Home Calcio San Pietro Apostolo esasperato: “Se continua così, ritireremo a squadra”

San Pietro Apostolo esasperato: “Se continua così, ritireremo a squadra”

4 min. di lettura
0
0

La Società Sportiva San Pietro Apostolo, che milita nel campionato di seconda categoria, delegazione Vibo Valentia girone D, è esasperata, le ultime due gare sono state perse non per demerito nostro o per bravura dell’avversario, ma per colpa dei direttori di gara.

Ci stanno succedendo cose incredibili, non accettiamo più questi trattamenti, siamo tutte persone educate, oneste e perbene, ma questo non vuol dire che i direttori di gara ci debbano sfavorire solo perché non minacciamo e urliamo. Detto ciò, non chiediamo arbitraggi a favore, ma semplicemente arbitraggi equi.
I nostri ragazzi, il nostro mister e tutti noi dirigenti facciamo tanti sacrifici, spendiamo un mucchio di soldi per l’iscrizione al campionato, e poi non è giusto che le domeniche che dovrebbero essere di festa, a prescindere se si vince o si perde, si trasformano in domeniche drammatiche piene di rabbia e delusione per come veniamo trattati. Ancora una volta ci poniamo questa domanda: “Ne vale la pena??”. Certo che NO, non è giusto, ora capiamo perché ogni anno le squadre ad iscriversi sono sempre meno.
Noi del San Pietro Apostolo, alla prossima gara in cui ci verrà effettuato un arbitraggio completamente a sfavore, per tutelare i nostri tesserati, la nostra dignità, a malincuore saremo costretti a ritirare la nostra squadra dal campionato. D’ora in poi filmeremo le nostre partite e tramite la potenza dei giornali, delle televisioni e soprattutto dei social network faremo vedere al mondo intero queste indecenze.

La Società Sportiva
San Pietro Apostolo

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Colpo Carnuccio per la F.E. Soverato

L’ASD Futura Energia Soverato Calcio a 5 comunica di aver acquisito il diritto alle presta…