Home Calcio a 5 A2, play off: Derby spettacolare, Futsal Polistena di misura sul Città di Cosenza

A2, play off: Derby spettacolare, Futsal Polistena di misura sul Città di Cosenza

13 min. di lettura
0
0

Si è disputata la gara del secondo turno play off del girone D di serie A2. Bellissimo e spettacolare derby tutto calabrese tra Futsal Polistena e Citta di Cosenza, vinto dalla squadra di casa per 4-3 al termine di una gara piena di emozioni. Nel terzo turno, che vuol dire semifinale nazionale, ostacolo Futsal Cobà, che ha eliminato con un chiaro 6-2 il CUS Molise.

FUTSAL POLISTENA-CITTÀ DI COSENZA 4-3 (2-2 p.t.)
FUTSAL POLISTENA: Martino, Arcidiacone, Silon, Creaco, Vinicius, Dentini, Attinà, Fortuna, Maluko, Juninho, Prestileo, Parisi. All. Rinaldi
CITTÀ DI COSENZA: Del Ferraro, Poti, Grandinetti, Alex, Marchio, Tusar, Pagliuso, Rosato, Canonaco, Fedele, Savuto, Gallo. All. Tuoto
MARCATORI: 3’11” p.t. Fedele (C), 7’10” Vinicius (P), 11’47” Fedele (C), 16’29” rig. Creaco (P), 8’46” s.t. Vinicius (P), 13’50” Poti (C), 18’06” Maluko (P)
AMMONITI: Arcidiacone (P), Maluko (P), Parisi (P), Fedele (C), Alex (C), Silon (P)
ESPULSI: al 17’01” del s.t. Fedele (C) per somma di ammonizioni
ARBITRI: Pasquale Crocifoglio (Napoli), Emilio Romano (Nola) CRONO: Gennaro Cefalà (Lamezia Terme)

Commento Futsal Polistena
La vittoria del Futsal Polistena contro la Pirossigeno Cosenza è stata tanto voluta quanto bella ed entusiasmante, perché giocata contro una squadra che non ha mollato un centimentro, lottando su tutte le palle. Ma il roster bianconero oggi ha messo il cuore oltre l’ostacolo e si è aggiudicato meritatamente la vittoria che lo porterà a giocare la semifinale playoff contro il Futsal Cobà. Si tornerà dunque nelle Marche, nello stesso palazzetto dove pochi giorni fa il Futsal Polistena ha disputato le Final Eight di Coppa e ciò è possibile grazie alla vittoria ottenuta contro i rossoblu, certamente non facile ma di certo meritata. La Pirossigeno ha dato del filo da torcere, passando in vantaggio con Fedele, ma ci pensa Vinicius a pareggiare i conti con un forte tiro che si insacca alle spalle del portiere Del Ferraro. Lo stesso portiere ospite poco dopo rilancia su Fedele che stoppa di petto e calcia al volo, per il raddoppio dei rossoblu. A otto minuti dalla fine della prima frazione il tecnico locale Rinaldi comanda il portiere in movimento e questo mette in difficoltà la difesa ospite che si salva sulle conclusioni dei bianconeri. A 16’29” palla recuperata dalla Pirossigeno con tiro da lontano che finisce in rete, ma in precedenza gli arbitri ravvisavano un fallo in area con rigore assegnato ai bianconeri, poi trasformato da Creaco per il momentaneo 2-2 con il quale si chiude il primo tempo.
Seconda frazione con la partita che si mantiene veloce e piacevole. Le due squadre cercano in tutti i modi di superarsi e ci riesce il Polistena ancora con Vinicius che fa partire un siluro da lontano e porta in vantaggio i bianconeri. Non ci sta però la Pirossigeno e con il portiere in movimento raggiunge il pareggio, quando mancano sei minuti al termine. Poco dopo a Fedele, già ammonito, viene mostrato nuovamente il giallo con conseguente espulsione. Ne approfitta Maluko che prima coglie il palo e poi ribadisce in rete la palla per il 4-3 che sancisce la vittoria del Futsal Polistena. Ora si aspetta il sorteggio per gara 1 di semifinale playoff, per sapere su quale campo si giocherà contro il Futsal Cobà.

