Home Calcio a 5 Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 16° giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 16° giornata

23 min. di lettura
0
0

Si è disputata la sedicesima giornata del massimo campionato regionale di serie C1. Di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

CATAFORIO-BLINGINK SOVERATO 1-1
CATAFORIO: Imbalzano, Calabrò, Ferrara, Scopelliti, Adornato, Giriolo, Sarica, Modafferi, Torino, Casile, Pronestì, F. Martino. All. Quattrone
SOVERATO: Scerbo, Gallo, M. Capicotto, Santise, Santoro, Cimino, A. Capicotto, Celia, Pastori, L. Martino, Panetta, Lo Riggio. All. Lombardo
ARBITRI: Ferrara di Locri e Speziale di Cosenza.
Marcatori: 18′ M. Capicotto (S) 58′ Modafferi (C)
Il Cataforio, ancora una volta rimaneggiato, si congeda dal big-match di giornata contro il Soverato, con un pareggio. Gara bellissima al PalaBotteghelle, con finale al cardiopalma. Alla fine, ne esce un 1-1 figlio dei gol, uno per tempo, di Mario Capicotto e di Modafferi (a 2’ dalla sirena). Migliore in campo il portiere jonico, Scerbo (ex calciatore professionista ed esperto in promozioni, ndr) che para di tutto e con i suoi interventi evita alla capolista di scappare via in classifica. Da segnalare anche che i due arbitri toppano clamorosamente, perdendosi letteralmente il conto dei falli di squadra del Soverato nel corso del secondo tempo.
PRIMO TEMPO – Cataforio che si presenta al match senza Calabrese e Cilione e senza neanche Labate, squalificato. A questo si aggiungono le non perfette condizioni fisiche di Modafferi e Sarica, ricordando inoltre che si trattava del terzo match settimanale dopo Città di Fiore e, recupero, con Reggio SC. Nonostante queste premesse, è proprio la formazione di Quattrone a fare la partita ed Adornato, con un guizzo sulla sinistra, coglie il palo, di tacco, al 6’. La risposta di Lo Riggio non si fa attendere, palla fuori di un soffio. All’11’ Scerbo inizia il suo personale show, respingendo il piazzato di Martino e poi volando, letteralmente, sul sinistro di Modafferi. Al 18’ il vantaggio ospite, con Mario Capicotto che capitalizza in area avversaria. Cataforio che non si scompone e che a testa bassa crea almeno altre quattro nitide occasioni. Al 25’ tiro di Modafferi, respinta di Scerbo che poi è lesto a bloccare la carambola del pallone su Cimino, a pochi passi dalla linea di porta. Il copione si ripete, con un altro mancino di Modafferi che prova a piazzarla, Scerbo sfiora con le dita e salva. Trascorrono pochi attimi e Casile sembra avere spiazzato il portiere avversario, che risponde con la mano di richiamo, in ricaduta, mantenendo ancora inviolata la sua porta. Al 30’, poi, sul pallone messo in mezzo da Casile, Lo Riggio per anticipare Giriolo (che nell’occasione si fa male alla caviglia, ndr) rischia l’autogol. Ancora provvidenziale Scerbo, d’istinto e con la mano di richiamo, mantenendo così l’1-0 per i suoi.
SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con l’incredibile palla mancata da Modafferi, dopo 33’’, sull’assist in mezzo di Adornato. La seconda frazione è un monologo dei reggini, che ci provano in tutti i modi a trovare la via del gol, ma ancora Scerbo, ed anche i difensori avversari, chiudono tutto. Cimino, in contropiede, fa sibilare il pallone non lontano dal secondo palo. Al 20’ invece, dall’altra parte, Capicotto salva a porta vuota sul tiro a botta sicura di Giriolo (che da vero guerriero ha stretto i denti ed è rientrato in campo). Incredibile poi a 20’14’’ sul cronometro la colossale topica dei due arbitri che non segnalano la quinta infrazione che diviene poi sesta (segnalata come quinta) a 25’37’’. “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum” facendo il paio con il gol annullato di mercoledì. Nonostante ciò, il Cataforio schiaccia il Soverato nella sua metà campo e mister Quattrone si gioca gli ultimi minuti col power-play, Torino, e proprio quest’ultimo la mette in mezzo per Martino che di testa trova ancora il super-intervento di Scerbo che respinge col piede. Ma il portiere jonico non può nulla al 28’, forse sulla conclusione più difficile che il Cataforio ha trovato, con Modafferi che incrocia e trova il secondo palo, pareggiando i conti. Soverato che si getta ora in avanti, con cinque di movimento. Spunto di Luigi Martino sulla destra, Giriolo e Francesco Martino ripuliscono l’area ad Imbalzano battuto e il portiere di casa rischia qualcosa concedendo l’ultimo possesso agli avversari, ma riuscendo lo stesso a respingere all’ultimo secondo il pericoloso tiro di Luigi Martino. Un buon punto considerando le assenze per il Cataforio che rimane al primo posto a 35 punti, inseguito a 32 dalla Fantastic Five Siderno; Soverato che resta a +4 (31 punti), dietro, a +7 (a quota 28), la coppia Polistena-Domenico Sport. Sabato pro

