Home Calcio a 5 Primo ko della capolista Città di CS, pari del Catanzaro. Perdono anche Futura e Bovalino

Primo ko della capolista Città di CS, pari del Catanzaro. Perdono anche Futura e Bovalino

8 min. di lettura
0
0

Disputata la nona giornata nel campionato nazionale di serie A2. Sabato senza gioie particolari per le calabresi, Catanzaro unica squadra a portare a casa un punto preziosissimo arrivato, tra l’altro, ad un solo secondo dalla sirena. Il Cosenza resta in vetta con un punto di vantaggio sui siciliani del Melilli, Futura e Bovalino in piena bagarre salvezza.

REGALBUTO-CITTA’ DI COSENZA 4-3
Marcatori: pt 19’00” Grandinetti (CS); st 2’19” Capuano (R), 6’20” A. Vitale (R), 7’44” Grandinetti (CS), 10’38” Capuano (R), 12’15” Martinez (R), 13’48” Morgade (CS)
A Regalbuto arriva la prima sconfitta stagionale, ma la prima posizione in classifica viene mantenuta, questa è la consolazione di una partita brutta e di una sconfitta figlia di tante madri. In primis la stanchezza fisica e mentale accumulata in questo mese di novembre a causa dei tanti indisponibili sia per piccoli problemi fisici e sia per le squalifiche, spesso per cartellini immeritati e immotivati, che sono un problema. A Regalbuto questa stanchezza descritta è venuta fuori ed ha messo alle corde una squadra apparsa troppo brutta per essere vera. Quattro gol subiti frutto di soli nostri errori e Del Ferraro ha salvato la propria porta da altre segnature a testimonianza che in Sicilia non è scesa in campo la vera Pirossigeno. I gol di Grandinetti hanno dato la speranza di poter uscire indenni dalla Sicilia, ma troppi gli errori causati da poca lucidità. La stanchezza gioca brutti scherzi. Pensate: Tuoto ha potuto far giocare solo cinque giocatori di movimento per gran parte della partita quando anche Mario Pagliuso ha accusato problemi e non è sceso più in campo. Difficile vendere cara la pelle in queste condizioni. Peccato ma testa alta: la capolista siamo ancora noi. Adesso bisogna recuperare le forze e qualche acciaccato e riprendere la corsa più convinti che mai. Il periodo nero, che comunque è stato affrontato è superato con pochi danni, va gettato alle spalle e guardare avanti con rinnovata fiducia. Già sabato prossimo l’occasione per tornare a correre . Al PalaCosentia arriva l’Ispica e la squadra vorrà riscattare la sconfitta, ma soprattutto la brutta prestazione offerta a Regalbuto.

CATANZARO FUTSAL-ATLETICO CASSANO 5-5
Marcatori: pt 2’00” Firanczik (CZ); st 9’35” Monterosso (CZ), 4’35” Boutraba rig. (AC), 6’00” Aut. Vinicinho (AC), 7’00” Lestingi (AC), 7’55” Calabrese (CZ), 10’35” Boutraba (AC), 10’41” Barbosa (AC), 12’45” Calabrese (CZ), 19’59” Ecelestini (CZ)

GIOVINAZZO-POLISPORTIVA FUTURA 5-3
Marcatori: pt 6’00” Alves (G), 7’00” Binetti (G), 19’00” Cividini (F); st 5’00” Lucao (F), 7’00” Labate (F), 19’00” Saponara (G), 19’44” Bellaver (G), 19’58” Jander (G)
La solita beffa. In vantaggio 3 a 2 a 58 secondi dalla fine e sul pari a 16.6 secondi la Futura manda in aria una vittoria che avrebbe cambiato la stagione. Il 5 a 3 a un secondo dalla fine serve solo per il tabellino. Ad onor del vero bisogna puntualizzare che il gol del 4 a 3 concesso dagli arbitri in realtà non è mai entrato in porta perché, come si vede chiaramente dalle immagini (che pubblicheremo a parte), la palla colpisce prima il palo, poi la traversa, sbatte quindi sull’altro palo e torna in campo. Resta l’amaro in bocca dopo aver condotto una gara nel secondo tempo da grande squadra. Approccio alla gara non adeguato ed il Giovinazzo va sul 2 a 0. La reazione dei ragazzi di Fiorenza si vede che accorciano con un rigore di Cividini ed addirittura qualche centesimo prima che una palla di Durante entri in porta, la sirena salva i locali. Nel secondo tempo prima Lucao con un gol dei suoi e poi Labate la ribaltano. Il finale lo abbiamo già raccontato. Da evidenziare che gli arbitri hanno usato un metro diverso di giudizio nei confronti delle due squadre in campo. Da lunedì si ricomincia a lavorare, non c’è tempo per ulteriori recriminazioni.

BOVALINO-GEAR SIAZ PIAZZA ARMERINA 2-4
Marcatori: pt 3’10” Gomes (PA), 8’50” Piccolo (B), 11’00” Bruno (PA), 14’00” Fabinho (PA), 19’59” Dentini (B); st 17’00’ Bruno (PA)
Altra sconfitta, passa la Gear. Momento NO per la formazione Amaranto, che cade sotto i colpi della Gear fra le mura del Pala La Cava. Obbligatorio rialzarsi, mercoledì si gioca il recupero. L’occasione è ghiotta.

Carica altri articoli
Load More By Redazione Calabriadilettanti.it
Load More In Calcio a 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Provvedimenti del Giudice Sportivo Territoriale

Pubblicati i provvedimenti del Giudice Sportivo riguardanti le gare relative al calcio ed …