Home Calcio a 5 Ottavi di finale scudetto U19, il Cataforio cede di misura in Sicilia

Ottavi di finale scudetto U19, il Cataforio cede di misura in Sicilia

5 min. di lettura
0
0

Il Cataforio in avvio, e ad intermittenza durante il match, tiene troppo il freno a mano tirato e finisce per favorire il gioco della Meta Catania. Etnei che vincono per 2-0, un gol per tempo, e sbagliano anche un libero a 8” dalla fine. In entrambe le occasioni, locali in rete dopo i palloni persi dai pivot bianconeri, oggi in giornata “no”, rispetto a ciò che hanno dimostrato di sapere fare. Reggini che si presentavano orfani di due pedine importanti ai fini della rotazione, come Gregorio Laganá e Surace, ma nonostante ciò hanno difeso in maniera attenta ed ordinata, in un campo molto grande, non disdegnando neppure l’utilizzo, per un totale di 7 minuti tra primo e secondo tempo, del portiere di movimento. Tra le occasioni, Meta graziata da Campolo nella prima frazione, sgusciato via alla difesa avversaria sugli sviluppi di una rimessa laterale; oltre alle occasioni di Labate e Nucera nella ripresa, senza dimenticare un altro uno contro uno, stavolta di Sarica, analogo a quello di Campolo del primo tempo. Un gol che i ragazzi di mister Atkinson avrebbero anche meritato. Il 7 maggio ci sarà la gara di ritorno e si ripartirà dal 2-0, non certo impossibile da ribaltare. In questa, come in altre occasioni, servirà anche il supporto del pubblico; un contributo dagli spalti per continuare ad inseguire il sogno Tricolore.
A fine gara mister Atkinson ha così commentato: “Due gol presi, uno ad inizio gara ed uno ad inizio ripresa. Disattenzioni nostre, evitabili, ma figlie di un approccio al di sotto delle nostre potenzialità. La Meta ci ha creduto di più e con più convinzione. Anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni ma non le abbiamo sfruttate specialmente a causa di una minore convinzione. Il nostro piano partita è stato comunque rispettato. Non volevamo esporci troppo, giocavamo in trasferta ed eravamo anche limitati nelle rotazioni. Il rammarico resta non tanto per il punteggio, che lascia i giochi ancora aperti, quanto per l’atteggiamento con cui ci siamo giocati l’andata degli ottavi di finale scudetto. Adesso è il momento di crederci maggiormente perché solo così possiamo fare venire fuori la nostra forza tecnica e tattica contro una squadra comunque di qualità, bene allenata e che sa’ fare male agli avversari.

Uff. Stampa
Cataforio C5

Carica altri articoli
Load More By Massimo Scerbo
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Colpo Carnuccio per la F.E. Soverato

L’ASD Futura Energia Soverato Calcio a 5 comunica di aver acquisito il diritto alle presta…