio sull’asse Bracci-Faraco, che dialogano che è una bellezza. Al 16′ arriva anche la terza rete, ad opera di Cataldo Pugliese, superando il portiere con uno scavetto dopo un rimpallo fortuito. Sul finire del primo tempo viene annullato un gol per un controfallo a Vercelli, che si rifà comunque ad inizio ripresa accorciando le distanze. Il Mirto, però, scappa di nuovo con Bracci, su assist di Faraco, il migliore dei suoi. Dopo un palo a testa (i sardi con Medda, i calabresi con Bracci), il Club San Paolo pareggia i conti con uno splendido pallonetto di Dessalvi e con un bel sinistro all’angolino dalla distanza di Medda. Ma il Mirto torna di nuovo avanti, approfittando di un’autorete di Vercelli, nel tentativo di fermare l’ennesima triangolazione di Bracci e Faraco. La partita si chiude con la doppietta di Faraco, su assist, neanche a dirlo, di Bracci.

FINAL EIGHT GIOVANISSIMI 2016
QUARTI
AOSTA-VIBONESE 4-1 (2-1 pt.)
AOSTA: Grange, Macrì, Pettinari, Zanetti, Arlian, Bisi, Podio, Viot, Ortu, Marchese, Ignoti, Saracino. All. Rosa
VIBONESE: Cugliari, Calzone, Pungitore, Traclò, Di Santo, Cilurzo, Briga, Rubino, Occhiato, Pallaria, Sorrentino, Fiorillo. All. Cammarata
MARCATORI: 1’17” p.t. Zanetti (A), 9’41” Ortu (A), 10’55” Di Santo (V), 8’39” s.t. Ortu (A), 11’51” Viot (A)
Nella Final Eight di Montecatini, subito eliminata ai quarti l’unica rappresentate calabrese, la Vibonese di mister Cammarata. L’Aosta passa in vantaggio già dopo un minuto con Zanetti che incrocia un bel diagonale palo lontano dove Cugliari non può intervenire. L’Aosta trova anche la rete del raddoppio con il tacco di Ortu su assist di Pettinari. La Vibonese, però, ci crede e Di Santo riesce ad accorciare all’undicesimo. Prima del riposo grande occasione per Viot ma un grande Cugliari lo ipnotizza. Nella ripresa la Vibonese sfiora il pari con Pallaria con la sfera che incoccia la traversa. L’Aosta riesce comunque a controllare la gara andando in gol ancora con Ortu, nel finale c’è gloria anche per Viot, che mette dentro il 4-1. Nonostante la sconfitta complimenti ai ragazzi di Cammarata che hanno giocato al meglio la competizione rappresentando la Calabria con onore.

SPAREGGIO QUALIFICAZIONE 5° POSTO
SACRA FAMIGLIA-VIBONESE 7-8 dcr (4-4 al 30′, 2-1 p.t.)
SACRA FAMIGLIA: Pedri, Voltolini, Tognotti, Vinciguerra, Fasanelli, Azzolini, Peterlini, Makhdar, Baroni, Loverre, Bortot, Lela. All. Postinghel
VIBONESE: Cugliari, Pallaria, Calzone, Rubino, Di Santo, Pungitore, Traclò, Cilurzo, Briga, Occhiato, Sorrentino. All. Cammarata
MARCATORI: 0’17” p.t. Tognotti (S), 4’14” Pallaria (V), 8’44” Baroni (S), 1’01” s.t., 5’18” Di Santo (V), 12’07” e 12’38” Vinciguerra (S), 13’03” Calzone (V)
SEQUENZA RIGORI: Occhiato (V) gol, Baroni (S) gol, Calzone (V) gol, Voltolini (S) gol, Di Santo (V) gol, Tognotti (S) gol, Pallaria (V) gol, Vinciguerra (S) fuori
AMMONITI: Occhiato (V), Baroni (S)
ARBITRO: Simone Martini (Empoli) CRONO: Matteo Corniglia (Viareggio)
Dopo la sconfitta di venerdì con l’Aosta, la Vibonese è scesa in campo per giocare la gara valevole a qualificarsi per la finale per il quinto posto ed ha battuto ai calci di rigore la Sacra Famiglia. Partenza forte la Sacra Famiglia che passa in vantaggio con Tognotti dopo meno di un minuto ma la Vibonese pareggia al quarto con Pallaria, che salta Pedri e mette dentro. I calabresi, però, tornano nuovamente sotto per effetto del il 2-1 di Baroni con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa si scatena Di Santo che pareggia subito i conti e poco dopo porta in vantaggio la Vibonese. Al dodicesimo, nel giro di trenta secondi, la Sacra Famiglia ribalta tutto con la doppietta di uno scatenato Vinciguerra. Nemmeno un minuto e nuovo pari vibonese con Calzone. La partita si protrae fino ai rigori dove Vinciguerra sbaglia quello decisivo ad oltranza e la Vibonese si potrà così giocare il quinto posto contro la Lazio calcetto.

