Home Calcio a 5 Lamezia Soccer scippato della F8 di Coppa Italia, un punto separa il Mirto dalla retrocessione

Lamezia Soccer scippato della F8 di Coppa Italia, un punto separa il Mirto dalla retrocessione

6 min. di lettura
0
0

Disputata la ventiduesima giornata nel girone G di serie B, mentre ha riposato il girone H. Mirto sconfitto nello scontro diretto dai lucani del Senise e ormai vicino alla mesta retrocessione, un solo punto per il ritorno degli ionici nel campionato regionale. Spareggio di Coppa Italia, invece, per il Lamezia Soccer, sconfitto immeritatamente a Palermo e penalizzato da una decisione arbitrale totalmente errata a 2’56” dalla sirena, con un tiro libero assegnato per un fallo subito da Gagliardi che, colpito da dietro, cade a terra toccando la palla con il braccio.

Girone G
MIRTO-SENISE 2-5
Marcatori: Bitonto, Roberto (M)

Spareggio Coppa Italia
CITTA’ DI PALERMO-LAMEZIA SOCCER 2-1
Città di Palermo: Immesi, Dorio, Montevago, Rizzo, Di Maria, Lo Nigro, Torcivia, Restivo, Campisi, Napoli, Accetta, Aragona. All. Cappello
Lamezia soccer: Pardal, Barbosa, D’Amato, De Masi, Deodato, Longo, Caffarelli, Gagliardi, Mantuano, Patamia, Montesanti, Lio. All. Carrozza
Arbitri: Matteo Mazzoni di Ferrara e Matteo Ottaviani di Trieste
Cronometro Marco Lupo di Palermo
Marcatori: pt 5’52” Patamia (L) 7’56” Montevago (P) 17’03” Torcivia (P)

Il momento del fallo su Gagliardi

Un tiro libero a meno di tre minuti dal termine condanna l’Ecosistem e da il lasciapassare al Città di Palermo per la Final Eight di Coppa Italia. Un tiro libero contestatissimo dalla formazione lametina che reclamava un fallo in proprio favore. Succede che Gagliardi in posizione di pivot riceve palla e viene scalciato e strattonato da dietro dal diretto avversario, gli arbitri lasciano correre, il giocatore lametino cade a terra ed impatta il pallone con la mano, i direttori di gara fischiano il fallo di mano che essendo il sesto da il tiro libero che Torcivia trasforma. Ce ne sarà anche un altro a pochi secondi dalla fine che pero Dorio manda sulla traversa. Una sconfitta immeritata per la formazione di mister Carrozza che ha tenuto bene il campo giocandosela con una bella prestazione, macchiata solamente dalla solita “iella” sottoporta. Protagonista sfortunato ancora Gagliardi che prima del fallo incriminato si era letteralmente divorato un gol difficile da sbagliare. A pochi centimetri dal palo bastava toccare il pallone per spingerlo in rete, invece impatta fin troppo bene e forte con il pallone che attraversa tutta la porta, a pochi centimetri dalla linea, ed esce dall’altra parte con la panchina che aveva già esultato. C’è comunque da dire che il giovanissimo pivot lametino ha disputato una grande partita, come del resto tutta la squadra, ma anche lui è caduto in questa sorte di blocco psicologico davanti alla porta.
Non è mancata, sull’1-1, anche la solita traversa. Questa volta è toccato ad un violento tiro in diagonale di Caffarelli andare a sbattere contro la traversa e tornare il campo. Una partita che comunque entrambe le squadre hanno giocato bene con tanta intensità e stabilire chi meritava di più è davvero difficile, perché ci sono state tante occasioni da una parte e dall’altra, sicuramente più clamorose quelle lametine, e quindi complimenti ai vincitori ed onore agli sconfitti che escono a testa alta.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Amatori Calcio Locri campioni regionali

Gli Amatori Calcio Locri battono la Polisportiva Pino Donato Taverna in rimonta e si aggiu…