CITTA’ DI FIORE-REAL ARANGEA 5-7
Marcatori: 4 Barreca, 3 Cantarella (RA) G. Scigliano, Mannella, 2 Simari, Madia (CF)

Oggi non è facile parlare di una partita, sembrerebbe effimero, per ciò che stiamo vivendo, parlare di sport ma noi crediamo profondamente che quello che può e che deve fare lo sport adesso è affermare con forza il suo rifiuto della guerra, di un atto di aggressione militare ingiustificato e inaccettabile che attacca i principi di libertà delle nostre comunità. Lo sport è un potente strumento per rafforzare i legami sociali e per promuovere ideali di pace, fraternità, solidarietà, non violenza, tolleranza e giustizia, oggi più che mai anche lo sport, nelle drammaticità del momento, ha il dovere di rivendicare il proprio ruolo senza alcun tentennamento, e continuare a parlare di sport come segno di rifiuto dell’ignobiltà di ogni atto disumano di guerra.
Era un match difficile per il Real Arangea ancora rimaneggiato nell’organico per i numerosi infortuni, una trasferta faticosa, lontana, una squadra, la Città di Fiore, insidiosa che non regala niente a nessuno, non molla mai fino alla fine qualsiasi risultato, con un posto in classifica che non merita ma, di contro, una delle finaliste delle Final Four 2022. Il Real Arangea vince questa sfida, vince e convince esaltando un duro lavoro che, la dirigenza, il reparto tecnico, gli atleti stanno cercando di mettere a valore con un gioco di squadra finalizzato a ottenere risultati utili e onorabili.
Non faremo la solita cronaca della partita, un 7 a 5 che potrebbe sembrare lo show di Cantarella e di Barreca, e invece è il risultato di sacrificio e impegno da parte di tutti, e a tutti i nostri atleti dedicheremo un pensiero che meritano per dare la cifra di questa vittoria: Andrea Suraci, la sua serietà ed il senso del dovere sono encomiabili sempre, da tutto ciò che può e può dare ancora molto di più; Giuseppe Sarica, metronomo di qualità, infaticabile nel far partire ogni azione giallo nera; Roberto Malara senza un attimo di tregua, quasi perfetto in interdizione e sempre pronto a proporsi al servizio dei compagni con grande impegno; Demetrio Barreca dominatore della fascia e delle ripartenze nelle quali è incontenibile, sempre puntuale all’appuntamento con il gol; Giovanni Cantarella anche non al meglio della condizione fisica sa essere una spina nel fianco che fa male, molto male per ben tre volte, mai egoista lavora con e per il gruppo; Giovanni Minniti stoico capitano, non molla mai, detta i tempi giusti per far salire la squadra, gli avversari per contenerlo hanno duplicato la taglia della sua maglia; Amedeo Basile intelligenza pura, senso del dovere, fa tutto ciò che deve fare e lo fa benissimo; Mario Marra e Samuele Barbaro, chi dice che la panchina non contribuisca al merito di una squadra sbaglia, due ragazzi giovanissimi, sempre presenti nel dare carica e incoraggiamento ai compagni, encomiabili.

FANTASTIC FIVE SIDERNO-SENSATION C5 5-1
Marcatori: 3′, 7′ Avarello, 13′ Campisi, 23′ Cremona, 41′ Cremona (FF) 46′ S. Alì (S)

