Home Beach Soccer Qualificazioni Europee, l’Italia vince ai rigori: ipotecato il passaggio del turno

Qualificazioni Europee, l’Italia vince ai rigori: ipotecato il passaggio del turno

6 min. di lettura
0
0

Dopo i tre punti conquistati all’esordio contro la Francia, l’Italia fa un altro passo in avanti verso la qualificazione alla fase finale del prossimo Europeo, battendo la Polonia ai calci di rigore sulla sabbia di Nazaré. Dopo il 2-2 dei tempi regolamentari, confermato dall’extratime, sono stati necessari i rigori per regalare agli uomini di del Duca un altro preziosissimo punto in classifica.
“Sapevamo – ha commentato a fine gara il capitano azzurro, Francesco Corosiniti – che la sfida fosse difficile, ma con le unghie e con i denti abbiamo ottenuto la vittoria. Manca solo la matematica, ma credo proprio che a inizio settembre potremo tornare in Portogallo per la fase finale dell’Europeo”.

La partita. La sfida comincia senza grossi sussulti, con entrambi i portieri – Del Mestre e Marciniak – bravi a farsi trovare sempre pronti quando chiamati in causa. Ci vuole un episodio per sbloccare il confronto e puntualmente arriva quando sul cronometro sono passati quasi sei minuti di gioco: Marinai si procura un calcio di rigore che lo stesso è freddo a realizzare. Nel secondo tempo intorno all’ottavo minuto due grandi occasioni per la Polonia per impattare la partita: prima Madani spedisce alto da ottima posizione, quindi, qualche attimo dopo, Pietrasiak si guadagna un rigore che però manda alto. Nell’occasione Joseph Junior viene espulso e una manciata di secondi più tardi Pietrasiak si fa perdonare, realizzando l’1-1 su azione d’angolo. A poco più di un minuto dal secondo intervallo è il bomber azzurro Gori a mancare il nuovo vantaggio italiano, non inquadrando di testa la porta avversaria. Il 295° sigillo in maglia azzurra è però solo rimandato, perché Gori realizza il calcio di rigore guadagnato a soli 6 secondi dalla fine del tempo. Nel terzo tempo il nuovo pareggio polacco è firmato Becker, che manda le due squadre ai supplementari.
Nell’extratime le emozioni stentano ad arrivare ed è comunque Del Mestre a salvare la porta italiana proprio all’ultimo secondo su un calcio di punizione avversario dalla grande distanza. Ai rigori gli Azzurri sono infallibili, realizzando cinque rigori su cinque, mentre lo stesso portierone italiano para il primo tentativo polacco con Gac e regala agli Azzurri un altro – probabilmente decisivo – punto in classifica.

Italia-Polonia 7-5 d.c.r. (1-0; 1-1; 0-1; 0-0)
ITALIA: Del Mestre, Josep jr, Corosiniti, Palmacci, Zurlo; Carpita, Percia Montani, Marinai, Gori, Vaglini, Sciacca, Miceli. Ct: Del Duca
POLONIA: Marciniak, Pietrasiak, Szloser, Becker, Jesionowski; Karolak, Wardinski, Blaszczyk, Madani, Brochocki, Gac, Papiernik. Ct: Wydmuszek
ARBITRO: Gomolko (LIT). Assistenti: Perieira Almeida (POR) e Querol (SPA). Crono: Unterbeck (GER)
RETI: 5’54’’pt Marinai (I), 8’42’’st Pietrasiak, 11’54’’st Gori (I), 7’13’’ tt Becker
NOTE – Ammoniti Gori e Pietrasiak, espulso Joseph Junior. Sequenza rigori – Zurlo: gol; Gac: parato; Gori: gol; Brochocki: gol; Sciacca: gol; Papiernik: gol; Marinai: gol; Pietrasiak: gol; Palmacci: gol

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

La Nuova Valle sceglie Macrì per la panchina

La Nuova Valle inizia a lavorare in vista della prossima stagione che la vedrà, ancora un …