Home Calcio a 5 Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 18° giornata

Serie C1: risultati, marcatori e commenti della 18° giornata

18 min. di lettura
0
0

Si è disputata la diciottesima giornata del massimo campionato regionale di serie C1. Di seguito risultati, marcatori e commenti di tutti gli incontri.

CATAFORIO-GALLINESE 2-0
CATAFORIO: Calabrese, Imbalzano, Adornato, Cilione, Giriolo, Labate, N. Modafferi, Torino, Scopelliti, Casile, Martino. All. Quattrone
GALLINESE: Tiziano, Mancuso, Cutrupi, Ferraro, Iaria, A. Modafferi, Pronestì, Plutino, Paviglianiti, Prestopino, Stuppino, Politi. All. Venanzi
Marcatori: 42′ Martino (C) 52′ Labate (C)
Il Cataforio si aggiudica un’altra stracittadina, battendo per 2-0 la Gallinese e centrando il suo quattordicesimo risultato utile consecutivo (dodici vittorie e due pareggi). Al PalaBotteghelle va in scena un match gradevole, equilibrato, risolto nella ripresa dai timbri di Martino e Labate. Nella 18^ giornata, i bianconeri, migliore difesa, ospitavano il migliore attacco sul campo e, a fine gara festeggiano anche il clean-sheet; da segnalare, per l’appunto, il ritorno tra i pali di Calabrese e poi in difesa di Cilione. Ancora out Sarica, mister Venanzi invece è privo di Quattrone, Fortugno e Vazzana. Non era sicuramente facile per i bianconeri, contro una Gallinese giunta alla sua seconda sconfitta di fila, dopo una serie utile di otto risultati consecutivi.
PRIMO TEMPO – Dopo una prolungata fase di studio, con i due roster attenti a non concedere il fianco all’avversario, si segnalano soltanto un pericoloso tiro di Cilione e poi un’uscita di Calabrese. Al 17’ impennata di emozioni con i due portieri protagonisti: ripartenza Cataforio, Giriolo pesca sul secondo palo Cilione e miracolo di Tiziano in uscita. Dall’altra parte palo di Cutrupi (tocco decisivo di Calabrese) e sulla ribattuta lo stesso Cutrupi calcia a botta sicura, ma sulla linea salva tutto Adornato. Cataforio che spinge in avanti, Adornato calcia fuori di pochissimo, mentre Tiziano si rende ancora protagonista prima su Labate e poi con un bel colpo di reni su Modafferi. Al 25’ è invece Calabrese che sventa, ancora in uscita, su Pronestì che si era involato a rete. Primo tempo che si conclude a reti bianche.
SECONDO TEMPO – Dopo 19’’ è di Labate il primo squillo, ma il pallone centra il palo. Ma nel complesso è la Gallinese che parte meglio nella seconda mezz’ora di gioco, e Calabrese deve intervenire sulla deviazione di Cilione che rischia di beffarlo; Antonino Modafferi invece spara di poco alto su calcio di punizione dal limite. Nel momento migliore degli ospiti, arriva l’episodio che sblocca l’incontro ed a capitalizzarlo è il Cataforio. Ancora una volta su calcio di punizione Ciccio Martino si conferma specialista. Il tiro, all’11’, incontra anche una deviazione non lasciando scampo a Tiziano. È il punto dell’1-0 che ora cambia volto al match.
Nonostante gli attacchi portati a più riprese da parte della Gallinese, il Cataforio contiene bene e prova a ripartire non appena ne ha l’occasione. Si arriva così al 21’, Cilione la dà lungo linea a Labate che fa una cosa più bella dell’altra: prima lascia scorrere, poi rientra sul destro proteggendo col fisico e infine conclude con un tocco sotto delizioso per il raddoppio dei padroni di casa. “Re Mida” tocca quota 14 reti in campionato, 20 in stagione (6 arrivati in Coppa Italia, ndr). Gallinese ora a completa trazione offensiva, con tanto di quinto di movimento. Bravo Calabrese a chiudere lo specchio a Paviglianiti, Labate invece sfiora il 3-0 dalla sua metà campo. Al 30’ esatto Pronestì calcia fuori di pochissimo, mentre nei due minuti di recupero Giriolo (menzione particolare per lui) completa un pomeriggio da incorniciare, chiudendo praticamente tutto quello che passa dalle sue parti, mentre Calabrese vola su Pronestì mettendo la parola fine al match.
Cataforio che rimane dunque al comando, a +4 sul Soverato vittorioso a Siderno, a cinque gare dal termine della stagione. Il calendario, nel prossimo turno, prevede il recupero della prima giornata del girone di ritorno, con i bianconeri che ospitano l’ostica Sensation Profumerie, mentre il Soverato dovrebbe avere “vita facile” contro il Kroton. Prosegue dunque il testa a testa e lo spettacolo… è garantito!

