Home Beach Soccer Beach Soccer, Pisa campione d’Italia

Beach Soccer, Pisa campione d’Italia

14 min. di lettura
0
0

La finale della Serie AON, giocata alla Beach Arena “Getur” sulla spiaggia del Bella Italia Village di Lignano Sabbiadoro tra Pisa e Terracina, è stata più di una sfida sportiva, è stata qualcosa che è andata oltre i confini delle emozioni. Il 17^ Scudetto del Campionato targato Lega Nazionale Dilettanti se l’è aggiudicato il Pisa battendo il Terracina per 5-3 al termine di una sfida equilibrata davanti a 500 spettatori nel pieno rispetto dei protocolli COVID. Tante persone sono rimaste fuori dall’impianto, anche il beach soccer aspetta tempi migliori per riportare tutti gli appassionati sugli spalti. Per il Pisa è il primo strico trofeo
nella sua storia. Dopo aver perso la finale di Coppa Italia ai rigori i toscani si sono rifatti conquistando lo Scudetto al primo colpo.

Terracina e Pisa, due squadre che hanno stravolto i pronostici confermando il dinamismo di una disciplina sportiva che è in continua evoluzione. I neroazzurri erano alla loro prima storica finale nei loro sette anni di storia, Terracina mancava al grande appuntamento dal 2015.

Il successo il Pisa l’ha costruito nel primo tempo con un parziale di 4-1 che ha marchiato a fuoco il resto della partita. Il Terracina ha provato a reagire nella ripresa ma i toscani hanno tenuto bene fino al fischio finale. I cinque marcatori del club toscano in questa finale sono quelli che hanno griffato tutta la stagione, gli esordienti brasiliani della Serie A Datinha e Camillo Augusto (18 centri insieme), il capitano Stefano Marinai, il pluridecorato verdeoro Bruno Xavier e Ortolini. Il Terracina ci ha provato fino alla fine rimanendo sempre in gara grazie ai colpi di Giordani, Duarte (12 reti in stagione) e Maciel ma non è bastato. Quest’ultimo ha chiuso il campionato in cima alla classifica marcatori con 17 gol.

La vittoria è la conseguenza naturale del mix a cui si affidano sempre più spesso i tecnici lungimiranti che sanno inserire nuovi talenti in un gruppo già formato e solido in modo che questo possa proteggerli in caso di errore ed esaltarli nelle buone prestazioni.

Le Final Eight hanno premiato chi ha costruito un gruppo nel corso degli anni arricchendolo con innesti mirati. Ormai nel Beach Soccer LND per fare la differenza a certi livelli un sodalizio deve avere un’anima. Angelo D’Amico simbolo della sua terra, prima da capitano e dal 2016 come allenatore, ha costruito un nucleo solido che nei momenti cruciali ha fatto sempre la differenza. Nicola Lami dal 2018 ha dato un’identità precisa al Pisa centrando nel 2021 due traguardi storici per il club neroazzurro, la finale di Coppa Italia e questo storico Scudetto.  Il Pisa è stata l’unica squadra capace di battere in Campionato il Caffè Lo Re Catania e di portarlo fino ai rigori nell’epilogo di Coppa.

TERRACINA-PISA 3-5 (1-4; 1-0; 1-1)
Terracina: Costa, Frainetti, Monti, Pasquali, Duarte, Borelli, Bagnara, Weirauch, Maciel, Giordani M., Curcio, De Nisi. All: D’Amico
Pisa: Casapieri, Barsotti, Bruno Xavier, Datinha, Loprieno, Camillo Augusto, Marinai St., Marrucci, Ortolini, Sassari, Vaglini, Montecalvo. All: Lami
Arbitri: Susanna di Roma 2, Marton di Mestre e Bottalico di Bari
Reti: 1’pt Datinha (P), 1’pt Marinai St. (P), 3’pt Ortolini (P), 5’pt Giordani (T), 8’pt Camillo Augusto (P); 3’st Duarte (T); 5’tt Bruno Xavier (P), 6’tt Maciel (T)
Ammoniti: Pasquali (T)

Premiati alla fine anche i migliori beacher del campionato: il Pisa ha centrato la doppietta con la palma di miglior giocatore che è andata al brasiliano Datinha mentre quella del miglior portiere è stata assegnata a Leandro Casapieri. Terracina, oltre al secondo posto, si consola con il capocannoniere della Serie AON, il brasiliano Maciel (17 reti) che al secondo anno in Italia ha confermato le doti balistiche già dimostrate nel 2019 (14 gol). Al Terracina anche il premio Fair Play come squadra meno sanzionata.

Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia insieme al Coordinatore del Dipartimento BS LND Roberto Desini hanno consegnato il trofeo nelle mani di Michele Di Palma, capitano dei toscani. Hanno partecipato alle premiazioni della Serie AON e dell’Under 20 Macron il Vice Presidente Vicario della LND Ettore Pellizzari, il Vice Sindaco di Lignano Sabbiadoro Alessandro Marosa, il numero uno del Comitato Regionale FVG LND Ermes Canciani, il Presidente ACSD Sabbiadoro Ernestino Glerean e l’ex azzurro e calciatore di Serie A simbolo dell’Udinese Andrea Carnevale.

