Home Calcio a 5 Serie A2 femminile, fine settimana nero per le calabresi

Serie A2 femminile, fine settimana nero per le calabresi

10 min. di lettura
0
0

Quindicesima giornata nel girone D del campionato nazionale di serie A2 femminile. Comune denominatore è quello di essere tutte rimaneggiate e si materializza una domenica nera per il futsal calabrese. Quattro sconfitte per le nostre rappresentanti, ma con tante attenuanti. La Royal cede al cospetto dell’ormai capolista solitaria, mentre il CUS perde in Basilicata. Secondo tempo fatale alla Segato, che cade sul parquer della Salernitana, mentre cade in casa la Sangiovannese, sei reti rimediate dalle silane.

ROYAL TEAM LAMEZIA-IRPINIA 0-2
ROYAL TEAM LAMEZIA: Toledo, Capuano, Aliotta, Calendi, Fakaros, De Sarro, Lucarelli, Perri, Angotti, Villagra. All. Giorgi
IRPINIA: Macchia, Braccia, Aresu, Del Gaizo, Moreira, Iannaccone, Pugliese, Pisani, Vecchione, Arciello, Cetrulo, Ficeto. All. Battistone
MARCATRICI: pt 6’28” Aresu (I) 10’16” Pisani (I)
Sfida di altissimo livello quella disputata oggi al PalaSparti di Lamezia Terme tra la Royal Team e l’Irpinia. Biancoverdi in formazione rimaneggiata a causa della squalifica del bomber Ferreira e di Marin. La prima parte del match vede le lametine più propositive ma le assenze si fanno sentire soprattutto in avanti dove la Royal fatica a trovare il guizzo vincente. L’Irpinia fa uscire la sua esperienza e a 6’28” si porta in vantaggio con Aresu, lesta nel tap-in su corta respinta di Toledo ad una conclusione di Pugliese. Le biancoverdi accusano il colpo, l’Irpinia ne approfitta e si catapulta in avanti. Al 10’16” è Pisani a raccogliere palla da corner e tirare in porta, Toledo è sorpresa dal rimbalzo e non riesce ad intervenire. La Royal prova a ricomporsi, è Calendi la più propositiva, in più di un’occasione prova ad impensierire, ma senza fortuna, Macchia dalla lunga distanza. E’ sfortunata sul finire del tempo capitan De Sarro che con uno splendido tiro coglie la parte esterna del palo a portiere battuto. Si rientra in campo e si assiste ad un secondo tempo molto bello, meno duro dal punto di vista fisico e molto più alto a livello di intensità e di qualità. L’Irpinia prova il colpo del ko, ma risponde una Royal che non si risparmia e si butta a testa bassa in avanti alla ricerca del gol che potrebbe riaprire il match. Villagra manca d’un soffio la palla dopo una bella triangolazione con Calendi. Forcing delle biancoverdi ma la giornata della Royal non è sotto una buona stella, su una bella azione il tiro di Aliotta colpisce il palo.
Grandissima prestazione da parte delle lametine che hanno affrontato a viso aperto la capolista provando in più di un’occasione a riaprire la partita. Ora testa al prossimo impegno di domenica 6 gennaio sul campo della Segato.

FUTSAL RIONERO-CUS COSENZA 4-2
MARCATRICI: Storino, Merante (CS)

SALERNITANA-SEGATO WOMEN 4-3
SEGATO: Cacciola, Spanò, Fontela, Loprevite, Florio, Foti, Loiacono, Manti, Bagnato, Alessi, Ardizzone. All. Mardente
MARCATRICI: pt 11″’16’ Fontela (SE), 11″03′ Giugliano E. (SA), 1″58′ Giugliano E. (SA), 1″43′ Spanò (SE); st 13″02′, 11″21′ Giugliano A. (SA), 10″57′ Manti (SE)
Sconfitta che lascia tanto amaro in bocca per la Segato Woman che perde lo scontro diretto contro la Salernitana Femminile con il punteggio di 4-3. Il rammarico rimane per il rigore fallito da Foti a 3 secondi dalla fine che avrebbe regalato alle bianconere un pareggio più che meritato per la prestazione messa in mostra sul campo dell’ottima squadra campana. Il primo tempo, molto equilibrato, si era chiuso sul 2-2 grazie alle reti di Fontela e Spanò, mentre nella ripresa non è bastata la rete di Loprevite per evitare la sconfitta maturata con il finale di gara descritto in precedenza. Rimane comunque l’ottima prestazione della squadra che ha dimostrato, su un campo veramente difficile, di potersela giocare alla pari con tutti. Già da domani si tornerà a lavorare per preparare al meglio la difficile sfida di domenica prossima contro il Royal Team Lamezia secondo in classifica, con la consapevolezza di non essere inferiori a nessuno.

SANGIOVANNESE-CASTELLAMMARE 1-6
MARCATRICI: Dardano (S)
Fischio d’inizio ed entrambe le squadre iniziano a impostare il loro gioco provando anche diverse conclusioni ma entrambi i portieri sono attenti e reattivi. Arriva poi il primo goal ad opera delle avversarie. Le padroni di casa provano a reagire, ma le conclusioni non sono delle migliori e sul finire del primo tempo le avversarie si portano sullo 0-3.
Nella ripresa la Sangiovannese sembra più determinata e dopo pochi secondi dal fischio trova la rete che riapre la partita ad opera di Dardano Giusy. La partita entra nel vivo di un match davvero combattuto, con la Sangiovannese che tenta di tutto per andare a rete e le avversarie approfittano delle ripartenze per rendersi pericolose.
Dopo un paio di occasioni sono le avversarie ad andare a segno portando il risultato sull’1-4. La Sangiovannese guadagna calcio di punizione e il sinistro di Audia colpisce il palo, dando l’illusione del goal. Le avversarie provano diverse giocate ma l’attenta Dragan salva il possibile tranne sul goal del 1-5. Le padrone di casa continuano ancora a creare ancora occasioni colpendo anche una traversa. A pochi secondi dalla fine arriva un altro goal delle avversarie che chiudono la partita col risultato di 1-6.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Amatori Calcio Locri campioni regionali

Gli Amatori Calcio Locri battono la Polisportiva Pino Donato Taverna in rimonta e si aggiu…