Home Calcio a 5 Serie A2 Femminile, il bottino delle calabresi

Serie A2 Femminile, il bottino delle calabresi

4 min. di lettura
0
0

Si chiude la seconda giornata del girone D di Serie A2 Femminile. Goleada della Royal Lamezia, che nel derby, ne fa ben undici contro le cosentine del Cus, alla loro seconda sconfitta consecutiva. Per le lamentine in evidenza la Losurdo, autrice di una tripletta, due reti a testa per Bagnato, Primavera e De Sarro, e gol di Pota e Linza. Per il Cus le tre reti sono state realizzate da Pellegrini, Alessia Macrì e la Merante. Dalla gruppo social del Cus Cosenza tutta l’amarezza nelle parole di mister Postorino:”Mi trovo a commentare ancora una sconfitta, ma diversa da quella rimediata sette giorni fa in Campania. CUS Cosenza double face: impeccabile nella prima frazione quando la differenza l’ha fatta Giusy Ceravolo, che ben conosciamo, riconfermandosi uno dei migliori portieri in campo nazionale. Nel secondo tempo è andato in campo un ologramma delle cussine che, nella realtà, sono rimaste nello spogliatoio. Una frazione di gioco da cancellare. Adesso è necessario voltare pagina immediatamente, e sintonizzarsi sulla qualità di gioco espressa nell’ultima parte dello scorso campionato“.

Non va bene alla terza calabrese del girone, il Futsal Reggio Femminile. Le amaranto hanno dominato la gara contro il Futsal Octajano e vincevano per 2 a 1 grazie alle reti di Imbesi e Cioffi. A quattro secondi dalla fine il fattaccio. Tiro libero in favore delle ospiti che non sprecano l’occasione ed acciuffano un pareggio insperato. Peccato perchè nelle due gare disputate sin qui dalle reggine, negli ultimi minuti si è vanificato tutto il buono fatto durante l’arco degli incontri.

Ecco tutti i risultati e la classifica aggiornata >> Clicca qui

Carica altri articoli
Load More By Domenico Caracciolo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Mister Perrone lascia la Garibaldina

Anche le storie più belle prima o poi finiscono! Dopo tre indimenticabili anni si conclude…