FINALE 5°/6° POSTO
VIBONESE-LAZIO CALCETTO 4-6 (2-2 p.t.)
VIBONESE: Fiorillo, Calzone, Pallaria, Traclò, Di Santo, Cilurzo, Pungitore, Briga, Rubino, Occhiato, Sorrentino, Cugliari. All. Cammarata
LAZIO CALCETTO: Ponzo, Baiocco, Scarabotti, Ferretti, Bernardini, Mosca, Sciarra, Munteanu, Gatti, Follo, Mattia. All. F. Ferretti
MARCATORI: 1’45” p.t. Di Santo (V), 3′ Calzone (V), 7’13” Baiocco (L), 8’35” Ferretti (L), 1’22” s.t. Calzone (V), 7’15” e 8’19” Ferretti (L), 9’06” Rubino (V), 13’35” Scarabotti (L), 14’24” Baiocco (L)
Nonostante l’orario mattiniero, la finale per il quinto posto offre uno spettacolo degno di altri palcoscenici. La Vibonese parte meglio e si porta avanti con il solito Di Santo seguito poco dopo da capitan Calzone. La Vibonese potrebbe chiudere il discorso ma prima Di Santo due volte e poi Traclò non riescono a piazzare la zampata decisiva. La Lazio come un pugile incassa bene ed in maniera clamorosa agguanta il pari prima del riposo con Baiocco con una bordata da fuori seguito da Ferretti con un tacco sublime applaudito da tutto il Palaterme. La ripresa si apre con il gol fulmineo di Calzone che riporta avanti i calabrese ma la Lazio non ci sta e Ferretti segna altra due reti ribaltando la partita, fantastico il gol del sorpasso con un delizioso cucchiaio. La Vibonese, però, non molla e centra un palo clamoroso con Di Santo, ma il pari è nell’aria e lo mette a referto Rubino. La partita è meravigliosa e l’equilibrio si spezza al tredicesimo con Scarabotti che punisce l’indeciso Fiorillo per il 5-4 seguito dopo nemmeno un minuto da Baiocco che segna il definitivo 6-4.

FINAL EIGHT GIOVANISSIMI 2017
QUARTI
ASTI-SEGATO VIOLA 3-0
La squadra Giovanissimi di Davì Alves ed Edu Dias batte 3-0 nei quarti di finale delle Final Eight Scudetto la temibile formazione del Segato Viola. Il match vedeva di fronte la promettente squadra astigiana e la compagine di Reggio Calabria, in campo con divise viola (club scuola calcio della Fiorentina). Dopo una prima frazione equilibrata e senza reti, in cui la tensione ha prevalso e gli avversari si sono fatti lievemente preferire ai piemontesi, nella ripresa, in pochi minuti, i nero-arancio chiudono la pratica e possono festeggiare di fronte a un nutrito gruppo di familiari e supporter: segna in avvio di secondo tempo Demarie su schema di corner, raddoppia Francalanci in contropiede, chiude i giochi Galletti su azione di portiere di movimento, attuata da coach Alves per mantenere il possesso palla. (commento asti)
Semifinale
SEGATO VIOLA-SACRA FAMIGLIA 6-0
Finale 5°/6° posto
SEGATO VIOLA-FONTANELLE BRANCA 9-2

FINAL EIGHT U15 2019
QUARTI
FENICE-SEGATO 3-2 (pt 0-0)
FENICE: Fattore, Trevisan, Tiengo L., Memo, Mattiazzi, Righi, Solinas, Bortoletto, Origgi, Bui, Finotti, Yaghoubian, Bellu, Tiengo O. All.: Landi
SEGATO: Anghelone, Cimino, Triolo, Miceli, Soraci, Collura, Rugnetta, Lavrendi, Quirino, Costantino, Gentile. All.: Cassalia
MARCATORI: Quirino (S), Righi (F), Costantino (S), Memo (F), Origgi (F)
Si spegne negli ultimi secondi del quarto di finale il sogno della Segato di approdare alla semifinale scudetto della categoria under 15. I terribili ragazzi reggini di mister Cassalia, nella prima gara della final eight, dopo aver chiuso sul nulla di fatto la prima frazione, vanno in vantaggio prima con Quirino, poi con Costantino, ma vengono ripresi per due volte da Righi e Memo. Quando i calci di rigore parevano ormai alla portata, a soli cinque decimi dalla sirena, la rete del veneto Origgi spegne i sogni di gloria. La corazzata veneta sarà in campo domani contro il San Martino Campobasso, che si è imposto per 3-2 sulla Ca’ De Rissi San Gottardo. Segato che tornerà in campo domani, avversario da definire (gara in corso), per la semifinale che darà l’accesso alla finale per il 5°/6° posto.
Semifinale 5/6 posto SEGATO-Lazio 6-1
Finale 5/6 posto SEGATO-Ca’ De Rissi San Gottardo 7-1

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Lo spagnolo Torrejon sulla panchina del Catanzaro Futsal

Siamo felici di annunciarvi che Rafa Torrejon 🇪🇸 sarà il nostro nuovo mister per la prossi…