Commento Cosenza
Finisce a Polistena, nella finale playoff del girone D della serie A2, la meravigliosa stagione 2020/21 della Pirossigeno città di Cosenza. Finisce con una sconfitta figlia di un paio di episodi poco comprensibili frutto di decisioni che hanno fatto discutere (sempre con pacatezza e correttezza) e che hanno lasciato qualche dubbio. Ha vinto il Polistena 4-3 e non si può dire che non abbia meritato, ma la stesso poteva essere per la Pirossigeno che avrebbe meritato. E’ stata una partita molto equilibrata, corretta e combattuta, lottata su ogni pallone e con qualche spunto di bel gioco. Gli episodi che hanno deciso il match non meritano commenti ma approfondimenti da parte degli organi che scrivono le regole. Complimenti al Polistena e da parte Pirossigeno la promessa che nella prossima stagione tenterà di fare anche meglio di quanto fatto in questo campionato. Finita la stagione con un bilancio generale molto positivo, è tempo anche di spendere due parole sui giocatori, uomini speciali che hanno segnato la vita della società in questi mesi torturati dl covid.
Del Ferraro: un signor professionista e un grande portiere. Impossibile trovare un neo nel suo comportamento in campo e fuori.
Alex: che giocatore. Meraviglioso interprete e metronomo del gioco rossoblù. In molti ce lo invidiano.
Poti: guascone e coraggioso, tecnica e visione di gioco, dribbling e tiro. Imprescindibile.
Grandinetti: Un gladiatore. Chi vuole stare nei pressi della nostra area di rigore deve fare i conti con lui e sono conti molto duri. Capocannoniere della squadra e terzo nella graduatoria generale. Ha la dinamite nel piede.
Fedele: il nostro grande capitano. Uomo d’ordine in campo e riferimento nello spogliatoio. L’esperienza non ha eguali rappresentanti.
Marchio: continua a stupirci anno dopo anno. Il suo piede mancino ha tutto per esser catalogato “magico”. Ha lasciato la sua firma sulla stagione e l’augurio è vederlo ancora in campo con la Pirossigeno.
Piromallo: un finale sfortunato per il cosentino doc. Ha sempre dato tutto e alcune partite sono andate in porto grazie ai suoi gol.
Rosato: un giovane pivot che nel corso del campionato è migliorato sotto la guida di Tuoto.
Tusar: arrivato a gennaio, lo sloveno è andato crescendo settimana dopo settimana. La classe non gli manca e certamente con l’esperienza migliorerà le sue prestazioni.
Pagliuso: il pianista ha conquistato la fiducia del tecnico e messo in mostra buone qualità. Deve migliorare nel carattere e nella determinazione e sarà pronto per essere protagonista di primo livello. Su di lui ci sono certezze e speranze.
Canonaco: un gioiellino da coltivare. Solo un’apparizione in campo per fargli segnare l’esordio, ma per quello visto in allenamento il futuro è tutto dalla sua parte.
Savuto: altro giovane gioiello della Pirossigeno. Impegno, dedizione, serietà. Deve credere di più nelle sue qualità che certamente non difettano.
Gallo: il secondo portiere rossoblù è affidabile e sicuro tra i pali. Sembra un veterano e ha solo 19 anni.
Zamirton: la chioccia dei portieri. Chiamato a giocare qualche partita non ha mai deluso. Non si può che ringraziare.
Lo staff tecnico con Tuoto in testa, seguito dal suo secondo Cariello, con il preparatore fisico De Sensi, il fisioterapista Colonnese merita il 10 con lode. Un plauso al lavoro del magazziniere Lo Gullo, sempre presente in un lavoro di dedizione verso gli altri. La Società? Beh 10 con lode e il bacio accademico, cosa dire di più!!

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Sambiase promosso in serie D, Sersale battuto di rigore

Il Sambiase espugna il “Ferrarizzi” di Sersale, vince il campionato di Eccellenza e torna …