L’Happy Car Sambenedettese dopo quattro finali consecutive si consola con un terzo posto che acquista ancora più valore dopo aver superato ai rigori il Caffè Lo Re Catania. Il club di mister Di Lorenzo ha vinto per 6-5 con una squadra che raccoglie un quarto posto amaro. Il club etneo in tutta la stagione ha perso solo una gara ai tempi regolamentari, le semifinale di Campionato, chiudendo sul quarto gradino della graduatoria finale. Nel Catania il bomber della squadra è stato Gori con 15 gol e diverse gare saltate. Dietro di lui il brasiliano Bokinha (10 centri). Nella Samb il paraguaiano Pedro Moran ha confermato le sue doti balistiche chiudendo la stagione a quota 12 reti.

La finale per il 3^ e 4^ posto è stata una sfida speciale per l’arbitro Attilio Sannino, l’ultima della sua lunga carriera nel beach soccer.  Il Direttore di gara è stato applaudito da tutti i presenti.

Il B-Point Napoli con il successo per 6-4 sul Farmaè Viareggio si può consolare con il miglior risultato centrato nella sua storia, un buon 5^ posto. Discorso diverso per il Viareggio che dopo questo ko chiude sulla sesto gradino. La squadra di Stefano Santini in dodici stagioni solo due volte ha fatto peggio.

Il Lamezia battendo per 2-0 il Nettuno ha ripetuto il suo miglior risultato di sempre, un 7^ posto conquistato anche nel 2015. Il Nettuno può ritenersi soddisfatto di aver partecipato per la prima volta alle Final Eight dopo aver vinto la Promozione. Il prossimo anno farà parte della Poule Scudetto.

HAPPY CAR SAMBENEDETTESE – CAFFE’ LO RE CATANIA 6-5 dtr (0-1; 1-3; 3-0; 0-0)
HAPPY CAR SAMBENEDETTESE: Del Mestre, Bassi De Masi, Eudin, Percia Montani, Pedro Moran, De Baptistis, Addarii, Cameli, Mascaro, Chiodi, Sirico, Bernardo. All. Di Lorenzo
CAFFE’ LO RE CATANIA: Battini, Ramacciotti, Palazzolo, Corosiniti, Zurlo, Sciacca, Bokinha, Fred, Biermann, Concorso, Antonio, Paterniti. All. Marrucci
ARBITRI: Sannino (Napoli), Lattanzio (Collegno)
RETI: 4′ pt Fred (C), 4′ st Bokinha (C), 6′ rig. Bernardo (S), 6′ Palazzolo (C), 11′ Biermann (C), 1′ tt Percia Montani (S), 2′ Bernardo (S), 7′ Mascaro (S)
SEQUENZA RIGORI: Fred (C) sbagliato, Percia Montani (S), Zurlo (C) gol, Moran (S) gol, Antonio (S) sbagliato

FARMAE’ VIAREGGIO – B-POINT NAPOLI 4-6 (0-0; 3-3; 1-3)
FARMAE’ VIAREGGIO: Carpita, Pacini, Minichino, Genovali, Si. Marinai, Stankovic, Gemignani, Remedi, Benedetti, D’Onofrio, Lucas. All. Santini
B-POINT NAPOLI: Spada, Guadagno, Josep Jr, Jorda, Moxedano, Palma, Savarese, Palmacci, Gaudino, Cuomo, Loffredo, Cardone. All. Amorosetti
ARBITRI: Matticoli (Isernia), Bottalico (Bari)
RETI: 2′ st Jordan (N), 4′ st Remedi (V), 5’st Palmacci (N), 9’st Minichino (V), 11’st Josep Jr (N), 12’st Marinai (V); 2′ tt Palma (N), 4’tt Jordan (N), 6’tt Josep Jr (N), 9’tt Stankovic (V)

LAMEZIA-NETTUNO 2-0 (1-0; 0-0; 1-0)
Lamezia Terme: Mercurio A., Romagnuolo, Muraca, Mercuri II, Scalese, Gatto, Mercuirio S., Vilella, Mercurio An., Piazza, Mercuri I; All. Notaris
Nettuno: Giordani, Miola, D’Amato, Cirilli, Lauri, Trippa, Loria, Giordani V., Mastella; All. Flamini
Arbitri: Romani di Modena e Innaurato di Lanciano
Reti: 3’pt Morelli (L), 12′ tt Gatto (L)

Carica altri articoli
Load More By Domenico Caracciolo
Load More In Beach Soccer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe anche interessare

Mister Perrone lascia la Garibaldina

Anche le storie più belle prima o poi finiscono! Dopo tre indimenticabili anni si conclude…