Vince ancora e, soprattutto, continua a convincere la FANTASTIC FIVE!
I derby non sono mai semplici e quando le formazioni sono di buon livello ogni pronostico è complicato. Ma la FANTASTIC FIVE ha decisamente dominato l’incontro con la SENSATION C5. Diversi gli approcci alla partita delle due formazioni che sortiscono, da subito, effetti contrapposti. La SENSATION cerca di gestire il proprio gioco con partenza ragionata dal basso, la FANTASTIC aggredisce immediatamente alta. Proprio l’aggressività dei sidernesi incanala immediatamente il match. Frutto di una pressione fatta ottimamente, al 3’ VITALE ruba palla e la trasmette ad AVARELLO che, da bomber freddo qual è, sblocca il risultato. Al 7’ ancora VITALE intercetta palla e subisce fallo mentre si lancia a rete. Direttamente su calcio di punizione AVARELLO realizza la propria doppietta. I ragazzi di Mister RAGONA sono comunque in campo e creano le loro occasioni, all’11′ il portiere PELLEGRINO M., dotato di un notevole tiro, colpisce l’incrocio dei pali dalla metà campo. Ma 2 minuti dopo VITALE calcia in porta, ottimo riflesso di PELLEGRINO ma palla che carambola sull’accorrente CAMPISI per il 3 a 0. Al 23’, ancora tiro di VITALE parato dal portiere avversario ed ancora una volta rosa-neri ad essere primi ad arrivare sulla ribattuta: alla festa si unisce l’altro bomber, CREMONA, ed è 4 a 0.
Primo tempo che si chiude con risultato netto, partita, anche per gioco e concentrazione visti fino a quel momento in campo, virtualmente chiusa. Nella ripresa la SENSATION da subito prova a sfruttare le qualità balistiche del proprio portiere utilizzandolo praticamente per tutta la ripresa in situazioni di “Power Play”. Al 7’ proprio su tiro dell’estremo, ribattuto da BENAVOLI, la palla giunge a mezz’altezza ad AVARELLO, splendida sforbiciata volante dalla linea laterale e palla che si insacca nella porta avversaria sguarnita: rete non convalidata in quanto la sfera, di pochissimo, aveva oltrepassato la linea della rimessa laterale. Resta il gesto tecnico di altissimo livello. All’undicesimo combinazione VITALE-CREMONA con il numero 13 che appoggia in rete la palla del 5 a 0. Al 16 ALI’ Simone realizza il gol della bandiera per la SENSATION con un pregevole colpo che batte BALDISSARRO, anche oggi autore di un’ottima prestazione. L’incontro pur continuando a mostrare un gradevole spettacolo di buon Futsal, non riserva altre sorprese.
Al 29’, ultimo sussulto il palo colpito da LONGO con un bel diagonale, quando la FANTASTIC già si limitava ad amministrare l’ampio vantaggio. Dopo 2 gare di assenza registriamo il buon rientro di capitan VITALE, partecipe oggi in tutte e 5 le reti della FANTASTIC FIVE. Sabato difficilissima trasferta in casa della FARMACIA ARTURI-DOMENICO SPORT. Nessuna impresa è impossibile!

GALLINESE-DOMENICO SPORT 4-4
Marcatori: Ferraro, Paviglianiti, Pronestì, Modafferi (G) Signorelli, A. Chiappetta, G. Chiappetta, R. Chiappetta (DS)
Doveva essere difficile, lo è stato ed anche di più. L’ASD Gallinese ospitava oggi nel match valido per la 16 giornata di campionato la Farmacia Vincenzo Arturi, temibile formazione in piena lotta per un posto nei playoff. Dall’altra parte i nostri ragazzi, in gran rimonta, giunti ormai al settimo risultato utile consecutivo, intenzionati anche oggi a non cedere il passo all’avversario di turno. Bastano una manciata di minuti per passare a condurre grazie al tap-in vincente di Ferraro in mischia.I ritmi sin dalle prime battute sono alti, e le occasioni non si contano da una parte e dall’altra, ma sono i ragazzi di mister Chiappetta a trovare il pari intorno alla metà del primo tempo. L’apparente situazione di equilibrio viene spezzata da Paviglianiti che riporta nel finale di frazione l’ASD Gallinese avanti. Il buon momento di Modafferi & c. dura fino all’ultimo istante del primo tempo, quando Pronestì realizzando un tiro libero porta il parziale sul 3-1. Al rientro dall’intervallo però le cose cambiano, ed i rossoblu paolani lo dimostrano dapprima accorciando su calcio di rigore, raggiungendo poi il pari ed infine realizzando il sorpasso con la rete del 3-4. C’è anche il tempo per un tiro libero che avrebbe potuto chiudere definitivamente la contesa, ma che viene splendidamente neutralizzato da capitan Tiziano e funge da innesco per la reazione finale degli uomini di mister Venanzi che non ci stanno a perdere e trovano il gol del 4-4 a pochi minuti dalla fine con il “solito” Modafferi. Come sempre sarà il tempo a dare le dovute risposte, così sapremo se questo punto conquistato avrà più peso dei due persi, nel frattempo rimane la soddisfazione per aver affrontato a viso aperto una delle formazioni più valide ed esperte del campionato e di averle tenuto testa nonostante le assenze e i 3 impegni in soli 7 giorni.

POLISTENA C5-FUTSAL KROTON 8-3
Marcatori: 3 Napoli, Galluzzo, Borgese, Condina, 2 Sorbara (P) Pupa, Rago, Arcuri (K)

REGGIO SC-MAESTRELLI 3-2
Marcatori: 12′ Denardi (R) 21′ Palumbo (M) 22′ Cannizzaro (R) 34′ Denardi (R) 52′ Suraci (M)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

PANCHINE 2022/2023, la situazione (in aggiornamento)

La situazione delle panchine nei campionati dilettantistici calabresi in costante aggiorna…