Home Calcio S.M. Marchesato: “Estrema severità su condizioni e gestione del terreno di gioco”

S.M. Marchesato: “Estrema severità su condizioni e gestione del terreno di gioco”

5 min. di lettura
0
0

Dispiace dover leggere le considerazioni dell’A.S. Mangone calcio, dopo l’incontro con noi disputato. Preferiamo non entrare in alcun modo nel merito del commento alla partita e sul giudizio del direttore di gara, entrambi comprensibili in quanto analizzati da un punto di vista di parte.
Ci preme però sottolineare l’estrema severità espressa sulle condizioni e conseguente gestione del terreno di gioco.

Una contestazione che non è mai stata fatta presente ad alcun membro della dirigenza della squadra di casa o all’arbitro, né all’arrivo, quando è stato immediatamente calcato, né alla fine della partita.
L’Amministrazione comunale ci ha affidato la gestione di questo impianto e la Società ne ha da sempre interpretato la conduzione con diligenza ed impeccabile rispetto della struttura.
È pur vero che il nostro campo versi in condizioni precarie, come del resto la stragrande maggioranza degli impianti sportivi dilettantistici calabresi, se non dell’intera nazione.
Nel nostro lungo peregrinare, nel corso dei diversi campionati, a memoria, non ricordiamo partite disputate in impianti avveniristici e su terreni “soffici”.
Ma questo è un limite di “programmazione politica”, direttamente imputabile alla carenza di fondi europei e nazionali per lo sport, con conseguenti risorse insufficienti da destinare alla manutenzione, al miglioramento e all’ampliamento dei suddetti impianti.
Una lacuna che ammettiamo senza alcuna difficoltà, ma della quale non solo non siamo responsabili, ma i primi a soffrirne ed ad esserne penalizzati.
Eppure, da anni, sappiamo fare di necessità virtù: Ove possibile, cerchiamo di “rattoppare falle”, sopperendo alle più disparate vicissitudini.
Ogni domenica, membri della dirigenza, calciatori e tifosi, non si sottraggono al rito dello spietramento, della lisciatura del campo e della delimitazione del perimetro di gioco con le righe in calce.
La passione per il calcio, passa anche attraverso il sacrificio di giocare su questi sterrati polverosi. Sognare ed attendere stadi in erbetta, naturale o sintetica, è un lusso che non ci possiamo permettere. Peccheremmo di superbia e ci auto condanneremmo all’immobilismo. Quanto di più lontano dal nostro concetto di fare sport e aggregazione sociale.

Uff. Stampa
A.S.D. San Mauro Marchesato

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Amatori Calcio Locri campioni regionali

Gli Amatori Calcio Locri battono la Polisportiva Pino Donato Taverna in rimonta e si aggiu…