CITTA’ DI FIORE-MAESTRELLI C5 3-2
Marcatori: 20′ Barillari (CF) 24′ Ripepi (M) 36′ rig., 38′ Mannella (CF) 41′ Ripepi (CF)

F.F. SIDERNO-BLINGINK SOVERATO 1-2
Marcatori: 8′ Cimino (BS) 40′ A. Capicotto (BS) 44′ Cremona (FFS)

Dal big-match con il BLINKING SOVERATO la FANTASTIC FIVE ne esce sconfitta. Tra le mura amiche i sidernesi non riescono, complice anche la poca fortuna, a scardinare l’ottima difesa degli avversari. L’incontro terminerà sul risultato di 1 a 2, così come nella gara di andata. Comunque gran bella partita tra due ottime formazioni. Dopo l’opaca prestazione di Paola, i ragazzi di Mister CRESCIMBINI tornano a mostrare un bel gioco e una buona determinazione. Gara aperta, quindi, ad ogni risultato fino all’ultimo minuto di recupero.
A passare per primi sono gli ospiti all’8’ del primo tempo con la rete di CIMINO. Ma i rosa-nero si scuotono subito e prendono d’assalto gli avversari che, però, si chiudono bene tenendo botta alla forte pressione. Al 9’ l’incrocio dei pali nega la gioia della rete a VITALE dopo una ubriacante azione personale. Al 16’ ancora la traversa a salvare il sempre ottimo SCERBO su conclusione di CREMONA. Al 22’ legno colpito anche dal BLINKING. Prima frazione termina sul risultato di 0 a 1 con padroni di casa più arrembanti e, certamente, più pericolosi. Nel secondo tempo il copione è il medesimo. FANTASTIC FIVE in pressione e BLINKING SOVERATO attentissimo nel difendere e ripartire. Al 10’ gli ospiti passano nuovamente con un gran diagonale di CAPICOTTO Andrea. Dopo solo 4 minuti a riaprire la partita e le speranze è la rete di CREMONA. Ma nonostante i numerosi tentativi il risultato non i sbloccherà più. Rammarico per la classifica che resta ferma, ma resta la bella prestazione offerta da entrambe le formazioni. La prossima gara sarà ancora tra le mura del “Marconi” con il recupero della prima giornata del girone di ritorno: contro il Città di Fiore c’è un solo risultato utile!

POLISTENA C5-SENSATION C5 6-1
Marcatori: Migliorini, 2 Napoli, Sorace, Galluzzo, Oliva (P) S. Alì (S)

REAL ARANGEA-FUTSAL KROTON 3-3
Marcatori: 2 Minniti, Sarica (RA) 2 Zanda, Laudari (K)
Il calcio a 5 è un sport spesso inspiegabile, è calibrato da delicati equilibri che nel corso di una stagione o di una partita, possono completamente essere stravolti: il match tra il Real Arangea e il Futsal Kroton lo dimostra in modo inequivocabile. Il Real visto in campo era la brutta copia della squadra in crescita osservata nelle ultime prestazioni, un passo indietro frutto ancora una volta di un approccio sbagliato ad una sfida delicata per le sorti della stagione.
È mancata la concentrazione influenzata molto probabilmente da sensazioni sbagliate, mancava convinzione e motivazione, e questo è preoccupante, è mancata la mentalità vincente che è un’abilità che deve essere allenata assieme alla tattica e alla tecnica.
Un match che comincia subito con il Real che prova, come da aspettative, a fare la partita, ma qualcosa non va nelle geometrie dei gialloneri, poca lucidità e lentezza nella manovra, complice anche un coriaceo Kroton che si difende con le unghie e con i denti, approfittando e rendendosi pericoloso con le ripartenze, ad ogni distrazione dei padroni di casa. Il Real non riesce a trovare il suo gioco affidandosi quasi sempre alle infruttuose capacità balistiche dei singoli. È invece il Kroton a passare in vantaggio al sesto minuto, una rete che sembra destare i padroni di casa che pareggiano dopo soli due minuti con Minniti e, dopo altri 3 minuti, passano in vantaggio con Sarica. Il Kroton non molla, quasi allo scadere del primo tempo, trova il pari per il 2 a 2 che chiude la prima frazione di gioco.
La ripresa non porta nessuna novità, il Real continua a non trovare equilibrio e lucidità e il Kroton è pronto ad approfittarne e dopo soli due minuti della ripresa si porta ancora in vantaggio sul 3 a 2. I padroni di casa reagiscono ma in modo scomposto e disordinato, tengono il pallino della partita ma in modo sterile, nervoso, una inspiegabile tensione che impedisce di esprimere la propria identità di gioco è rischia, in più di un’occasione, di ricevere un ulteriore ko da parte del Kroton, Mister Pedà prova di tutto, con il portiere di movimento trova il pareggio con Minniti, cerca di mescolare le carte con i pochi cambi a disposizione in panchina ma, in questa partita disarmante, non c’è niente da fare, finisce 3 a 3.
Un punto che non risolve granchè nella classifica del Real Arangea ma è pur sempre meglio di niente: il solito approccio discutibile, è mancato equilibrio e compattezza a questa squadra che ha tutte le carte in regola per essere migliore di quella vista in campo. Siamo nel momento più delicato del campionato, non si può certo essere soddisfatti di questa prestazione, adesso servono coraggio e determinazione, serve trovare compattezza in tutti i reparti, dagli atleti alla dirigenza, servono stimoli e senso di responsabilità importanti a una squadra che troppo spesso mostra due volti molto diversi fra loro, mentre ne dovrebbe avere uno solo, bello, positivo, per dare soddisfazione, serenità e sorrisi ai propri esasperati tifosi.

REGGIO SC-DOMENICO SPORT 5-8
Marcatori: Lascala (DS) G. Chiappetta (DS) Chianello (DS) A. Chiappetta (DS) Laganà (R) Cannizzaro (R) R. Chiappetta (DS) R. Chiappetta (DS) Cannizzaro (R) Zadera (R) G. Chiappetta (DS) A. Chiappetta (FA) Laganà (R)

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Amatori Calcio Locri campioni regionali

Gli Amatori Calcio Locri battono la Polisportiva Pino Donato Taverna in rimonta e si aggiu…